Wta Maiorca: avanzano Garcia e Azarenka. Sospeso a inizio terzo set per oscurità il match tra Kerber e Riske

Wta Maiorca: avanzano Garcia e Azarenka. Sospeso a inizio terzo set per oscurità il match tra Kerber e Riske

Faticano le big: Caroline Garcia in tre set su Su-Wei Hsieh. La tennista transalpina, visibilmente infastidita dalle trame di gioco della Hsieh, ha commesso 41 gratuiti. Vika Azarenka in rimonta su Stefanie Voegele. La svizzera è stata ripescata come lucky loser dopo il forfait di Aleksandra Krunic. Sospeso e rinviato a domani per oscurità il match tra Angelique Kerber e Alison Riske. Le due sono in perfetta parità: primo set vinto a fatica dalla teutonica, secondo dominato dall’americana e 1-1 nel terzo. Avanza Anastasija Sevastova, detentrice del titolo.

di Monica Tola

GARCIA VINCE MA NON CONVINCE – Tre set, due ore e 11 minuti di gioco per una vittoria su Su-Wei Hsieh che per Caroline Garcia si è rivelata sofferta come nelle previsioni pre partita. La tennista del Taiwan ha un approccio di gioco personalissimo. Rimane molto indietro rispetto alla palla per osservare la posizione delle avversarie e colpire. La numero 6 del mondo, campionessa a Maiorca nel 2016 e semifinalista lo scorso anno, è cascata in pieno nella trappola della Hsieh. Anziché toglierle il tempo senza prendere rischi inutili, si è spazientita e forzato i colpi. Risultato: 41 errori gratuiti e un match che si è complicato. Primo parziale deciso al tie-break e Caroline Garcia, che tra il decimo e dodicesimo game ha sprecato quattro set point, due per game, deve ringraziare i gentili omaggi dell’atleta del Taiwan: tre doppi falli, dei quali due consecutivi, hanno spianato la strada alla transalpina verso la conquista del jeu décisf. Caroline Garcia nella prima frazione ha servito benissimo ed è stato grazie alla battuta che è rimasta sempre a contatto con la partita. Molto peggio la francese ha fatto in risposta. La fretta di chiudere immediatamente ha prodotto disastri su disastri con palle che sono volate via di metri. Su-Wei Hsieh non si è demoralizzata per il primo set perso e ha giocato benissimo nel secondo: palle corte, angoli impossibili, tagli che hanno impresso effetti velenosissimi. Caroline Garcia, visibilmente destabilizzata, si è presa una lunga pausa. Rigida e ferma sulle gambe ha lasciato scivolare velocemente il parziale senza tentare una reazione. Ne è scaturito un 6-1 per Su-Wei Hsieh in appena 23 minuti. Provvidenziale per Caroline Garcia è stato tenere il servizio nel primo gioco del terzo set. Lasciar scappare via l’avversaria sarebbe stato probabimente fatale alla francese. Tant’è che è stata proprio la Garcia a prendere il largo fino al 3-0 e due opportunità per il 4-0 con doppio break gettate via. La numero 6 Wta ha rischiato di rovinare tutto. Game horror in battuta e il possibile 4-0 è diventato 3-2. Ancora break transalpino nel sesto gioco, consolidato fino al 5-2. Caroline Garcia, sembrava aver preso definitivamente le redini dell’incontro con un atteggiamento più accorto e non ostinato alla ricerca del vincente diretto. Quanto bastava, insomma, per mettere ko Su-Wei Hsieh. Ma la lucidità tattica, oggi non è stata fedele compagna della francese. Due match point non sfruttati da Caroline Garcia, quando sul 5-3 è andata in battuta per il secondo turno e ancora break targato Taiwan. Una risposta fulminante di rovescio è stato l’acuto di Caroline Garcia verso la vittoria. Affermazione che ha preso forma una volta per tutte grazie a un doppio fallo di Su-Wei Hsieh, che serviva per rimanere nel torneo e agganciare sul 5-5.

RINVIO PER OSCURITA’ TRA KERBER E RISKE. AZARENKA IN RIMONTA – Una autentica battaglia tra Angelique Kerber e Alison Riske interrotta sul più bello per oscurità. Quando gli organizzatori, visto l’orario, hanno deciso che non si poteva andare oltre la tennista tedesca e Alison Riske erano in perfetta parità. Un set per parte e 1-1 nel terzo. E’ probabile che lo stop giovi maggiormente ad Angelique Kerber, che dopo aver vinto un primo set set quasi stregato (5 set point annullati da Alison Riske: due nel nono gioco, uno nel decimo, due nel dodicesimo) è riuscita a spuntarla e mettere il sigillo sul 7-5 con un ace alla sesta opportunità. Nella seconda frazione, dopo uno scambio di break (Kerber nel primo game, Riske nel secondo) è partito un pressing forsennato della statunitense sul quale Angelique Kerber non è riuscita ad opporre resistenza. La tennista americana, proveniente dalle qualificazioni, ha servito benissimo e gestito in modo altrettato magistrale i turni in risposta. La teutonica, cacciata sistematicamente fuori dalla linea di fondo, ha assistito impotente all’arrembaggio di una scatenata Alison Riske. La statunitense ha guadagnato sempre più campo e dal 2-2 ha infilato una striscia di 4 games consecutivi, con il 6-2 che si è concretizzato con un doppio fallo di Angelique Kerber. Dall’1-1 nella terza e decisiva frazione si ripartirà domani.

Vika Azarenka in rimonta su Stefanie Voegele, tennista svizzera ripescata come lucky loser dopo il forfait di Aleksandra Krunic. Il servizio è stato croce e delizia nel match della bielorussa. La ex numero 1 nel primo set è stata in vantaggio di un break e lo ha restituito proprio pagando a caro prezzo alcuni gratuiti, tra i quali un doppio fallo. Stefanie Voegele ha allungato al tie-break e proprio nel jeu décisif Vika Azarenka di doppi falli ne ha commesso due. Nella seconda frazione Victoria Azarenka al servizio ha concesso praticamente nulla e ha capitalizzato un break centrato nel secondo game. Scambio di break in avvio di terza frazione e tutto in parità fino al 5-5. La svizzera ha ceduto di schianto nell’undicesimo gioco e Vika Azarenka ha messo a segno il 7-5 finale con un ace. Stefanie Voegele, finalista ad Acapulco e semifinalista a Lugano, non ha sfigurato al cospetto della più titolata avversaria.

LE ALTRE PARTITE – Buona la prima per Anastasija Sevastova, testa di serie numero 3 e detentrice del titolo. La lettone ha battuto in due set Svetlana Kuznetsova. Un match mai in discussione, che è stato costantemente sotto il controllo della numero 20 Wta. Fuori la numero 6 del seeding Danielle Collins che ha pagato la scarsa attitudine con la superficie. Non a caso i risultati migliori in carriera la statunitense li ha ottenuti sul cemento americano. A eliminarla è stata con un doppio 6-3 la qualificata Rebecca Peterson. Quella odierna è stata la giornata delle giocatrici provenienti dalle qualificazioni. Ben 5 hanno passato il turno. Oltre a Rebecca Peterson, a staccare il pass per il secondo turno, Johanna Larsson (che a sorpresa ha avuto la meglio su Sorana Cirstea), Sofia Kenin, Ajla Tomljanovic e Antonia Lottner, che ha travolto Aliaksandra Sasnovich. Affermazione in due set per Lucie Safarova,testa di serie numero 7. La tennista della Repubblica Ceca ha avuto la meglio in due set sulla quindicenne ucraina Marta Kostyuk, in tabellone grazie a una wild card.

Risultati – Primo turno:

[1] C. Garcia b S.W Hsieh 7-6 (4) 1-6 6-4

[Q] J. Larsson b S. Cirstea 2-6 6-3 6-2

[Q] S. Kenin b K. Kozlova 6-3 3-6 6-3

[7] L. Safarova b [WC] M. Kostyuk 6-4 7-5

[Q] R. Peterson b [6] D. Collins 6-3 6-3

[Q] A. Tomljanovic b M. Linette 6-3 6-4

[Q] A. Lottner b A. Sasnovich 6-4 6-0

[3] A. Sevastova b [WC] S. Kuznetsova 6-3 6-3

P. Hercog b [LL] V. Kuzmova 7-6 (3) 6-2

V. Azarenka b [LL] S. Voegele 6-7 (4) 6-3 7-5

[2] A. Kerber – [Q] A. Riske 7-5 2-6 1-1 sospeso e rinviato per oscurità

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy