Hopman Cup: Tsitsipas affonda la Grecia, vola l’Australia

Hopman Cup: Tsitsipas affonda la Grecia, vola l’Australia

Si apre con due sorprese la Hopman Cup, che in questa prima giornata ha visto la Gran Bretagna superare la Grecia e l’Australia avere la meglio della Francia, entrambe per 2-1.

di Antonio Sepe
Barty Tennis

Pronti, partenza, via, inizia la 31ª edizione della Hopman Cup, torneo di esibizione che richiama buona parte dei migliori giocatori dei rispettivi circuiti Atp e Wta e che ha luogo a Perth. Due gironi composti da quattro coppie – in rappresentanza di una nazione – ciascuno, con le migliori due che andranno a giocarsi il trofeo nella finalissima.

SUPER NORRIE – Ad aprire le danze quest’oggi sono state la Gran Bretagna e la Grecia, entrambe ubicate nel gruppo B, che hanno dato vita ad una sfida alquanto entusiasmante. I primi a scendere in campo sono stati gli uomini, con il greco Tsitsipas favorito sul britannico Norrie. A sorpresa, però, il tennista londinese, distante 76 posizioni in classifica dal suo avversario, ha sfoderato una prestazione superba che ha spazzato via ogni numero ed ha rimesso tutto in discussione. Dopo un primo set estremamente equilibrato, ma portato a casa da Norrie, il greco ha provato a reagire in apertura di secondo, ma non c’è stato niente da fare ed il primo punto della sfida è andato alla Gran Bretagna, la quale si augura ovviamente che Cameron Norrie possa continuare a giocare in questa maniera per tutta la settimana. norrie

SAKKARI NON TRADISCE – Dopo questo risultato a sorpresa, il compito di tenere aperto il confronto spettava a Maria Sakkari, che trovava di fronte a se Katie Boulter. Partenza a razzo della greca, che ha infilato un netto parziale di 6 giochi a 0 e si è aggiudicata il primo set, mettendo subito in chiaro le sue intenzioni. A nulla è valso il tentativo di rimonta della Boulter, che malgrado sia riuscita a far suo il secondo parziale, per 6 giochi a 4, si è dovuta arrendere allo strapotere della tennista ateniese, che è stata molto brava a vincere il terzo set ed il match.

GRAN BRETAGNA AL CARDIOPALMA – A decidere dunque questa sfida sarà il doppio misto, che ancora una volta vede favoriti i greci. Indubbiamente, questo incontro si è rivelato essere il più equilibrato della giornata tanto che viene deciso solamente da tre tie-break – in questa competizione il tie-break si disputa nel caso si giunga sul 3 pari e se lo aggiudica chi conquista 5 punti.  Dopo due set piuttosto combattuti, la Grecia si è ritrovata avanti 3-0 nel terzo con svariati match point a favore, salvo non riuscire a chiudere e vedendosi costretti al tie-break. C’è ancora un match point in favore della Grecia, ma Tsitsipas non riesce in alcun modo a concretizzare le chance e, con un emblematico rovescio affossato a rete proprio da Tsitsipas, si chiude il primo confronto della giornata con la Gran Bretagna che trionfa.

OK BARTY – Nella seconda sfida della giornata scendono in campo la Francia di Pouille e Cornet ed i padroni di casa dell’Australia, rappresentati da Ebden e Barty. In questo caso ad aprire il programma sono le donne, vale a dire Alizè Cornet ed Ashleigh Barty, che in un’ora e mezzo di gioco circa rispettano il pronostico della vigilia, che vedeva favorita la tennista di Ipswich. Nonostante qualche patema di troppo, la Barty si è districata piuttosto bene ed ha vinto il primo parziale grazie al break decisivo messo a segno nel dodicesimo gioco, in seguito una mini-rimonta della Cornet che aveva recuperato l’iniziale svantaggio. Nel secondo set, invece, un break iniziale ha condannato la Francia ed ha consegnato il primo punto alla compagine australiana. Barty-Svitolina-Wimbledon-700x450-1

DELUDE POUILLE – Costretto a rimontare lo svantaggio e con tutta la pressione addosso, Lucas Pouille è chiamato a battere Matthew Ebden per mantenere in equilibrio la sfida. Il tennista transalpino disputa un ottimo primo parziale e se lo aggiudica con il punteggio di 6-3 grazie al break decisivo ottenuto nel sesto gioco; nel secondo set, invece, i servizi rispettano l’ordine – appena una palla break concessa in totale – e si finisce al tie-break: qui, l’iniziale vantaggio acquisito dall’australiano risulta decisivo al fini del 7-5 che indirizza la sfida alla terza frazione di gioco. Complice una forza fisica rivedibile, Pouille alla lunga crolla e si consegna al suo avversario, che chiude 6-2 e blinda la vittoria.

Ininfluente ai fini del risultato in sè il doppio di spareggio, che non mette in discussione la vittoria dell’Australia, la vittoria in due set di Cornet/Pouille potrebbe rivelarsi più importante del previsto nel conteggio totale dei set qualora due squadre arrivassero a pari merito.

Nella giornata di domani, scenderà in campo la Germania, favorita numero uno della competizione data la presenza di Kerber e Zverev, rispettivamente numero 2 e 4 del ranking, che se la vedrà con la Spagna, rappresentata da Muguruza e Ferrer. Ci sarà però anche l’esordio di Roger Federer, che tenterà di tenere alta la bandiera della sua Svizzera insieme a Belinda Bencic. I loro sfidanti saranno proprio Cameron Norrie e Katie Boulter, chiamati al doppio impegno ravvicinato.

Risultati: 

Gran Bretagna b. Grecia 2-1

C. Norrie (GBR) b. S. Tsitsipas (GRE) 7-6 [8] 6-4

M. Sakkari (GRE) b. K. Boulter (GBR) 6-0 4-6 6-2

Boulter/Norrie (GBR) b. Sakkari/Tsitsipas (GRE) 4-3 [5] 3-4 [2] 4-3 [4]

Australia b. Francia 2-1

A. Barty (AUS) b. A. Cornet (FRA) 7-5 6-3

M. Ebden (AUS) b. L. Pouille (FRA 3-6 7-6 [5] 6-2

Cornet/Pouille (FRA) b. Barty/Ebden 4-3 [5] 4-2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy