Il 2015 di Roberta Vinci riassunto in sei immagini

Il 2015 di Roberta Vinci riassunto in sei immagini

Anno particolare il 2015 per Roberta Vinci che é riuscita con grande determinazione a risalire dal baratro prima di arrivare a toccare le stelle. Una stagione indimenticabile che vogliamo ripercorrere attraverso 6 immagini ricche di significato.

1) Successo in coppia con Sara Errani ad Auckland

Anno particolare il 2015 di Roberta Vinci, che grazie alla sua forza e determinazione é stata capace di risalire da un vortice negativo fino alle stelle ed oltre. La tarantina aveva cominciato infatti piuttosto male la stagione, se si esclude la vittoria ad Auckland in doppio con Sara Errani (si tratta pur sempre di un International), collezionando diverse premature uscite, su tutte quella patita contro la qualificata Cepede Royg a Rio De Janeiro. 

Poi una seconda metá di anno indimenticabile, grazie anche al ritorno alla sua racchetta storica. Prima i quarti raggiunti a Toronto, perdendo da Serena Williams, poi l’epica finale a Flushing Meadows mettendo a segno una delle vittorie piú clamorose nella storia dello sport contro la n.1 del mondo, arrivando cosí a giocarsi l’ultimo atto di uno Slam contro l’amica Flavia Pennetta. Roberta non si é fatta distrarre dalle celebrazioni in Italia, cogliendo anche la semifinale a Wuhan e regalandosi il pass per il Master B di Zhuhai prima di chiudere una stagione indimenticabile, in cui finalmente é riuscita ad esprimere tutto il suo potenziale, tra le prime 15 della classifica. Abbiamo deciso di ripercorrerla attraverso sei immagini ricche di significato.

errani-vinci1

Prima di annunciare la separazione, Sara e Roberta hanno ulteriormente arricchito il loro impeccabile Palmeres sollevando il 22esimo alloro della carriera  in quel di Auckland, al termine di una settimana di totale dominio. Le due hanno sconfitto per 6-2 6-1 le malcapitate Aoyama e Voracova in meno di un’ora di gioco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy