Wta Miami: Serena Williams vola in semifinale a Miami, troverà la Halep

Wta Miami: Serena Williams vola in semifinale a Miami, troverà la Halep

S.Williams d S.Lisicki 76 16 62

Nel terzo quarto di finale del Miami Open, Serena Williams fatica più del previsto per piegare la resistenza di un ottima Sabine Lisicki, che la prossima settimana sarà al  n.18 delle classifiche. Già dalle prime battute era chiaro che per l’americana non sarebbe stato un match facile, visto anche l’ultimo precedente disputato a Wimbledon nel 2013. La tedesca infatti, con le sue potenti accelerazioni, ha minato le sicurezze di Serena, che si è rivelata poco incisiva al servizio e troppo fallosa. Nel terzo set però tutto è cambiato: la Williams ha ritrovato il servizio e con esso anche il suo gioco da fondo campo. L’esultanza a fine match della n.1 del mondo, testimonia le grandi difficoltà dell’americana, che si spinge per la decima volta in semifinale a Miami, dopo la vittoria n.700 della sua splendida carriera. 
Indian Wells Tennis-1
Nel primo set la prima a scappare via è la n.1 del mondo, che nel terzo gioco piazza il break, grazie ad una risposta sulla riga. L’americana però non concretizza il vantaggio, permettendo alla Lisicki di riportarsi in parità. La Williams infatti concede l’immediato contro break, a causa di un sanguinoso doppio fallo, provocato sicuramente dalla pressione della tedesca. Grazie ad un parziale di 8 punti a uno, Sabine impatta sul 3 pari, approfittando dei tanti gratuiti di una statunitense in difficoltà. L’ennesimo break subito da Serena, permette alla Lisicki di portarsi sul 43, provocando un gesto di stizza da parte dell’americana, che distrugge la racchetta. La fine del set si sta avvicinando, la tedesca non troppo solida mentalmente, inizia ad avvertire la pressione, cedendo malamente il game di servizio con un banale errore di rovescio.  Tanti sono i rammarichi per la Lisicki, chiamata a servire  per il set sul 6-5, dopo essere stata per due volte avanti di un break. Serena nel dodicesimo gioco si ritrova in svantaggio per 30 40, annulla un set point con uno splendido dritto a sventaglio, rimandando la conclusione del parziale al tiebreak, il primo tra queste due tenniste. A partire meglio nel tie-break è la campionessa degli Australian Open, che velocemente si porta sul 4-1. C’è da dire che l’americana nel quinto punto ha avuto non poca fortuna, visto che con lo zampino del nastro, il suo colpo è diventato irraggiungibile per la n.21 del seeding. 
tennis-serena-williams-indian-wells_3277714
Lisicki, prova a rimontare conquistando due punti consecutivi, ma la Williams sul punteggio di 5-3, mette a segno uno splendido recupero in back, procurandosi così il set point. Sul 6-4 in favore della statunitense, la teutonica commette un sanguinoso doppio fallo, che segna la conclusione del tie-break. Dopo le occasioni sprecate ci si attendeva un calo della tennista di Troisdorf, ma a sorpresa è Serena a crollare. La Lisicki, subisce il break in apertura, ma da quel momento in poi una Williams in totale confusione, perde sei giochi di fila e con essi anche un secondo set, in cui ha conquistato solo 4 punti al servizio e realizzato solo 5 vincenti.  
120Indian Wells Tennis
Le difficoltà dell’americana continuano anche all’inizio del terzo set, dove  alla battuta  si trova in svantaggio per 15-30. Conquistando però i 3 punti successivi la n.1 del mondo si sblocca, inizia ad incitarsi mostrando alla sua avversaria che l’incontro non è finito. Nel secondo gioco a piazzare il break di vantaggio, che si rivelerà determinante per le sorti dell’incontro, è proprio Serena. Il servizio comincia a funzionare, le traiettorie sono più incisive, e i colpi da fondo sono millimetrici. Il risultato è che Serena impatta senza sofferenza sul 5-2. Nell’ottavo gioco la tedesca tiene il servizio, tuttavia nulla può nel game successivo, dove l’americana non concede punti, ponendo fine ad un match davvero sofferto.  Si conferma quasi imbattibile la 19 volte vincitrice Slam in Florida, torneo vinto in sette occasioni, dove vanta un record di 71 vittorie su 78 match disputati. Il successo su Sabine Lisicki, oltre alla vittoria n.700 in carriera, rappresenta anche il 16esimo trionfo di fila per l’americana, che non perde dal 2012 sui campi di Crandon Park.

Per celebrare le 700 vittorie, non poteva di certo mancare una splendida torta, offerta dagli organizzatori del torneo. ” Non me lo aspettavo, avevo visto una torta, ma pensavo che fosse un compleanno. Non ho dato il mio meglio, ho commesso 51 errori. Comunque vada, sia che vinca, sia che perda, voglio dare sempre il 100%” afferma Serena a fine match, felice per il traguardo raggiunto. S.Halep d S.Stephens 61 75 Sarà Simona Halep l’avversaria della Williams in semifinale, dopo la vittoria ai danni di una Sloane Stephens che non è riuscita a tenere il ritmo della sua rivale. La giovane americana però ha mostrato una buona condizione e un tennis in ripresa dopo un 2014 di tante ombre e poche luci.  Il match tra la n.1 del mondo e la romena si sarebbe già dovuto disputare ad Indian Wells, se non ci fosse stato il ritiro di Serena per il problema al ginocchio. Per la n.3 del mondo si tratta della prima semifinale in carriera a Miami. 
miami-open-simona-halep-2
Nel primo set c’è stata lotta solo nel primo gioco, nel quale la romena è stata costretta a salvare subito 2 palle break. Tutto faceva presagire che il match potesse rivelarsi lottato, ma pochi minuti dopo  è emersa la superiorità della n.3 del mondo, molto più centrata rispetto ai match di inizio torneo. Il risultato è che la tennista di Costanza, in appena 25 minuti, incamera un primo set senza storia, nel quale Sloane è riuscita a tenere il servizio solo nel quarto gioco.  Anche il secondo set parte nel migliore dei modi per la rumena, che velocemente impatta sul 3-0.  Tutti credevano che il match fosse quasi all’epilogo, ma nel tennis tutto può succedere fino all’ultimo punto. Improvvisamente la Halep inizia a commettere ingenti gratuiti, la Stephens prende fiducia e conquista 4 giochi di fila. Sul punteggio di 5 pari la n.3 del mondo riesce però a piazzare la zampata decisiva, con la collaborazione dell’americana, autrice di un disastroso game al servizio. La tennista di Costanza, tenendo il servizio a 15, mette fine ad un incontro che poteva complicarsi. 
40f86848da7cf70d710f6a706700878f
La Halep, vincitrice di 3 titoli Wta in questo 2015, ha ottenuto contro la tennista di Plantation, la vittoria numero 24 su 26 incontri disputati. Per la romena non sarà semplice raggiungere l’ultimo atto sui campi di Crandon Par, visto che dall’altra parte della rete troverà la n.1 del mondo, contro cui ha perso l’ultimo precedente, disputato nella finale del Master lo scorso anno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy