Wta Briefing: costanza per Wozniacki, Venus e Pliskova, ma a trionfare è Johanna Konta

Wta Briefing: costanza per Wozniacki, Venus e Pliskova, ma a trionfare è Johanna Konta

Johanna Konta ha alzato il titolo del Miami Open divenendo la prima britannica a imporsi sul cemento floridian. Il Premier di Key Biscayne ha evidenziato ancora una volta la grande costanza di rendimento di Caroline Wozniacki, Karolina Pliskova e di una fantastica Venus Williams sempre più incurante del tempo che passa. Nei tornei della nuova settimana di Charleston e Monterrey saranno impegnate Sara Errani e Francesca Schiavone con esordi tutt’altro che semplici.

Miami ha regalato a Johanna Konta la terza gioia in carriera. Il titolo di Key Biscayne, arrivato alla fine di un torneo dominato, si è aggiunto a quelli conquistati a Sydney lo scorso gennaio e a Stanford a luglio 2016. Quello del Miami Open è dunque il titolo più prestigioso vinto dalla britannica che da domani salirà al numero 7 del ranking mondiale per la prima volta. Un traguardo inimmaginabile per una Konta che fino a poco più di due stagioni fa partecipava quasi esclusivamente a tornei Itf.

Altra nota lieta donata da Key Biscayne è stata la regolarità di rendimento offerta da Caroline Wozniacki e Karolina Pliskova. La danese ha raggiunto la terza finale dell’anno, ma anche in questa occasione non è riuscita a regalarsi il ventiseiesimo alloro della sua grande carriera. La tennista di Odense si è arresa alla Konta in due set infilando il terzo k.o. dell’anno dopo le sconfitte negli ultimi atti a Doha e Dubai. Come per la Wozniacki, anche per Carolina Pliskova continua il momento particolarmente luminoso. La ceca con ventitré vittorie rimane alla guida (a braccetto con Caroline Wozniacki) della classifica per quel che riguarda il maggior numero di incontri positivi dell’anno (per la Pliskova oltre alla semifinale di Miami anche quella a Indian Wells e i due titoli di Brisbane e Doha) e con la quarta semifinale del 2017 ha accorciato la distanza dal duetto di testa composto da Angie Kerber e Serenona Williams.
Dopo i quarti agli BNP Paribas Open, Venus Williams non è riuscita a centrare la quinta finale a Key Biscayne (dove ha trionfato in tre circostanze), ma ha confermato il suo momento assolutamente eccezionale spingendosi fino alle semifinali del Premier floridian. L’ultima incredibile gemma della sua carriera l’ha offerta vincendo nei quarti contro Angelique Kerber e divenendo, a 36 anni e 285 giorni, la più anziana tennista a battere la numero 1 del mondo in carica.
Il cinquantesimo titolo Wta si fa ancora attendere per l’immortale tennista californiana, ma giocando in questo modo, magari in un torneo con meno colleghe di assoluto livello nel seeding, siamo sicuri che questa soddisfazione arriverà presto.

Madison Keys, testa di serie numero 1 del Volvo Car Open

Dopo i due prestigiosi tornei di Indian Wells e Miami, la Wta questa settimana si dividerà tra il Premier di Charleston e l’International di Monterrey. Al Volvo Car Open di Charleston ci saranno tre delle quattro semifinaliste del Miami Open: Venus Williams, la trionfatrice Johanna Konta e Caroline Wozniacki. Madison Keys, la regina degli Indian Wells Elena Vesnina e la medaglia d’oro olimpica Monica Puig rimpinguano un tabellone di tutto rispetto. Sulla terra verde del South Carolina rivedremo anche la nostra Sara Errani con la speranza di una prestazione convincente soprattutto sul piano atletico. Per la bolognese l’esordio sarà con l’imprevedibile Daria Gavrilova.
A dar lustro al torneo sulla terra messicana ci penserà invece Angelique Kerber. La tedesca proverà ad approfittare dell’ennesima settimana di stop per Serena Williams per consolidare il gradino di vertice del ranking Wta. Angie affronterà al primo turno Francesca Schiavone, unica azzurra presente nel tabellone, omaggiata dall’organizzazione dell’Abierto Gnp Seguros con una wildcard. Sarà del torneo anche la ex top 5 del mondo Eugenie Bouchard.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy