Coppa Davis, la rimonta di Seppi si ferma sul più bello: Italia-Francia 0-1

Coppa Davis, la rimonta di Seppi si ferma sul più bello: Italia-Francia 0-1

A Genova l’azzurro va sotto di due set contro Pouille, rimette il match in parità ma cede nel parziale decisivo. Finisce 6-3 6-2 4-6 3-6 6-1 in favore del numero 11 del mondo

di Marco Castro, @marcocastro2906

Che peccato Andreas Seppi! L’azzurro cede a Lucas Pouille nel primo match dei quarti di Coppa Davis tra Italia e Francia dopo una partita dai tanti volti. Male l’azzurro nei primi due set, contratto e falloso alla prima partita dopo due mesi. Poi la grande reazione nel terzo, complice anche il calo del francese e la rimonta, che però sfuma nel parziale decisivo. Ora in campo Fognini e Chardy.

PRIMO SET – Si inizia con Pouille in battuta. Il francese detta legge al servizio ma Seppi non si fa intimidire e fa altrettanto. Man mano che passa il set però, l’azzurro mostra qualche scricchiolio in battuta. Nel sesto game Andreas è bravo ad annullare la prima palla break con la prima di servizio, ma nel turno successivo non può niente. Il francese sale 0-40, complici due gratuiti di Seppi col diritto, e concretizza la prima trafiggendo l’italiano sceso a rete. Pouille è ancora ingiocabile in battuta e firma il primo parziale in 27 minuti. Due soli punti concessi dal numero 11 al servizio fotografano bene il suo rendimento.

SECONDO SET – Seppi accusa il colpo ed esce dalla partita. L’altoatesino salva tre palle break in apertura, non la quarta. Se l’azzurro è frastornato, Pouille gioca molto bene e oltre a sbagliare pochissimo quando accelera fa molto male. Il risultato è il secondo break del set in favore del francese e parziale in discesa. A quel punto il 23enne di Grande-Synthe si rilassa, concedendo qualche punto gratuito in più e abbassando le sue percentuali. Seppi però, sembra piuttosto scarico e non ne ha per rientrare nel set, vinto dal francese dopo poco più di un’ora di gioco. Il numeroso e rumorosissimo pubblico francese è in visibilio.

TERZO SET – Seppi vince il primo game e porta l’Italia avanti nel punteggio per la prima volta nel match. Nel terzo gioco però, l’azzurro è ancora impreciso e affondando il rovescio in rete si ritrova di nuovo sotto di un break. Qui Andreas ha un moto d’orgoglio e insistendo sul rovescio non impeccabile di Pouille rimette il punteggio in parità sul 2-2. Ora il match diventa combattuto. Seppi rischia ancora al servizio ma con un recupero e un lob che fanno scaldare le mani ai 5000 presenti tiene il servizio. Pouille non è più perfetto come prima e ogni game è in equilibrio. Il francese serve per restare nel set ma Andreas gioca un gran game di testa e colpi e sul rovescio in corridoio del suo avversario mette la firma sul terzo set. L’azzurro si carica col pugno dopo aver visto troppo presto i titoli di cosa del match.

QUARTO SET – Sull’onda dell’entusiasmo Andreas inizia alla grandissima anche il quarto set. Prima tiene un servizio delicato e poi gioca un game d’applausi in risposta, trovando ancora il break. Ora i ruoli sono invertiti. Pouille è impaurito e fa fatica su ogni punto mentre Seppi gioca in grande spolvero, regalando vincenti giocati a mente sgombra. Il quarto set è cosa fatta e viene certificato da uno smash a rete su una difesa disperata del francese. Si va al quinto.

QUINTO SET – Ora diventa soprattutto una partita di nervi. L’esperienza e la fiducia ritrovata di Seppi contro la giovane spregiudicatezza di un ferito Pouille. Il turning point arriva nel quarto game, in maniera inaspettata. L’azzurro non chiude il gioco e si fa rimontare, rivedendo i fantasmi dei primi due set. Il suo diritto è lungo e il francese ritrova il break. La partita purtroppo per l’Italia gira di nuovo, con Seppi che non riesce più a ritrovarsi. Pouille è galvanizzato e torna a fare la voce grossa, senza sbagliare più nulla. Finisce con la vittoria della Francia dopo 2 ore 52 minuti.

L. Pouille b. A. Seppi 6-3 6-2 4-6 3-6 6-1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy