WTA Premier Mandatory Indian Wells: continua il sogno per Osaka e Kasatkina

WTA Premier Mandatory Indian Wells: continua il sogno per Osaka e Kasatkina

Resoconto delle semifinali di Indian Wells, giocate stanotte. La n. 44 del mondo Naomi Osaka estromette la n. 1 in carica Simona Halep in un match senza storia, Daria Kasatkina invece lotta tre set per avere la meglio su Venus Wiliams e guadagnare la sua prima finale in un Premier.

di Riccardo Artuso, @i2icky98

TRACOLLO HALEP64 minuti, questa è stata la durata della prima semifinale (seconda in ordine di programmazione). In 64 minuti Naomi Osaka, non testa di serie, ha rifilato un netto 63 60 alla n.1 del mondo Simona Halep; una sfida durata solo 6 game, fino al 3 pari al primo set. Da qui, una mole enorme di errori gratuiti della rumena, che nel post-partita dichiarerà di essersi trovata in una “giornata no”, di essere stata incapace di concentrarsi e di ricominciare da zero, come le ha chiesto Darren Cahill durante il coaching. Primo confronto diretto fra le due giocatrici vinto dalla Osaka, che appena un paio di mesi fa perdeva 63 62 a Melbourne.

Naomi-Osaka-Indian-Wells-2018

APOTEOSI KASATKINA – L’altra semifinale, invece, ha offerto uno spettacolo a tutto campo, dimostrativo delle doti delle due interpreti. Una lotta che ha raggiunto le tre ore, da cui Daria Kasatkina è uscita vincitrice con il punteggio di 46 64 75. È la terza sfida su tre fra le due che si conclude al terzo set, ma la più spettacolare di tutte per la qualità messa in gioco. Gran parte del merito va alla 20enne russa che nei momenti caldi del match ha avuto la freddezza di non scomporsi (in specie considerando la differenza di età e di esperienza rispetto a Venus), annullando 5 palle break sul 43 al secondo, e salvando uno 0-30 sul 45 al terzo set. Come è già stato notato, si aggiunge una tacca al conteggio delle vincitrici Slam battute da Dasha in questo BNP Paribas Open, che sale a 4: Sloane Stephens, Caroline Wozniacki, Angelique Kerber e ora la Venere. Una ogni turno, tranne il primo: un percorso fenomenale.

daria-kasatkina_c98da7f0-29ac-11e8-9f95-06a811d7e716

UNA FINALE INEDITA – La finale di Indian Wells costituirà, dunque, la prima volta per entrambe a questo livello. Nessun precedente fra le due tenniste, entrambe classe 1997, nate a tre mesi di distanza. In carriera finora, Daria Kasatkina ha affrontato tre finali, sempre in tornei WTA Premier, perdendo a Mosca 2017 e a Dubai 2018 (contro la Goerges e la Svitolina) e vincendo a Charleston (contro la Ostapenko) 2017. Per Naomi Osaka, invece, una sola finale persa nel Premier casalingo di Tokyo (dalla Wozniacki) e una nel 125K di Hua Hin, in Thailandia. Le quote in vista della partita si sbilanciano leggermente dalla parte della russa, data a 1,70, mentre la vittoria della giapponese è quotata a 2,10; effettivamente, forse può essere lecito – per il percorso affrontato finora e le sfide superate – fare affidamento su Dasha, ma la pressione dovuta alla prima finale sarà un fattore importante e imprevedibile per entrambe, perciò vincerà chi riuscirà a gestirlo meglio. Speriamo, però, che questo non impedisca loro di giocare una finale all’altezza delle loro possibilità, che sono davvero notevoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy