Wta New Haven: finale tra Aryna Sabalenka e Carla Suarez Navarro

Wta New Haven: finale tra Aryna Sabalenka e Carla Suarez Navarro

A contendersi il titolo saranno Aryna Sabalenka e Carla Suarez Navarro. La bielorussa ha avuto la meglio in due set su Julia Goerges. Carla Suarez Navarro, opposta a Monica Puig, è rimasta in campo appena 34 minuti: ritiro della portoricana per un infortunio alla coscia sinistra.

di Monica Tola

Finale tra Aryna Sabalenka e Carla Suarez Navarro. La tennista bielorussa ha battuto in due set Julia Goerges. Il match tra Carla Suarez Navarro e Monica Puig è durato 34 minuti: ritiro per la portoricana per un infortunio alla coscia sinistra.

ARYNA SABALENKA IN DUE SET SU JULIA GOERGES – Aryna Sabalenka si impone in due set su Julia Goerges e, dopo l’atto conclusivo di Eastbourne perso da Caroline Wozniacki, centra la seconda finale in carriera in un torneo Premier. Julia Goerges ha confermato le difficoltà mostrate nel quarto di finale vinto su Ekaterina Makarova. La tedesca aveva avuto già con la Makarova, pur essendosi imposta in due set, seri grattacapi sia con il servizio che in risposta. Tanto che nel primo set aveva piazzato appena 7 prime in campo. Sette, anche le palle break salvate dalla numero 9 del mondo nei primi 4 turni in battuta odierni. Aryna Sabalenka, invece, è stata implacabile e non ha concesso opportunità. L’equilibrio nel punteggio, dopo i problemi palesati dalla tedesca, si è spezzato nel decimo gioco. Sul 5-4 per Aryna Sabalenka, Julia Goerges è andata a servire per rimanere nel set e ha ceduto di schianto: break a zero messo a segno dalla bielorussa grazie a quattro gratuiti di Julia Goerges e 6-4 Sabalenka. Una Aryna Sabalenka particolarmente centrata che, a dispetto di un gioco perennemente votato al rischio e privo di mezze misure ha commesso appena 5 gratuiti. Dodici gli unforced di Julia Goerges. Il secondo set ha proposto le stesse chiavi tattiche del primo: scambi più o meno inesistenti e tutto affidato a servizio e colpi di inizio gioco. Julia Goerges è partita bene: break in apertura e tre turni di battuta tenuti a zero. La tedesca si è involata fino al 4-2, ma con un pessimo game al servizio, nell’ottavo gioco ha propiziato la rimonta di Aryna Sabalenka. A seguire, due games velocissimi con entrambe che hanno tenuto la battuta a zero e 5-5. Julia Goerges ha tentato l’allungo decisivo per portare il match al terzo set, tanto che con un ottimo game in risposta è riuscita ad approdare sul 6-5 e servizio per chiudere. Ma nulla di fatto: nel dodicesimo e combattutissimo gioco, la numero 9 Wta ha pasticciato e ha commesso due doppi falli: con il primo si è annullata da sola un set point e con il secondo ha concesso la quarta palla break del game all’avversaria. Quella fatale, che è costata a Julia Goerges il secondo turno di servizio perso nel secondo set. E’ stato il tie-break a decidere le sorti del match: Julia Goerges, che quanto a errori (30 i gratuiti a fine partita, mentre una più accorta Aryna Sabalenka ne ha commesso 12) e occasioni gettate via ha tanto su cui riflettere, dal 3-0 iniziale ha incassato una striscia di 7 punti consecutivi da parte della bielorussa e salutato così il torneo.

RITIRO PER MONICA PUIG. FINALE PER CARLA SUAREZ NAVARRO – Il torneo di Carla Suarez Navarro ha quasi dell’incredibile. La tennista iberica non ha disputato gli ottavi di finale per il ritiro di Johanna Konta che è stata colpita da un virus e dato forfait prima di scendere in campo. Ieri è stato il turno di Petra Kvitova, che dopo aver perso il primo set (giocato ottimamente da Carlita), ha gettato la spugna per un fastidio al gomito sinistro. Poco fa, ad arrendersi è stata Monica Puig. La portoricana, che anche oggi aveva una vistosa fasciatura all’altezza della coscia sinistra, quando conduceva 4-3 nel primo parziale ha chiamato il medical time out. Rientrata dagli spogliatoi con una espressione alquanto sofferente, la campionessa olimpica ha provato a riprendere ma, davanti all’evidente difficoltà negli spostamenti, ha deciso che non era il caso di andare oltre. Lacrime di delusione per Monica Puig e un certo imbarazzo per Carla Suarez Navarro, ovviamente incolpevole. Mai Carlita si sarebbe voluta trovare nella situazione di parlare per tre volte consecutive del ritiro delle proprie avversarie e la finale avrebbe preferito raggiungerla disputando per intero i match.

Risultati – Semifinali:

A. Sabalenka b [5] J. Goerges 6-4 7-6 (3)

C. Suarez Navarro b [Q] M. Puig 4-4 Ritiro

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Trimonti Maurizio - 2 mesi fa

    Gliela curo io la coscia sinistra a monica puig.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Onofrio Mancino - 2 mesi fa

    Wta o atp?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniela Vasile - 2 mesi fa

      Veramente sembra invincibile…da paura..semza ofesa..una “”bestia””…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Roberto Aurecchia - 2 mesi fa

      Daniela Vasile chi sembra invicibile?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy