Wta Miami: Johanna Konta trionfa in finale, piegata in due set la danese Wozniacki

Wta Miami: Johanna Konta trionfa in finale, piegata in due set la danese Wozniacki

Nella finale del torneo americano ha trionfato la britannica Konta, vincitrice in due parziali su Caroline Wozniacki, che ha comunque giocato piuttosto bene, ma non ha potuto nulla contro l’ottimo tennis espresso dalla sua avversaria, la quale, da lunedì, sarà numero 7 del ranking e numero 2 della Race.

Commenta per primo!

KONTA-WOZNIACKI: Primo importante titolo e grande gioia per Johanna Konta, tennista originaria di Sydney, che nella giornata odierna, ha sconfitto con lo score di 64 63 la più esperta danese Caroline Wozniacki. La tds 10 è partita subito forte, conquistando un break a 0 alla prima occasione; come prevedibile i servizi non hanno rispettato molto l’ordine ed in ben due occasioni sono stati messi a segno dei break, poi seguiti da un immediato controbreak. Proprio per questa ragione, il break piazzato ad inizio set, per mano della tennista che gioca per la nazionale britannica, ha fatto la differenza ed ha consegnato a Konta la prima frazione con il punteggio di 64, testimoniando quanto di buono fatto dalla tds 10, soprattutto con il servizio, dove ha collezionato 3 aces, e grazie all’incisività che è riuscita ad avere in risposta sulla prima della danese, dove ha vinto la metà dei punti. Nella seconda metà del match, i break sono diminuiti e le due giocatrici hanno mostrato più solidità sui propri turni di battuta, nonostante ciò, il set si è aperto con due break nei primi due games, arrivati in due modi piuttosto diversi: la tennista di Sydney ha dovuto faticare molto ed alla fine ha vinto un combattuto gioco di 12 punti; al contrario la danese Caroline Wozniacki ha fatto suo il game e quindi il break sfruttando due errori decisivi con il rovescio della sua avversaria, che ha ceduto a 30. Da qui, le due tenniste hanno accorciato molto la durata dei games ed hanno cercato di prendere più rischi, come provano gli svariati vincenti, perciò nei successivi 4 turni di servizio c’è stata una sola palla break, annullata prontamente dalla tds 12, che ha sfruttato un clamoroso errore della sua avversaria, la quale aveva di fatto vinto il punto, ma poi ha commesso un suicidio tennistico. La svolta decisiva è arrivata nel settimo game, quando Wozniacki si è ritrovata sotto 0-40 e, malgrado esser riuscita ad annullare tutte e tre le chances di break, non è stata capace di vincere i successivi due punti, i quali sono andati nelle mani di Johanna Konta, che ha dunque messo a segno il break. Successivamente, la britannica non ha incontrato particolari resistenze ed è andata a vincere 63, peraltro strappando un’altra volta il servizio alla sua avversaria e chiudendo con un fantastico lob, che le ha permesso di trionfare per la prima volta in un grande torneo. La tennista di Sydney ha così bissato il successo ottenuto nell’Open d’Australia, quando aveva concesso solamente 4 games alla danese Wozniacki, e da lunedì, sarà ufficialmente numero 7 del ranking ed occuperà la seconda posizione della Race. E pensare che di questi tempi, due anni fa, Johanna Konta era impegnata nel torneo di Jackson…Konta2

Wta Miami- Finale

(10) J Konta d (12) C Wozniacki 64 63

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy