Attentato a Charlie Hebdo: il mondo del tennis si stringe intorno al dolore francese

Attentato a Charlie Hebdo: il mondo del tennis si stringe intorno al dolore francese

Non è rimasto indifferente il mondo del tennis alla strage terroristica che ha colpito al cuore Parigi e la Francia, con l’attentato alla redazione del settimanale  Charlie Hebdo, avvenuto lo scorso 7 gennaio. Dai transalpini Cornet e Tsonga, alla nostra Francesca Schiavone, i campioni della racchetta lanciano messaggi commossi.

Lo sappiamo noi italiani, meglio di chiunque altro, quanto siano forti, orgogliosi e coraggiosi i nostri cugini francesi, di cui da sempre siamo rivali, sui campi sportivi e non solo. E grazie a questo medesimo coraggio, siamo sicuri si rialzeranno, feriti duramente dall’attacco terroristico che ha colpito al cuore Parigi e la nazione intera, e intorno al loro dolore ci stringiamo sentitamente.

Il folle attacco al settimanale satirico Charlie Hebdo, ha mietuto dodici vittime, nella redazione del giornale, al quale si aggiungono i quattro ostaggi uccisi nel successivo attacco al negozio ebraico.

Bartoli
Sul web anche i campioni della racchetta hanno mostrato solidarietà e sgomento, verso i fatti parigini. In primis i tennisti francesi, Marion Bartoli, Jo-Wilfried Tsonga, Julien Benneteau, hanno twittato con l’astag “#JeSuisCharlie“. Lo stesso ha fatto Francesca Schiavone, che con la capitale francese e la terra transalpina, ha un legame profondo e particolare, tanto da parlare della “sua Parigi ferita.

Schiavone

Benetteau

La n.1 del tennis francese Alizè Cornet, ha commentato commossa: “Troppo scioccata per questa violenza contro Charlie Hebdo. Ho voglia di piangere. Un pensiero ai familiari“. E qualche lacrima le è scesa anche in diretta tv:

Si trovava in Australia per la Hopman Cup e durante l’esecuzione dell’inno francese, prima del match contro la Radwanska, l’emozione è stata troppo forte. Alize era anche scesa in campo con lo slogan “Je Suis Charlie” scritto su un foglio bianco e attaccato al suo borsone. Al termine dell’incontro con la polacca ha poi dedicato la sua vittoria alle vittime parigine.
Tutti i miei pensieri alle vittime di questa terribile tragedia”, dice invece Richard Gasquet, seguito da Jeremy Chardy: “Scioccato per quanto accaduto. I miei pensieri ai familiari e alle vittime di questo orrore”.
Forza Francia rialzati in fretta, #JeSuisCharlie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy