WTA Montreal: Sharapova travolge Karatancheva. Avanti senza problemi Azarenka e Kvitova

WTA Montreal: Sharapova travolge Karatancheva. Avanti senza problemi Azarenka e Kvitova

Intensa giornata alla Rogers Cup di Montreal: Sharapova domina il match iniziato ieri, Azarenka annienta Mladenovic mentre Goerges è stata di nuovo costretta alla rimonta.

di Andrea Lombardo

Giornata molto ricca a Montreal dopo la sosta forzata del primo giorno. Molto bene Maria Sharapova, che ha completato il suo match interrotto per pioggia ieri. La russa non ha lasciato scampo alla qualificata bulgara Sesil Karatancheva, capace di vincere solo 3 games. Prestazione praticamente perfetta al servizio per la Sharapova, che ha perso in totale 8 punti al servizio ma solo uno nel secondo set. Discorso diametralmente opposto per Karatancheva, che ha commesso ben 11 doppi falli in soli 7 games alla battuta.
Al prossimo turno sfiderà la connazionale Daria Kasatkina.
Buon esordio anche per Petra Kvitova contro l’estone Anett Kontaveit. Dopo il flop del primo turno a Wimbledon, la ceca è riuscita ad imporsi con il punteggio di 6-3 6-4 cedendo solo una volta la battuta. Kvitova è sempre stata in controllo del match, specialmente nel secondo set. Unico intoppo nell’ultimo game dell’incontro quando è andata a servire per il match. In quel frangente si è trovata sotto 15-40, ma la mancina di Bilovec è stata brava ad annullarle entrambe per poi chiudere il match in poco meno di un’ora e mezza.

Esordio sul velluto per Alison Van Uytvanck contro Sofya Zhuk, che nelle qualificazioni aveva ottenuto una buona vittoria contro Samantha Stosur. La belga ha impiegato solo 58 minuti per piegare la russa, che si è arresa con il punteggio netto di 6-1 6-2.

petra kvitovas

VITTORIE PER KONTA E SUAREZ – Belle vittorie per Carla Suarez Navarro e Johanna Konta. La spagnola, proveniente dalle qualificazioni poiché ha dimenticato di iscriversi a Montreal, ha battuto in due set Naomi Osaka, che pochi mesi fa si era espressa ad altissimi livelli sul cemento americano. Fondamentale il servizio per la Suarez, che ha concesso appena 3 palle break a differenza delle 11 della giapponese. Punteggio finale di 7-6(2) 6-2 in un’ora e mezza. 
Importante vittoria di Johanna Konta, scivolata fuori dalla top 40 dopo la stagione su erba. La britannica ha superato in rimonta Jelena Ostapenko, numero 11 del seeding. Nel primo set entrambe le giocatrici hanno faticato a mantenere una buona percentuale di prime palle, come confermano i 6 break su 12 games. È stato un tie-break durissimo, terminato solo per 8 punti a 6, a regalare il set alla lettone, che da quel momento in poi è uscita dal match. Complice anche una performance migliore della Konta, la Ostapenko ha faticato sia al servizio che in risposta. Punteggio molto severo negli ultimi due set, 6-7(6) 6-1 6-2.

Grande lotta tra due fighters come Daria Kasatkina e Maria Sakkari. La greca, reduce dalla sua prima finale WTA, ha mostrato come sempre gran carattere e un gran tennis, ma non è bastato contro una ottima Kasatkina. Dopo i primi due set lottati e terminati entrambi per 6-4, il terzo è sempre stato nelle mani della russa che è riuscita a chiudere con un grandissimo passante di rovescio lungolinea. Secondo turno sulla carta spettacolare contro Maria Sharapova.

CRISI NERA PER MLADENOVIC – Sembra non voler uscire dal periodo nero che da ormai più di un anno sta attraverso: Kiki Mladenovic colleziona l’ennesima sonora sconfitta del suo 2018. Contro Victoria Azarenka non c’è stato niente da fare, una vera e propria mattanza durata appena 55 minuti. Se da una parte la bielorussa ha mostrato una buona solidità alla battuta, dall’altra parte la francese ha commesso 10 doppi falli a fronte di due soli aces. Altro torneo da cancellare per Kiki, mentre Azarenka sembra aver superato i problemi che l’hanno costretta al ritiro pochi giorni fa a San José.

web-caroline_garcia_pratthe_4448

RIMONTA VINCENTE PER CAROLINE GARCIA – Sembrava nell’aria un’altra uscita di scena prematura di Caroline Garcia in questo 2018 soprattutto dopo un vantaggio iniziale di 3-1 che si è trasformato velocemente in un 6-4 per Magdalena Rybarikova. È qui però, nel momento di maggiore difficoltà, che la campionessa di Wuhan e Pechino 2017 è riuscita a tenere il sangue freddo e a produrre una serie di bellissimi vincenti che le hanno permesso di conquistare gli ottavi di finale dopo 2 ore e 4 minuti con il punteggio di 4-6 6-1 6-3. Ad attenderla ci sarà ora la vincente del derby russo tra Maria Sharapova e Daria Kasatkina.

DELUSIONE PER IL PUBBLICO DI CASA – Non c’è stato niente da fare per le giocatrici di casa che hanno ricevuto una wild card: Carol Zhao è stata sconfitta da Kiki Bertens. L’olandese si è sbarazzata della ventitreenne canadese in appena 55 minuti con lo score di 6-1 6-2. Sorteggio poco fortunato per Eugenie Bouchard, che ha dovuto affrontare una delle giocatrici più in forma del circuito, Elise Mertens. Il primo set è stato senza storia fino al 5-0; da quel momento la canadese ha cercato una insperata rimonta conclusasi con un 6-2 della belga. Partenza a razzo di Genie nel secondo set fino al 3-0 15-15, quando l’ex top 5 ha chiesto un MTO per un problema al piede.

Dopo la sospensione tutto è tornato sotto controllo per la Mertens, che dopo un’ora e trentaquattro minuti si è imposta per 6-2 6-4.

L’unica nota positiva per il Canada è arrivata da Françoise Abanda, che un po’ a sorpresa è riuscita a battere in due parziali, anche piuttosto netti, la belga Kirsten Flipkens, proveniente dalle qualificazioni.

TANTA ROMANIA A MONTREAL – Rimonta di Sorana Cirstea nel derby rumeno contro Monica Niculescu. Match equilibratissimo, conclusosi con appena un punto in più per la Cirstea (88 a 87) col punteggio di 3-6 6-4 6-4.
Vittorie sofferte per Ashleigh Barty e Aryna Sabalenka. L’australiana ha sofferto contro Irina Camelia Begu. Decisiva la rimonta da 2-4 nel terzo set a favore dell’australiana che vola così al secondo turno, dove affronterà Alison Van Uytvanck. Sconfitta anche l’altra romena Ana Bogdan per mano di Aryna Sabalenka in due ore di gioco. Ennesima vittoria in stagione per Mihaela Buzarnescu, reduce dal suo primo titolo Premier in carriera. La rumena ha battuto la cinese Qiang Wang in due set. Dopo un primo set dominato fino al 5-0 e poi vinto 6-2, la Buzarnescu si è ritrovata ad una passo dal cedere il secondo. Wang non è riuscita a convertire i due set point sul 5-3, giocati sul servizio avversario. Sulle ali dell’entusiasmo e della fiducia, è stata la numero 20 del mondo a chiudere il match in quasi un’ora e mezza col punteggio di 6-2 7-5.

GIORNATA DI RIMONTE – Altra rimonta vincente per Julia Goerges dopo quella contro Babos al primo turno. La tedesca ha superato Lucie Safarova in un match quasi dominato dai servizi. È stata proprio la battuta a dare una grandissima mano alla Goerges, che tra secondo e terzo set ha messo a segno ben 13 aces, perdendo appena due punti con la prima palla.
Ribalta le sorti del match Alizé Cornet dopo la sospensione di ieri a fine primo set. La francese aveva perso il primo set contro la tedesca Tatjana Maria per 6-4.  Oggi invece Cornet è entrata in campo molto più concentrata e si regala Angelique Kerber al secondo turno.

  1. RISULTATI:
    Cirstea df. [Q] Niculescu 36 64 64
    Sharapova df. [Q] Karatancheva 61 62
    Cornet df. Maria 46 61 63
    Van Uytvanck df. [Q] Zhuk 61 62
    [15] Barty df. Begu 63 16 75
    Bertens df. [WC] Zhao 61 62
    [Q] Suarez Navarro df. [16] Osaka 76(2) 62
    Buzarnescu df. [Q] Wang 62 75
    Konta df. [11] Ostapenko 67(6) 61 62
    Sabalenka df. [Q] Bogdan 64 46 63
    [10] Goerges df [Q] Safarova 26 64 63
    [8] Kvitova df. Kontaveit 63 64
    [14] Mertens df. [WC] Bouchard 62 64
    [WC] Azarenka df. Mladenovic 60 61
    Rybarikova vs. [6] Garcia 63 16 36
    [12] Kasatkina vs. Sakkari  64 46 61
    [Q] Flipkens vs. [WC] Abanda 36 26
    Pavlyuchenkova df. [Q] McHale 63 62
    Zhang df. [Q] Krejcikova 75 75
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy