Coppa Davis, Italia-Argentina 1-3: Delbonis batte Fognini e regala la semifinale all’Argentina

Coppa Davis, Italia-Argentina 1-3: Delbonis batte Fognini e regala la semifinale all’Argentina

Dopo quasi 3 ore 30 di gioco Fabio Fognini si arrende a Federico Delbonis. Primi due set giocati male, dove il nervosismo ha avuto la meglio, nel terzo da il meglio di sé e riesce a conquistarlo. Nel quarto dopo varie occasioni sprecate, il tennista di Azul riesce a chiudere, regalando la seconda semifinale di fila alla sua nazione.

1 Commento

Termini qui il cammino dell’Italia in Coppa Davis, Fabio Fognini non riesce a battere Federico Delbonis e cede dopo un prestazione fantastica al quarto set. Molte le occasioni sprecate dal ligure, ma il merito va sicuramente al suo avversario, il quale ha messo in campo una prestazione magistrale ed ha regalato l’ennesima semifinale alla sua patria.

OCCASIONI FALLITE – Dopo un inizio un po’ a rilento, causa anche le stanchezze del giorno precedente, il tennista ligure ha alzato il livello del suo gioco ed ha conquistato un parziale di 4 game di fila, rimontando da 0-2. Sul più bello però il nervosismo ha la meglio su Fognini e con qualche doppio fallo di troppo concede il controbreak all’avversario. Il momento clou del set è il nono game, dove l’italiano non sfrutta due occasioni per andare a servire per il set e permette all’argentino di tenere il proprio servizio. Sotto 5-4, l’italiano commette vari errori e concede il primo set al tennista sudamericano.

TANTO NERVOSISMO – Non inizia nel migliore dei modi il set secondo, il 29enne sembra scarico e poco reattivo in risposta, questi fattori costano un delicatissimo break nel quarto game. Però l’argentino già in questi giorni ha dimostrato di non saper gestire proprio bene la tensione nei momenti più importanti ed infatti perde subito il servizio, rimettendo il ligure in gioco. Come accaduto nel primo set, dopo non aver sfruttato una palla break, perde il servizio in un momento topico del set, regalandolo di fatto al sudamericano. Troppi i doppi falli di Fognini in questo set, ben 3, così come sono i punti conquistati con la seconda di servizio. Chiaramente in difficoltà quando non mette in campo la prima.

GRANDE REAZIONE – Il terzo set prende una piega decisamente più positiva rispetto ai precedenti. Il tennista ligure sembra essersi risvegliato, il break ad inizio parziale gli ha sicuramente ridato quella grinta che mancava da tanto, troppo tempo. D’altro canto, l’argentino è in confusione, non riesce ad intuire le soluzioni dell’avversario e commette errori banali. Però Fabio perde subito il break di vantaggio, complice i soliti doppi falli. Il sudamericano si dimostra come sempre fragile a livello mentale e non riesce ad approfittare di questi piccoli momenti di vantaggio, perdendo di conseguenza di nuovo il servizio e permettendo al suo rivale di conquistare il set.

FINE DEL SOGNO – Un quarto set che vedeva favorito il tennista ligure, galvanizzato dal set appena vinto. Il pubblico sa che è il momento di Fognini e si fa sentire calorosamente, forse un po’ troppo.Il 29enne di Sanremo sta ritrovando il suo migliore gioco e con la profondità dei suoi colpi mette in seria difficoltà il tennista argentino. Nel settimo gioco del set annulla una palla break delicatissima e mantiene la testa avanti in questo parziale. Successivamente l’italiano riesce a brekkare il suo avversario da 30-0 e si guadagna la chance di servire per il set. Qui però sale in cattedra il migliore Delbonis, il quale con un paio di vincenti straordinari riesce a strappare il servizio al rivale. Il nono game è quella che ha deciso questa partita, durato oltre 15 minuti e con 22 punti giocati. L’argentino salva ben 4 set point, grazie sia agli errori del 29enne italiano ma anche con il suo servizio. Il sudamericano brekka nuovamente il suo avversario e chiude 7-5. Fognini però si regala il colpo migliore del match, sul 40-30 si inventa un passante di rovescio ad una mano, facendo esplodere di gioia il pubblico di Pesaro.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pina Patrizi - 6 mesi fa

    Grande Fabio! Peccato non ti si poteva chiedere di più! Mi hai tenuta incollata alla sedia fino alla fine ed ho sperato,creduto che ce !’avresti fatta! Peccato!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy