Wta Sydney, primo turno: Camila Giorgi annienta Sloane Stephens

Wta Sydney, primo turno: Camila Giorgi annienta Sloane Stephens

Camila Giorgi annichilisce Sloane Stephens. Ancora lontanissima dalla condizione mostrata la scorsa estate, la tennista statunitense ha raccolto appena tre giochi e incassato un bagel nel secondo set. Dominika Cibulkova elimina Anastasija Sevastova, testa di serie numero 8. Avanza Ashleigh Barty.

di Monica Tola

Ieri hanno salutato il torneo due teste di serie: la numero 3, Jelena Ostapenko e la numero 5. Kiki Mladenovic (quattordicesima sconfitta consecutiva per la francese). Anche la prima parte del programma odierno è stata caratterizzata dall’uscita di due tra le favorite: Anastasija Sevastova, battuta da Dominika Cibulkova e Sloane Stephens, dominata da Camila Giorgi.

CAMILA GIORGI ANNIENTA SLOANE STEPHENS – Un’ora e 5 minuti, tre game concessi e una prestazione superba. Ottimo primo set di Camila Giorgi. L’azzurra regge benissimo il confronto con Sloane Stephens e capitalizza un break conquistato nel sesto gioco. Un game che ha segnato l’andamento del parziale non solo dal punto di vista numerico, ma ha coinciso con un innalzamento del livello del gioco della tennista azzurra. Trafitta da tre risposte devastanti di rovescio, la statunitense cede il servizio e inizia a mostrare parecchie difficoltà nel contenere i colpi di Camila Giorgi. La giocatrice italiana dal 2-2 ha travolto l’avversaria e si è portata rapidamente avanti 5-2. Finisce 6-3 in 41 minuti. La furia agonistica di Camila Giorgi non si ferma e in avvio di secondo set, Sloane Stephens è già sotto di un break. Il servizio della campionessa degli Us Open presta il fianco alle risposte al fulmicotone della Giorgi e i break di vantaggio per l’italiana, in un attimo diventano due. Cinquantotto minuti di gioco e Camila Giorgi conduce 6-3 4-0: è dominio totale. In irreversibile confusione tattica la statunitense va completamente fuori giri e non riesce a tenere una palla in campo. Solleva le braccia in segno di resa mentre Camila, impassibile e concentrata, dispensa servizi e rovesci incrociati letali che la accompagnano al bagel. Il secondo turno, contro la vincente del match tra Petra Kvitova e Mirjana Lucic-Baroni, è conquistato.

ELIMINATA ANASTASIJA SEVASTOVA – Dominika Cibulkova alla prima partita del 2018 impartisce una severa lezione alla testa di serie numero 8 del torneo, Anastasija Sevastova. La lettone non ha retto i ritmi imposti dalla slovacca che, sebbene precipitata al numero 26, ha prevalso su ogni fronte. I presupposti affinché la Cibulkova riguadagni velocemente terreno ci sono dunque tutti. Pessima la partita disputata dalla Sevastova che non è riuscita a trovare variazioni tattiche per contrastare l’avversaria e ha frettolosamente cercato di uscire dagli scambi con soluzioni estemporanee. Il risultato è stato un numero consistente di gratuiti. Poco concreta, la tennista lettone, ha mancato tutte le opportunità per far girare l’inerzia dell’incontro: 6 palle break non sfruttate nel primo set (tre nel primo gioco che l’avrebbero potuta mandare immediatamente avanti) e 3 nel secondo parziale, che non ha avuto storia. Avanti 4-0, Dominika Cibulkova ha avuto una opportunità per il 5-0, per poi mettere la parola fine con un agevole 6-1.

AVANZANO BARTY E STRYCOVA – Soffre ma vince Ashleigh Barty. Luci e ombre nel gioco dell’australiana, ancora alla ricerca dello stato di forma mostrato a fine stagione. Avanti di un set e un break nel match che l’ha opposta a Veronica Cepede Royg, la numero 19 al mondo ha rischiato di far rientrare in partita l’avversaria. Subito il controbreak nel sesto gioco, ha consentito alla paraguaiana di pareggiare i conti sul 3-3. Tra attacchi approssimativi, doppi falli e gratuiti la Barty ha concesso due palle break che avrebbero potuto mandare l’avversaria avanti 5-3 e servizio. L’australiana riesce a salvarsi e la Cepede Royg accusa il colpo per le opportunità non concretizzate. Dal possibile 5-3 al 4-4 e la numero 75 Wta getta la spugna perdendo i successivi due giochi e quindi l’incontro. Ancora più sofferta la vittoria di Barbora Strycova su Daria Kasatkina: la giocatrice della Repubblica Ceca ha avuto la meglio nel primo combattutissimo parziale, è crollata nel secondo e era sotto 3-0 nel terzo. Una situazione molto simile a quanto accaduto nei quarti di finale di Auckland, quando Barbora Strycova ha rifilato un bagel nel primo set a Su-Wei Hsieh per poi cedere nettamente secondo e terzo. Invece il recupero, con la ceca che dallo 0-3 ha infilato una striscia di 6 giochi a 1 e ha chiuso con un 6-4.

Risultati:

[Q] C. Giorgi b [6] S. Stephens 6-3 6-0

D. Cibulkova b [8] A. Sevastova 6-3 6-1

A. Barty b [Q] V. Cepede Royg 6-3 6-4

B. Strycova b D. Kasatkina 7-5 1-6 6-4

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andrea Mennilli - 11 mesi fa

    Brava dalle qualificazioni, se la Stephens ha vinto un grande torneo perché non puoi farlo anche tu? Basta credere, sei completa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Trimonti Maurizio - 11 mesi fa

    Non e colpa sua se non vince tornei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Trimonti Maurizio - 11 mesi fa

    Bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabio Montobbio - 11 mesi fa

    Tanto la prossima la perde sicuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Flavio Castignani - 11 mesi fa

    La prossima e’ già fuori …come sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ivana Moresco - 11 mesi fa

    vedremo la condizione mentale e fisica quanto dura…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fabio Sava - 11 mesi fa

    Luca Amadei

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luca Amadei - 11 mesi fa

      Tiè

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy