WTA Miami: Cornet torna e vince, niente da fare per Schiavone e Knapp

WTA Miami: Cornet torna e vince, niente da fare per Schiavone e Knapp

Nel WTA di Miami sono scese in campo ben due italiane, risultate, ahinoi, entrambi sconfitte. Si tratta di Schiavone e Knapp, che si arrendono al cospetto di Falconi e Wickmayer. Bene Alizé Cornet, che torna alla vittoria dopo l’infortunio.

Sono andate in scena nella giornata odierna alcune partite del primo turno del WTA Premier di Miami. Le prime partite ad avere luogo sono state quelle tra Watson e Cetkovska, Cornet e Voskoboeva, e Goerges e Hibino. Andiamo con ordine.

Per la britannica Watson il match è stato poco più di una formalità, durata appena 48 minuti. L’avversaria è riuscita a mettere a referto un solo game, peraltro sul finire di primo set. Buone notizie per Alizé Cornet, che passa in un difficile match contro la kazaka Voskoboeva. Nel primo set si assiste a break da una parte e dall’altra, fino a che la francese non arriva per prima a conquistare il primo set. Nel secondo parziale moltissime occasione di break da entrambe le parti senza che nessuna delle due sia riuscita a mantenere il servizio definitivamente dopo il break. Dopo un match point avuto nel decimo gioco, Cornet ne ha altri due nei game d’oltranza, nel dodicesimo per la precisione. Stavolta non se li fa sfuggire e stacca il pass per il match di domani contro Radwanska.

Intensa lotta anche per Goerges, che la spunta a fatica contro la giapponese Hibino. Nel primo set è proprio la tedesca a perdere per prima il servizio, salvo poi recuperare lo svantaggio qualche game dopo. Si arriva inevitabilmente al tie-break, dove la teutonica mostra più freddezza e se lo aggiudica per 8 punti a 6. Nel secondo set l’asiatica perde il game inaugurale, proiettando fin da subito l’avversaria verso la vittoria. Poco dopo, però, quest’ultima ha un piccolo passaggio a vuoto e concede il controbreak. Solo questione di tempo e arriva il nuovo vantaggio di Goerges. Quando va a servire per il match, rischia nuovamente di compromettere tutto ma la vittoria ad ogni modo arriva.

L’americana King supera in due set Dominguez Lino, in un match molto tirato dal punto di vista mentale. La spagnola parte male, regalando il break nel game iniziale, ma non perde mai il ritmo, riuscendo persino a rientrare nel match. King è travolgente e conquista il set alla terza occasione. Nel secondo set si procede on-serve fino al settimo game, quando è ancora la spagnola a perdere il servizio. Si rifà nel game successivo, ma non riesce a confermare il controbreak. Ne approfitta la statunitense che chiude alla seconda occasione utile sul proprio servizio.

Niente da fare per le due italiane in campo oggi, Karin Knapp e Francesca Schiavone. Entrambe si arrendono in due set alle rispettive avversarie, calando vistosamente nel secondo set. La tennista milanese lotta per tutto il primo set, arrivando fino ai game d’oltranza. Qui la sua avversaria, Irina Falconi, è più brava a trovare il break che gli consegna il set. Alla ripresa delle ostilità Francesca è meno lucida e commette più errori, per la gioia della sua avversaria. Karin Knapp perde in due veloci set contro la belga Wickmayer, senza mai dare l’impressione di poterle tenere testa. Sono appena tre i game conquistati dall’altoatesina nell’intero incontro, durato poco più di un’ora.

I risultati:

Vania King (USA) d. (Q)Lourdes Dominguez Lino (ESP) 64 64
Irina Falconi (USA) d. (Q)Francesca Schiavone (ITA) 75 61
R1: Alize Cornet (FRA) d. Galina Voskoboeva (KAZ) 64 75
R1: Yanina Wickmayer (BEL) d. Karin Knapp (ITA) 62 61
R1: (WC)Heather Watson (GBR) d. Petra Cetkovska (CZE) 61 60

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy