Wta Maiorca, Birmingham, Eastbourne: altro trofeo per Petra Kvitova. Primo titolo in carriera per Tatjana Maria. Giorgi batte Irina-Camelia Begu

Wta Maiorca, Birmingham, Eastbourne: altro trofeo per Petra Kvitova. Primo titolo in carriera per Tatjana Maria. Giorgi batte Irina-Camelia Begu

A Birmingham la ceca batte la slovacca Rybarikova in rimonta di un set e si aggiudica il suo quinto trofeo del 2018. La 30enne tedesca batte invece in due set Anastasija Sevastova e alza il trofeo al termine di una settimana incredibile sull’erba spagnola. A Eastbourne Camila Giorgi vince un duro primo turno contro la rumena: al secondo round sfiderà Caroline Wozniacki, testa di serie n.1 del torneo.

di Michele Alinovi, @MicheleAlinovi1

La terza edizione del Mallorca Open (Wta International, erba, 250.000 $) si è conclusa con la vittoria della 30enne tedesca Tatjana Maria, che ha sconfitto in finale la lettone Anastasija Sevastova, che qui aveva vinto l’anno scorso battendo in tre set Julia Goerges, con il punteggio di 6-4 7-5 in poco più di un’ora e mezza. Molto centrata Maria, che ha saputo sfruttare meglio, con intelligenza tattica e tecnica immensa (rovescio a una mano tagliato decisamente rétro), i pochi momenti decisivi di una partita tutto sommato equilibratissima.

Nel secondo game del primo set è la tedesca che si procura, ai vantaggi, ben tre palle break, che però non riesce a sfruttare. Nel quinto e nel nono gioco – sul 4 pari – è la tennista lettone che si procura ben 5 palle complessive per strappare il servizio, ma Maria le elimina con lucidità. Nel decimo game, Maria, complice un pessimo turno di battuta, dell’avversaria, si porta avanti 0-40, per poi chiudere il parziale a 15. Nel secondo set arriva la reazione di Sevastova, che per quasi mezz’ora sembra una giocatrice diversa e riesce a dominare la partita: si porta addirittura avanti 4 a 0, con break nel primo e nel terzo gioco, con ormai quasi la certezza di portare le sorti del match al terzo; a quel punto però la 27enne lettone cala l’intensità del game e concede a Maria, che non smette di crederci, l’opportunità di rientrare in partita. Dopo aver guadagnato i break subiti, nel sesto e ottavo gioco, passa avanti 5 a 4 e vola 15-40, aggiudicandosi due match-point. Li spreca, ma va a segno due game dopo, sul 6-5, alla prima occasione ai vantaggi. Prima gioia in carriera per la veterana tedesca, che soprattutto in questo periodo sta facendo notevoli progressi: in questo torneo ha battuto avversarie del calibro di Schiavone, Safarova e Wittöeft e grazie al successo odierno da domani sarà n. 48 del mondo (molto vicina al suo best-ranking), guadagnando ben 31 posizioni.

A Birmingham  (Premier, erba, 936.128 $), invece, Petra Kvitova trionfa al terzo, in rimonta, dopo un match molto duro e lottato con la slovacca Magdalena Rybarikova: 4-6 6-1 6-2 il risultato finale, in due ore e 7 minuti di partita. Quello di Birmingham è il quinto titolo dell’anno per la campionessa ceca, dopo San Pietroburgo, Doha, Praga e Madrid: un ritorno straordinario per la tennista di Bilovec, che circa un anno fa non era nemmeno sicura di tornare nel circuito, vista la profonda ferita alla mano sinistra che le aveva inferto un ladro entrato nella sua abitazione. Quello che impressiona è il bilancio di finali vinti e perse in carriera: 25 titoli (fra cui due Wimbledon, conquistati nel 2011 e 2014) e appena 7 sconfitte nell’ultimo atto (fra cui spicca quella delle Wta Finals 2015, contro la Radwanska). Petra non si è ancora avvicinata a fare il colpaccio negli Slam (sconfitta al primo turno agli Australian Open e al terzo a Parigi) ma ora, sull’erba dell’All England Club di Londra, sembrerebbe la maggiore candidata alla vittoria di quella che sarebbe una storica tripletta.

Poco da dire sul match: nel primo set è stata Petra Kvitova a fare e disfare, rimanendo ingabbiata dal tennis molto tecnico ma poco potente di Rybarikova. A partire dal secondo però la ceca ha trovato i suoi colpi, dimostrandosi una campionessa troppo superiore per potenza rispetto all’avversaria, letteralmente travolta. La n. 8 del mondo, che aveva già vinto l’anno scorso sull’erba del Nature Valley Classic (in finale contro la Barty), supera Caroline Wozniacki nella Race Wta 2018, piazzandosi alla seconda posizione, a poco meno di 2mila punti da Simona Halep.

Oggi sono iniziati anche i primi turni del Wta Premier di Eastbourne (erba,  $852.564), l’ultimo appuntamento prima delle due settimane di Wimbledon. Fra i risultati spiccano il ritorno alla vittoria di Svetlana Kuznetsova (contro la greca Maria Sakkari) e ovviamente della nostra Camila Giorgi, contro la sempre ostica rumena Irina-Camelia Begu, superata con un doppio 6-2: al prossimo turno difficile sfida contro Wozniacki.

Wta Birmingham – Finale:

F: (4)Petra Kvitova (CZE) d. Magdalena Rybarikova (SVK) 46 61 62

Wta Maiorca – Finale:

F: Tatjana Maria (GER) d. (3)Anastasija Sevastova (LAT) 64 75

Wta Eastbourne – Qualificazioni e primi turni:

Q3: (1)Yulia Putintseva (KAZ) vs Andrea Hlavackova (CZE) 
Q3: (3)Kristyna Pliskova (CZE) vs (7)Kateryna Bondarenko (UKR) [0-1]
Q3: (10)Natalia Vikhlyantseva (RUS) vs (9)Kurumi Nara (JPN) 
 
R1: (Q)Andrea Hlavackova (CZE) vs Aleksandra Krunic (SRB) [1-1]
R1: Su Wei Hsieh (TPE) vs (Q)Natalia Vikhlyantseva (RUS) [1-0]
R1: Kristina Mladenovic (FRA) vs (WC)Heather Watson (GBR) [4-2]
R1: Dominika Cibulkova (SVK) vs Ekaterina Makarova (RUS) [3-3]
R1: (Q)Kristyna Pliskova (CZE) vs (WC)Harriet Dart (GBR) 
R1: (WC)Samantha Stosur (AUS) vs Alison Van Uytvanck (BEL) [0-1]
R1: Kaia Kanepi (EST) vs (Q)Kurumi Nara (JPN) [2-0]
R1: Shuai Peng (CHN) vs Mihaela Buzarnescu (ROU) 
R1: Agnieszka Radwanska (POL) vs Timea Babos (HUN) [1-0]
R1: (LL)Sachia Vickery (USA) vs Aryna Sabalenka (BLR) 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabrizio Bassani - 6 mesi fa

    Eh brava Petra.la favorita per wimbledon

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy