Flavia Pennetta, Steffi Graf, Chris Evert: ecco le 15 tenniste che si sono ritirate da top 10

Flavia Pennetta, Steffi Graf, Chris Evert: ecco le 15 tenniste che si sono ritirate da top 10

Flavia Pennetta, che ha giocato l’ultimo torneo della carriera da n.7 del mondo alle Wta Finals di Singapore, non è stata la prima giocatrice ad aver abbandonato la scena al top del proprio livello di gioco. A farle compagnia in tale classifica ci sono altre 14 tenniste, che hanno appeso la racchetta al chiodo quando erano classificate tra le prime dieci: 6 di loro erano addirittura in top 5. Andiamo a scoprire chi sono.

Flavia Pennetta, che ha giocato l’ultimo torneo della carriera da n.7 del mondo alle Wta Finals di Singapore, non è stata la prima giocatrice ad aver abbandonato la scena al top del proprio livello di gioco. La brindisina, campionessa agli Us Open 2015, non poteva lasciare nel migliore dei modi dopo aver coronato il sogno di una vita. A farle compagnia in tale classifica ci sono altre 14 tenniste, che hanno appeso la racchetta al chiodo quando erano classificate tra le prime dieci: 6 di loro erano addirittura in top 5. Andiamo a scoprire chi sono. 

Margaret Court

article

La grande campionessa australiana, detentrice del record di Slam vinti in carriera (24), era al n.5 del ranking quando prese la decisione di smettere l’attività di professionista nel 1977. Lo fece da imbattuta quando apprese di essere incinta per la terza volta, mentre stava disputando il torneo di Dretoit. Fu quello il torneo che segnò la fine di una straordinaria carriera, in cui Margaret ha vinto più del 90% dei match giocati.

Olga Morozova

L’ex tennista russa, campionessa di 8 tornei e finalista del Roland Garros nel 1974, si ritirò sempre nel 1977 quando era numero 10 del mondo.

Kerry Melville Reid

Kerry+Melville+Reid+Australian+Open+Day+11+X0K9yZJ6B9Cl

Melville Reid, vincitrice nel 1977 dello Slam di casa (Gli Australian Open) sia in singolare che in doppio, abbandonò le scene nel 1979 da numero 9 delle classifiche. L’australiana vanta un best ranking di numero 7 raggiunto il 4 luglio del 1976.

Greer Stevens

La prima sudafricana di sempre a varcare la fatidica soglia delle prime dieci, ricopriva proprio questa posizione quando lasciò il tennis nel 1980.

Chris Evert

e25d96db2e38fd3dc68d3f0364e74d50

Tra le prime giocatrici ad utilizzare il rovescio a due domani, l’ americana fu ai vertici mondiali del tennis dal 1972 al 1989 e numero 1 del mondo per 7 anni. Dal 1974, quando aveva appena 19 anni diede vita ad una delle più lunghe serie di successi della storia del nostro sport vincendo 7 volte al Roland Garros, 6 agli Us Open, 3 a Wimbledon e 2 agli Australian Open, per un totale di 18 Majors. La Evert, una delle personalità più rappresentative del circuito femminile, terminò le stagioni dal 1975 al 1988 in top 10. La sua cavalcata finì nel 1989 agli Us Open, quando da numero 4 giocò l’ultimo torneo di una straordinaria carriera.

Manuela Maleeva-Fragnière

L’ex tennista bulgara naturalizzata svizzera, ricordata per la vittoria della medaglia di Bronzo alle olimpiadi di Seoul e per il titolo nella categoria di doppio misto agli Us Open del 1984, si è ritirata nel 1994 da numero 9 del mondo.

Martina Navratilova
zzz778

Cosa dire della straordinaria singolarista e doppista di origine cecoslovacca? Basta citare una dichiarazione di Billie Jean King: “È la più grande giocatrice di singolo, doppio e doppio misto che sia mai vissuta”. Martina vanta infatti in bacheca 59 prove del Grande Slam (18 in singolare, 31 in doppio e 10 in doppio misto) e il record di anzianità nella vittoria di un Major ( il successo nel doppio misto agli Us Open 2006, arrivato per la precisione a 50 anni) che non fa altro che sottolineare la grandissima continuità e longevità.

Ricordiamo che la Navratilova si ritirò dalle competizioni nel singolare nel 1994, a 38 anni, quando era ancora al top della condizione ricoprendo la sesta posizione mondiale. Ma non lasciò definitivamente il circuito, il doppio la vide ancora protagonista fino al 2006, anche se c’è da dire che tra il 2002 e il 2005 fece qualche sporadica apparizione nei tabelloni di singolare.

Kimiko-Date Krumm

Sulla giapponese c’è un discorso particolare da fare perchè giustamente molti potrebbero pensare che non sia giusto inserirla in tale lista visto che è ancora in attività sul circuito Wta. La tennista del Sol Levante però annunciò il ritiro alla fine del 1996 quando ricopriva l’ottava posizione. Dodici anni dopo, nel 2008, ebbe un ripensamento e decise di tornare nel tour dove gareggia ancora oggi all’età di 45 anni.

Steffi Graf

cdc9f7d52b57a82f30cd1ed961d4cd47

La straordinaria tennista tedesca, con classe e talento da vendere, vincitrice di 107 titoli Wta ha appeso la racchetta al chiodo nel 1999, anno in cui vinse il settimo Roland Garros e raggiunse la finale a Wimbledon terminando la stagione al n.3 del mondo. Dopo lunghi anni di dominio, caratterizzati dal raggiungimento del Golden Slam nel 1988 (l’unica tennista donna a riuscire a vincere in un anno tutti gli Slam e l’oro Olimpico), la Graf annunciò il ritiro dopo la sconfitta contro Amy Frazer a San Diego.

Memorabili anche le parole che pronuncerà in seguito all’annuncio, giunto proprio quando era ancora all’apice della carriera: “Ho realizzato tutto quello che volevo nel tennis. Sento di non avere più nulla da portare a termine. Le settimane successive a Wimbledon non sono state facili per me. Non era più divertente. Dopo Wimbledon, per la prima volta nella mia carriera, non avevo piacere di dover andare a prendere parte ad un torneo. La mia motivazione non è quella che è stata in passato”.

Kim Clijsters

L’ex tennista belga, 4 volte campionessa Slam, annunció il ritiro immediato dal tennis il 6 maggio del 2007, a causa sia di molti infortuni che non le avevano permesso di disputare al massimo la stagione, sia per voglia di metter su famiglia fissando il matrimonio con Bryan Lynch per il mese di luglio. Due anni dopo tuttavia Kim ritorna all’attivitá agonistica, aggiudicandosi per 2 volte consecutive gli Us Open. Nessuno avrebbe pensato che da Wild Card nel 2009 l’ex n.1 del mondo potesse portare a termine la settimana trionfale coronando in finale l’impresa contro Caroline Wozniacki.

1913

Impossibile a questo proposito dimenticare la premiazione con la figlioletta sul campo, un momento incredibile. L’anno successivo riuscí a ripetersi sbaragliando la concorrenza di Kvitova, Stosur, Venus Williams fino alla vittoria in finale su Vera Zvonareva. Kim pone fine definitivamente alla sua carriera nel dicembre 2012, quando ad Anversa davanti a 13.000 spettatori batte Venus Williams in una esibizione.

Justine Henin

La tennista di Liegi, 7 volte campionessa Slam, e numero 1 assoluta, annunció improvvisamente il ritiro dalle gare poche settimane prima dell’inizio del Roland Garros 2008 quando era ancora in vetta al ranking. Justine cambió poi idea tornando nel circuito un anno piú tardi dove restó fino al 2011 anno dell’addio definitivo a causa di un infortunio al gomito subito l’anno precedente a Wimbledon.

Elena Dementieva

0,,12781-14114450,00

Ricordata come l’unica tennista russa ad aver vinto un oro olimpico, la Dementieva, finalista nel 2004 agli Us Open e al Roland Garros, si ritiró  alla fine del 2010. A porre fine alla sua carriera fu la nostra Francesca Schiavone al termine del round Robin del Master di Doha; all’insaputa di tutti a fine match la russa annunció che quello appena disputato sarebbe stato l’ultimo match della sua vita a livello professionale.

Marion Bartoli

Appena due tornei dopo l’epica vittoria a Wimbledon, decisamente il torneo che le ha regalato maggiori soddisfazioni, la francese decise di lasciare il tennis da numero 7 del mondo. Correva l’anno 2013.

Li Na1412128381000-456375408-10

Anche la piú forte tennista asiatica di sempre abbandonó la scena quando era al top della condizione, proprio nel momento in cui capí di non poter piú competere con le migliori. Era il 19 settembre dello scorso anno quando la 2 volte campionessa Slam, a causa di un problema cronico al ginocchio, diede l’annuncio che turbó un pó tutti. Oltre alle indiscusse doti tennistiche, la cinese, diventata mamma della piccola Alisa nel giugno del 2015, era conosciuta per la sua simpatica e per gli Sketch simpatici nei quali si prendeva gioco del marito.

In questo senso memorabile la premiazione al termine della sua vittoria agli Australian Open 2014 contro Dominika Cibulkova, un discorso talmente simpatico da essere definito uno dei piú divertenti di sempre. Questa la parte finale, riferita al marito: “É un bravo tipo, simpatico, molto piú famoso di me in Cina…ma anche lui é stato fortunato ad incontrarmi”.

Flavia Pennetta

2C45CE4500000578-0-image-a-15_1442168597722

La brinsina, é stata l’ultima di una serie di tenniste a decidere di lasciare il professionismo da campionessa assoluta. Flavia, che non era stata mai piú su della decima posizione mondiale, ha ritoccato il best ranking posizionandosi al numero 8 dopo aver vinto i suoi Us Open da favola il 12 settembre 2015.

L’azzurra, appena dopo il discorso di Roberta Vinci, finalista illustre a Flushing Meadows, prese il microfono annunciando che questa sarebbe stata la sua ultima stagione e di conseguenza il suo ultimo Us Open, il torneo che l’ha consacrata di diritto come la piú forte e vincente azzurra di sempre. Non poteva che finire cosí una carriera straordinaria, pochi mesi dopo aver giocato e vinto uno Slam quando nessuno ci sperava e per di piú nel luogo dove é riuscita a mostrare il suo massimo a livello tennistico in diverse occasioni.

Flavia ha lasciato il tennis da numero 7 del mondo, giocando per l’ultima volta alle Wta Finals di Singapore dove ha sfiorato contro Maria Sharapova la qualificazione ad una storica semifinale. Non  é passato neanche un mese, ma la “Penna”, chiamata cosí per accorciare il lungo cognome, giá ci manca tantissimo.

Fonte: WTA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy