Non solo Murray: i migliori 15 mai numeri uno

Non solo Murray: i migliori 15 mai numeri uno

Sebbene abbia recentemente raggiunto la seconda posizione del ranking, Andy Murray allunga le fila dei giocatori che non hanno mai raggiunto il top delle classifiche. Facciamo una carrellata dei giocatori che per diverse ragioni hanno fallito questo appuntamento.
“E’ incredibilmente difficile”,  ha detto recentemente Murray riferendosi al raggiungimento della vetta del ranking. “I punti che ho accumulato durante questa stagione sarebbero stati più che sufficienti per raggiungere la prima posizione in altri anni”.

Ma vediamo chi altro non ha mai raggiunto il vertice nella recente classifica stilata dall’Oregon Live.

15. Stan Wawrinka
wawrinka
Pur avendo vinto due major, cosa che ad esempio a Marcelo Rios numero uno del ranking nel 1998  non è mai riuscita, lo svizzero non è ancora mai arrivato a raggiungere il numero uno
14. Andrea Jager

L’americana,  era considerata la grande promessa del tennis femminile. Nel 1980, a soli 15 anni raggiunse i quarti a Wimbledon e la semifinale agli US Open. Numero due nel 1981 all’età di 16 anni, non è più riuscita a fare meglio. La finalista di Wimbledon e del Roland Garros, in ambo i casi dovette piegarsi di fronte a Martina Navrátilová. subì un grave infortunio alla spalla che de facto le impedì di giocare nelle stagioni successive, costringendola a un precoce ritiro dalle competizioni. Successivamente, divenuta suora,  ha dichiarato che ha avuto difficoltà nei pro perchè “devi essere egoista per avere successo negli sport individuali”.

13. Pat Cash
pat cash earring
Nonostante sia uno dei tennisti più celebri degli anni ottanta, l’australiano non è mai andato oltre il quarto posto della graduatoria. Anche a causa dei molti infortuni subiti.

12. Rosie Casals

Non sono bastati a Rosie Casals due finali agli U.S. Open e ben 4 semifianli a Wimbledon per raggiungere la cima della classifica. Ma c’è da dire che giocare nello stesso periodo di Billie Jean King e Margaret Court non le ha certo giovato.

11. Michael Chang
120501042018-chang1-horizontal-large-gallery
Trentaquattro titoli, compresi 7 tornei master e, nel 1989, gli Open di Francia, non sono bastati a Michael Chang per scavalcare gli altri americani dell’epoca: Sampras Agassi e Courier , tutti numeri uno.

10 Goran Ivanisevic
Ivanisevic
Anche Ivanisevic nonostante la vittoria di Wimbledon nel 2001 ( primo tennista a conquistare il trofeo londinese grazie ad una wild card), non è mai riuscito ad andare sopra la seconda piazza.

9. Vitas Gerulaitis

Non gli è purtroppo mai bastato il suo gioco spumeggiante fatto di serve and volley e la sua forte personalità per raggiungere la vetta. Gerulaitis ha dovuto sempre soccombere ai vari Borg e McEnroe, ma anche ai propri problemi con la droga.

8. Gabriela Sabatini

L’argentina, tanto amata dal pubblico del Foro Italico, non è andata mai oltre la terza posizione. Vinse nel 1990 gli U.S. Open, ma probabilmente le mancava la forza mentale della Graf , della Seles o della stessa Arantcha Sanchez.

7. Michael Stich

stich126_v-contentgross

Nel 1991 a Wimbledon. Il tedesco stupisce il mondo del tennis già in semifinale, quando batte il campione in carica Stefan Edberg. In finale batte anche il suo compatriota e tre volte vincitore del torneo londinese Boris Becker. Durante la sua carriera Stich ha vinto 18 titoli di singolare e 10 di doppio. È arrivato fino alla posizione numero 2 del ranking mondiale, nel 1993.

6. Virginia Wade

Non è andata oltre la terza posizione neanche Virginia Wade nonostante le tante vittorie. In carriera ha vinto 55 titoli, di cui tre nel Grande Slam: gli US Open del 1968, gli Australian Open del 1972 e, titolo più importante da lei vinto, il Torneo di Wimbledon del 1977.

 5. Hana Mandlikova

C’è chi ha fatto anche meglio, andando a vincere 4 slam e non andando oltre il terzo gradino delle classifiche. Ma in quegli anni con la Evert e la Navratilova non si poteva pretendere forse di più.

4. Artur Ashe

ashe wimbledon

Vincitore di tre Slam, tra cui l’edizione del 1975 di Wimbledon, Ashe non è mai stato numero uno.

3. Andy Murray

Potrebbe ancora riuscirci ma fino ad ora Murray, nonostante i 2 slam, gli undici Masters e l’oro olimpico non è andato oltre la seconda posizione.

2. Manuel Orantes

Nella classifica ATP del singolare raggiunse il 2º posto il 23 agosto 1973 ed è rimasto per dieci anni consecutivi nella top-10 mondiale. Giocatore mancino, competitivo soprattutto sulla terra battuta, nella sua carriera Manuel Orantes ha vinto 33 tornei ATP in singolare e 22 in doppio, giungendo inoltre in finale altre 35 volte in singolare e 20 in doppio. La sua unica vittoria in un torneo del Grande Slam fu quella degli US Open 1975, quando batté in finale Jimmy Connors

1. Guillermo Vilas

Guillermo-Vilas

C’è da dire che nel 1975 il sistema dei punteggi dell’Atp non era molto affidabile e credibile.  Ma come Orantes neanche Vilas raggiunse mai il top. Vilas è stato il primo giocatore ad aver raggiunto le 900 vittorie da professionista ed in carriera ha vinto un totale di 920 incontri su 1201 disputati. Nel suo palmarès si contano 62 tornei, tra cui 4 prove del Grande Slam. Detiene tuttora il record di vittorie consecutive su ogni superficie dell’Era Open con una striscia di 46 realizzata nel 1977 ed interrotta da Ilie N?stase nella famosa finale del torneo di Aix-en-Provence

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy