Tennis e Costume nel 2015: dalla barba di Federer al taglio di capelli di Murray

Tennis e Costume nel 2015: dalla barba di Federer al taglio di capelli di Murray

Il 2015 tennistico oltre ad averci regalato grande spettacolo ci ha mostrato anche nuove mode stravaganti nel circuito maschile, su tutte il taglio di capelli di Murray durante il cambio campo e la nuova barba di Federer.

I giocatori di club talvolta sono curiosi. Ai tempi della “Agassi mania”, ad esempio, in molti giocavano con dei pantolincini ricavati da vecchi jeans, tagliati alla meno peggio. Il risultato era la impossibilità di infilarsi la pallina in tasca, e spesso succedeva che durante lo scambio si perdesse la palla di riserva, perché era entrata la prima di servizio, così alle bene e meglio si cercava di spostare la palla senza chiamare il “let”, per solito rara chiamata nei match di club.
Anche il repertorio dei mix di bevande, specie d’estate, è notevole. Acque minerali, talvolta chiamate “durante” lo scambio al barista del circolo e sollecitate in vario modo. Poi bevande di tipo energetico, sempre figlie delle mode: dalle bustine da succhiare e via via verso il classico “gatorade”, vera mania degli anni ’90. Il tutto magari per un’oretta di gioco al piccolo trotto, con energie consumate in modo molto ridotto. Ma che tennista sei se non dimostri di uscire “stravolto” dal campo?

Ci chiediamo cosa accadrà, invece, dopo questo master 2015 a proposito di “stravolgimenti” e di nuove mode. Vediamo la prima.

1) Tennis and Coffee. Il caffè di Stan Wawrinka. Colonna sonora “Coffee and Tv” dei Blur. Clicca qui per il video. 

Stanimal, in piena difficoltà durante il suo esordio nel torneo londinese, “ordina” un caffè espresso durante il cambio di campo. Un curioso, e di solito efficace, sistema per riprendere quota e vigore, magari prima di fare un lungo viaggio in auto, oppure dopo una serata con troppi brindisi. E invece Stan non ottiene grande successo, forse perché il caffè in UK non è esattamente quello di Mergellina o dei Camaldoli. Fortunatamente Stan non fuma, così non è stato tentato dall’accoppiata “caffè e sigaretta”.

2) Il look prima di tutto. Il ciuffo ribelle di Andy Murray. Colonna sonora “Cut” dei Cure.
Anche qui nella speranza di invertire la tendenza del match che opponeva il padrone di casa a Rafa Nadal, con naturelezza e savoir fair, Murray ha preso in mano un paio di forbici e ha tagliato dei capelli che, a suo dire, “gli andavano davanti agli occhi impedondogli la giusta visuale e concentrazione”. Dal risultato deduciamo che questo problema non spiegava di certo l’andamento del match.

Roger-Federer-img30054_678

3) La barba di Roger Federer. Colonna sonora “Avere la barba” degli Abusivi.

“Piace a mia moglie”, ha chiosato Re Roger alla domanda su questa barbetta incolta proposta per questo Master 2015. Nessuno infatti aveva dubbi su chi comandasse in casa Federer. Alle fans il giudizio finale. Finora, però, ha portato bene al giocatore svizzero, che ha colto in tranquillità e sfoggiando un gran bel tennis, la semifinale. Ci resta l’interrogativo, maligno, se questa barba non sia connessa con uno dei suoi sponsor storici.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy