Wta, tutte le incertezze della stagione su terra

Wta, tutte le incertezze della stagione su terra

I grandi tornei sul rosso stanno per cominciare: una triade che ci porterà a Madrid, Roma e infine a Parigi, per il Roland Garros. Ma sull’esito delle prossime settimane non vi è certezza, in particolare per alcune giocatrici, ferme da qualche settimana o in condizioni precarie. Chi si ritroverà sulla terra?

di Marco Bonavoglia

Naomi Osaka

osakarafa

La nipponica non gradisce particolarmente la terra rossa, cosa ben risaputa, ma a Stoccarda si è messa in gioco e ha superato due turni – per nulla scontati – contro Hsieh e Vekic prima di arrendersi in semifinale ad un problema addominale, senza nemmeno scendere in campo. In conferenza stampa ha affermato di non sapere se essere felice o meno di questo infortunio, perché lo ha già avuto molte – forse troppe – volte in passato, ma questo significa anche sapere cos’è e come agire per tornare in forma. Un torneo comunque positivo, sperando che a Madrid non risenta dei problemi fisici, seguito da un intenso allenamento alla Rafa Nadal Accademy di Manacor per preparare il debutto alla Caja Magica. Osaka al momento ha 136 punti di vantaggio su Petra Kvitova, che non potrà però superarla, difendendo qui il titolo, ma dietro vi sono Simona Halep e soprattutto Angelique Kerber a minacciare il trono. Se Naomi dovesse trovare i ritmi e vincere qualche match in queste settimane, potrebbe incrementare il suo vantaggio e perché no, assicurarsi di rimanere in vetta fino al post Wimbledon. Sarà tutta una questione di fiducia e atteggiamento per lei, che dagli Australian Open è sembrata spesso giù di corda e senza strumenti per arginare il gioco delle avversarie.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy