Coppa Davis: Fognini e Zverev firmano il 3-1 di Italia e Germania

Coppa Davis: Fognini e Zverev firmano il 3-1 di Italia e Germania

Un eroico Fabio Fognini vince in cinque set un match al cardiopalma contro Sugita e regala all’Italia il passaggio del turno. Stesso discorso per Zverev, che però ha bisogno di soli tre parziali per garantire alla sua Germania il punto decisivo.

Commenta per primo!

IMMENSO FOGNINI: Un eroico Fabio Fognini vince in cinque set contro Yuichi Sugita, annullando un match point e cadendo per terra con le braccia alzate dopo 4 ore ed 8 minuti di gioco, che si vanno ad aggiungere alle circa 7 ore e mezza passate in campo nei due giorni precedenti. Dunque, nonostante tanta fatica e tanto sudore, l’Italia esce indenne dal primo turno del World Group e per almeno un altro vi rimarrà, condannando dunque il Giappone allo spareggio. Quest’oggi il match che ha deciso la sfida è stato davvero inusuale, non a caso sono stati messi a segno ben 19 break su 49 games, mentre non è bastato il sostegno del pubblico a Sugita, che si è trovato avanti due set a uno, ha servito per il match ed ha persino avuto un match point nel tie-break del quarto, ma nel complesso Fabio è stato superiore e l’ha spuntata in cinque parziali.

Fabio Fognini
Fabio Fognini

Nel primo set, Fognini è partito piuttosto male, subendo subito un break in apertura e mancando due chances del controbreak; poi, il cinismo del nipponico ha fatto la differenza dato che Fognini non è riuscito a dar seguito al break ottenuto nel quinto gioco, ma perso in quello seguente, invece sul 5-3 Sugita, Fabio ha avuto due palle break consecutive, ma non le ha sfruttate ed ha perso il primo parziale 6-3, commettendo troppi gratuiti e non spingendo a dovere con il servizio. Nella seconda frazione di gioco non c’è stata invece partita, infatti, dopo un primo lunghissimo gioco dove Sugita ha avuto a disposizione ben 6 palle break, ma non convertendone neppure una, Fabio è salito in cattedra ed ha rifilato al suo avversario un perentorio 6-1, condito da 5 aces ed ottime percentuali in risposta. Tutto da rifare per Sugita, che però non si demoralizza e, nel terzo parziale, infila 4 games consecutivi recuperando da una situazione di svantaggio e portandosi 4-2. Dopo aver nuovamente ceduto la battuta, il game cruciale del set è stato l’ottavo, dove Fabio ha perso il servizio dopo ben 30 punti disputati. Il nipponico ha dunque chiuso 6-3, complici i 27 gratuiti ed i 6 doppi falli commessi dal tennista di Arma di Taggia. 

Il quarto set, come da copione, ha seguito l’andamento dei precedenti tre del match ed è stato pieni di ribaltamenti di fronte e colpi di scena, che hanno lasciato sbalorditi molti appassionati. Fognini, in ritardo di un parziale, è patito subito molto forte, breakkando il suo avversario in apertura ed issandosi sul 3-0. Dopo aver mancato tre palle per il doppio break, però, Fabio è uscito dal campo ed ha concesso 5 giochi consecutivi a Sugita, che si è conquistato la chance di servire per il match. Proprio sul più bello Fognini ha dato prova dei suoi colpi migliori ed ha strappato a 0 la battuta al suo avversario, assicurandosi il tie-break. Anche qui ci sono stati diversi mini-break, ma alla fine a spuntarla è stato il tennista azzurro, che dopo aver annullato un match point sul 6-5, ha chiuso per 8 punti a 6 ed ha rimandato ogni discorso al set decisivo. Nella frazione di gioco decisiva, il tennista giapponese ha fatto sognare il suo paese portandosi sul 4-1, ma poi Fabio è salito in cattedra, ha innalzato il livello del suo tennis, ed a suon di vincenti si è portato 5-4, con la possibilità di servire per il match. A sorpresa, Sugita ha piazzato il break a 0 che gli ha dato tanto morale e gli ha permesso di ricaricare le energie, ma Fognini è stato ancora più bravo e cinico a controbreakkare a 0 il suo avversario e questa volta infliggendo un colpo che ha davvero tagliato le gambe al nipponico. Difatti, Sugita non è riuscito a reagire ed ha perso il game seguente, condannando il Giappone allo spareggio e cedendo il passo ad un immenso Fabio Fognini.

La squadra italiana di Coppa Davis.
La squadra italiana di Coppa Davis.

CHE ZVEREV: Passa il turno anche la Germania di Alexander Zverev, che proprio nel giovane di Amburgo ha trovato due punti fondamentali che hanno dato una grossa mano ai teutonici per rendere vittoriosa la trasferta australiana. Dopo la vittoria al cardiopalma di venerdì contro De Minaur, Zverev non ha incontrato gli stessi problemi oggi, nonostante dall’altra parte della rete ci fosse Nick Kyrgios. Il match è durato appena un’ora e 50 minuti e l’unico set dove c’è stata partita è stato il secondo, dove Kyrgios ha mancato due set point sul 6-5. Per il resto, dominio assoluto di Zverev, che ha impallinato il suo avversario, costringendolo a cambiare tattica poiché impossibilitato di imporre il suo gioco. Al di là del risultato, ottima prestazione di Zverev, che dà morale e molte energie in vista del prosieguo della stagione, che non era cominciata nel migliore dei modi.

Coppa Davis – World Group – Primo turno

Fognini (Ita) d Sugita (Jap) 36 61 36 76 (6) 75

Zverev (Ger) d Kyrgios (Aus) 62 76 (3) 62

Italia d Giappone 3-1

Germania d Australia 3-1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy