Roberta Vinci, il sogno top 10 può presto avverarsi se…

Roberta Vinci, il sogno top 10 può presto avverarsi se…

La top 10 si avvicina sempre di più per Roberta Vinci. La tarantina, ora virtualmente al numero 10 del mondo, potrebbe coronare il sogno della carriera già lunedì 22 febbraio. Solo una tennista potrebbe impedirglielo…

4 commenti

Roberta Vinci, autrice fin qui di un 2016 ricco di soddisfazioni grazie anche al successo a San Pietroburgo, giá lunedì potrebbe coronare il sogno di una vita. Vediamo di cosa avrebbe bisogno la tarantina per  diventare la 117esima giocatrice a tagliare lo storico traguardo top 10, l’elite del tennis.

Analizzando l’attuale classifica Wta ( qui il ranking live)  si puó subito facilmente notare che dalle retrovie solo Carla Suarez Navarro puó rappresentare un’insidia. Lucie Safarova e Venus Williams questa settimana non hanno preso parte ad alcun torneo e quindi non possono in alcuna maniera incrementare il bottino punti. Stesso discorso per Karolina Pliskova, finalista in carica del torneo di Dubai e giá uscita all’esordio del Premier arabo.

Roberta Vinci non ha punti in scadenza questa settimana ( ad essere scrupolosi uscirebbero i 30 punti del primo turno di Rio de Janeiro, ma la vittoria in Russia li ha esclusi dai 16 migliori risultati e quindi risultano ininfluenti per la classifica). Peccato per la sconfitta all’esordio contro la Shvedova, un ko comprensibile causa stanchezza, fuso orario, condizioni diverse. La numero 2 azzurra ha 3325 punti ( non sarebbero aumentati in caso di ottavi di finale) e dando un occhio alla classifica solo una tennista puó negarle questa ambizioso traguardo: Carla Suarez Navarro.

WTA+Dubai+Duty+Free+Tennis+Championship+Day+3gM1aLsNbI_l

La giocatrice originaria delle Canarie vanta come 17esimo risultato i 100 punti messi in cascina a Stoccarda, dunque qualora a Dubai non dovesse guadagnarne di più ( solo in caso di semifinale) resterebbe ferma a quota 3300. La sorte a dir la verità non le ha sorriso molto visto che agli ottavi dovrà vedersela con una Garcia in formissima prima di un eventuale quarto con la vincente di Jankovic-Petkovic. Alla tarantina non resta che sperare in una débacle della spagnola ma qualora ciò non dovesse accadere il traguardo resterebbe ad un passo e sarebbe solo questione di giorni… 

Roberta infatti già a partire dall’ultima settimana di febbraio tornerà in campo a dire la sua sul cemento di Doha, ricco Premier 5 in cui le dirette avversarie dovranno difendere gli ottimi piazzamenti ottenuti nel 2015.

 

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andrea Baldin - 2 anni fa

    NOOOOOOOOO porta sfiga parlarne, bastaaaaaaaaaaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 2 anni fa

      A quanto pare non ha portato sfiga, anzi!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea Baldin - 2 anni fa

      Infatti!!!!che gioia, è dal 2013 che ho sto magone

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giulio Abbate - 2 anni fa

    Le occasioni ghiotte Roberta le ha sempre avute. Ma sul più bello ha il braccino. Eppure i mezzi li ha per essere fortissima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy