WTA Madrid: le teste di serie non convincono più, possibili sorprese a Roma?

WTA Madrid: le teste di serie non convincono più, possibili sorprese a Roma?

Ben 15 teste di serie su 16 sono state eliminate prima dei quarti di finale al Mutua Madrid Open femminile, una vera e propria ecatombe che fa pensare ad una preoccupante mancanza di predominio da parte del gruppetto con maggiore qualità.

Radwanska, Kerber, Vinci, Kuznetsova ed Errani subito; poi Muguruza, Svitolina, Ivanovic, Stephens e Safarova (ritirata) al secondo turno; e ieri Kvitova, Suarez Navarro e il ritiro della Azarenka. Rimane in tabellone Simona Halep, favorita numero uno per la vittoria finale, ma le grandi non riescono a reggere il passo.

EQUILIBRIO – Risultato? Un torneo di medio livello in cui spiccano le superiori qualità di Cibulkova, Halep e Stosur e la sempre più forte consapevolezza che, in mancanza di Serena Williams, nessuna delle ‘big‘ riesce ad imporsi in maniera costante nel circuito WTA. E considerando che la numero uno del mondo non è ai livelli dello scorso anno, non è difficile immaginare un’altra possibile sorpresa nel prossimo grande torneo della stagione, in programma la settimana prossima a Roma. A Madrid, intanto, approdano ai quarti di finale due qualificate (Patricia Maria Tig e Louisa Chirico), una wild-card (Sorana Cirstea) e una delle giovani più promettenti del circuito, Darija Gavrilova.

A ROMA NESSUNA CERTEZZA – Al Foro Italico si è già sparsa la voce dell’assenza di Agnieszka Radwanska, attuale numero due del mondo, ma non saranno poche le rinunce e le sorprese, dato il periodo che attraversano le top 10 e quelle a ridosso; non ci sarà neanche Caroline Wozniacki, tormentata da un infortunio da inizio anno, mentre non è da escludersi un ritiro all’ultimo minuto di Viktoria Azarenka, fermata ieri contro Louisa Chirico da un problema alla spalla. Perciò le favorite – Williams a parte – sembrano essere Angelique Kerber, molto in forma sulla terra e in cerca di rivincita dopo Madrid, Garbine Muguruza, ancora ferma a zero titoli stagionali dopo un 2015 favoloso, e le varie Halep e Suarez Navarro (quest’ultima dovrà difendere i punti della finale conquistata lo scorso anno).

SPERANZA VINCI – Non è da escludersi un buon torneo da parte della nostra Roberta Vinci, nona testa di serie del seeding, mentre potrebbero recitare un ruolo da protagoniste Svetlana Kuznetsova, Samantha Stosur e la semifinalista dello scorso anno Darija Gavrilova. Resta viva la speranza di vedere una grande Sara Errani in formato 2014 (anno in cui arrivò in finale, sconfitta da Serena Williams), mentre non ci sono speranze per Camila Giorgi, che salterà l’impegno nella capitale per un infortunio alla schiena. Anche Dominika Cibulkova è in netta ripresa rispetto all’incubo passato l’anno scorso, ma giocatrici come Kvitova, Bencic, Pliskova e Safarova sono sempre lì dietro l’angolo con la possibilità di riscattare un inizio di stagione al di sotto delle aspettative. Sempre e comunque, Williams permettendo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy