Wta Mosca e Nanchang: in Russia finale tra le giovanissime Danilovic e Potapova

Wta Mosca e Nanchang: in Russia finale tra le giovanissime Danilovic e Potapova

A Mosca finale tra due diciassettenni. A contendersi il titolo saranno Anastasia Potapova e Olga Danilovic. La tennista russa ha battuto Tamara Zidansek, che si è ritirata a match ormai compromesso. La Zidansek a fine primo set ha accusato un calo di pressione e non si è più ripresa. Olga Danilovic, autrice ieri dell’eliminazione di Julia Goerges, ha sconfitto Aliaksandra Sasnovich. A Nanchang, finale tra Qiang Wang e Saisai Zheng.

di Monica Tola

All’International di Mosca finale tra diciassettenni: a contendersi il titolo saranno Anastasia Potapova e Olga Danilovic. La tennista russa ha battuto Tamara Zidanskek, che si è ritirata a partita quasi compromessa dopo aver accusato un calo di pressione a inizio a inizio secondo set. Sotto 2-5 nel terzo parziale, la slovena ha gettato la spugna. Olga Danilovic non smette di sorprendere: ieri la giovanissima serba ha eliminato Julia Goerges. A ventiquattro ore di distanza, anche se al termine di un match molto più sofferto rispetto a quello con la tedesca, la Danilovic ha battuto Aliaksandra Sasnovich. A Nanchang, finale cinese tra Saisai Zheng e Qiang Wang.

WTA MOSCA

FINALE TRA POTAPOVA E DANILOVIC – Olga Danilovic non smette di stupire. Ieri la tennista serba ha disputato non solo il primo quarto di finale in carriera, ma anche affrontato per la prima volta una top 10 e a Julia Goerges ha impartito una severa lezione. A ventiquattro ore di distanza, seppure in modo più sofferto rispetto all’affermazione contro la tedesca, Olga Danilovic è approdata in finale. Vittoria in tre set su Aliaksandra Sasnovich, numero 5 del seeding e avversaria tutt’altro che semplice. La bielorussa partiva nettamente favorita, anche perché dotata di un gioco che può creare parecchi problemi alle regolariste, quanto alle attaccanti. Nel primo set, la Sasnovich ha potuto ben poco. Incontenibile con servizio e dritto, Olga Danilovic ha gestito alla perfezione sia i turni di battuta che quelli in risposta. Servizio peraltro provvidenziale quando la numero 187 Wta, entrata in tabellone come lucky loser, ha dovuto superare i momenti critici: ben sei le palle break salvate da Olga Danilovic, che ha firmato un agevole 6-2. Le cose per la tennista serba si sono complicate proprio quando tutto lasciava presagire una comoda affermazione in due set. La Danilovic si è portata subito avanti 2-0 nel secondo parziale e nel terzo gioco, con la Sasnovich al servizio, era 0-30. A due punti dal doppio break. Qualcosa si è inceppato nella misura dei colpi e nella tenuta mentale di Olga Danilovic. Aliaksandra Sasnovich dallo 0-30 si è ripresa e ha anche centrato il 2-2, complici gli errori della giovane avversaria. Nel quarto game, quello dell’aggancio bielorusso, Olga Danilovic ha commesso quattro doppi falli. E’ salito anche il livello del gioco della Sasnovich, che ha variato i colpi e non è rimasta a fondocampo a subire. La bielorussa ha cercato con sempre più insistenza il rovescio della Danilovic e l’ha messa nella sgradita condizione di difendersi e correre da un angolo all’altro. La serba, sempre più nervosa, ha retto fino al 5-5. Aliaksandra Sasnovich ha portato a casa il 6-5 e nel dodicesimo gioco Olga Danilovic ha consegnato break e seconda frazione con uno smash orribile. La serba non si è abbattuta e ha resettato tutto a inizio terzo set. Break nel terzo gioco per il 2-1 e servizio, difeso appena dopo con le unghie e con i denti: 3-1 con 5 palle break cancellate una via l’altra (a fine match, sarà di 4 su 20 il deficitario tabellino di conversione di Aliaksndra Sasnovich). Il match sembrava finito quando Olga Danilovic, premiata dalla durissima lotta per mantenere il vantaggio, ha intascato anche il doppio break. In punteggio, 5-2 e servizio per la finale. Qua è iniziata un’altra partita nella partita, con Aliaksandra Sasnovich che, approfittando della tensione dell’avversaria, ha allungato gli scambi e spinto da una parte all’altra con lo schema del tergicristallo. Olga Danilovic ha subito l’iniziativa della bielorussa e si è fatta raggiungere sul 5-5. Ed ecco il colpo di scena finale: la serba, sul servizio di Aliaksndra Sasnovich ha spinto e si è difesa quanto è bastato per far sbagliare tutto alla bielorussa. Break e 6-5 e servizio per la serba. Il terzo tentativo in battuta per centrare la prima finale in carriera è stato quello buono. Olga Danilovic se la vedrà domani con la coetanea russa Anastasia Potapova, che ha battuto Tamara Zidansek. Primo set alla slovena. Ma nell’intervallo, Tamara Zidansek ha accusato un calo di pressione e non si è più ripresa. Fiacca, scarica e poco reattiva, la Zidansek ha ceduto l’iniziativa ad Anastasia Potapova, che ha fatto il bello e il cattivo tempo. La russa si è aggiudicata il secondo set e mentre dilagava anche nel terzo, a suon di vincenti e angoli impossibili disegnati da una parte all’altra del campo, Tamara Zidansek ha gettato la spugna.

Risultati – Semifinali:

[LL] O. Danilovic b [5] A. Sasnovich 6-2 5-7 7-5

[WC] A. Potapova b T. Zidansek 3-6 6-4 5-2 Ritiro

WTA NANCHANG

Risultati – Semifinali:

[6] S. Zhang b L. Zhu 6-3 1-6 6-2

[2] Q. Wang b [3] M. Linette 7-5 6-2

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Michele Gosetto - 3 settimane fa

    Bella finale tra giovani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Serafino Paoloni - 3 settimane fa

    Attenzione… Questa tennista sarà una futura leggenda del tennis.. Copiate questo messaggio.. Grande Olga.. Tigre

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy