Newcombe Medal: Kyrgios e Tomic fuori dai giochi

Newcombe Medal: Kyrgios e Tomic fuori dai giochi

Diffuse le nomination per l’assegnazione del prestigioso riconoscimento. Assenti i due bad boys, presente invece Dylan Alcott, vincitore Slam in carrozzina.

Commenta per primo!

Si avvicina il 23 Novembre, giorno dell’assegnazione della Newcombe Medal , ma Nick Kyrgios e Bernard Tomic non sono preda dell’ansia da attesa.

I due migliori tennisti australiani , rispettivamente numero trenta e  diciotto del ranking, non sono stati inseriti nella final list.
Premio di grande prestigio, la Newcombe Medal viene assegnata ai tennisti, ai coach e ai preparatori che , durante l’anno,  hanno servito la causa del tennis australiano e che si siano distinti  anche come “ambasciatori per il nostro sport”, come si legge nella nota ufficiale della Federazione Australiana.
La lista dei finalisti comprende: Sam Groth, Samantha Stosur, Thanasi Kokkinakis, John Peers , Casey Dellacqua e , per la prima volta, Dylan Alcott.

dylan alcott

Il nome di Dylan Alcott di certo suonerà sconosciuto ai più, ma Dylan è un vero campione; è infatti il vincitore dello US Open  in carrozzina.
Se la presenza di veterani come Groth e Stosur , accanto a Kokkinakis e ai due specialisti del doppio Peers e Dellacqua, sembrava piuttosto scontata, la presenza di Alcott unita all’assenza dei due bad boys manda un messaggio forte e chiaro.
Le intemperanze verbali , gli atteggiamenti assai discutibili in campo di Kyrgios (vincitore del premio lo scorso anno n.d.r.) e gli eccessi di Tomic fuori dal campo non sono stati “perdonati” dalla famiglia tennistica australiana.
L’immagine dell’Australia sportiva ha subìto un danno molto forte a causa degli sciagurati atteggiamenti dei due e, considerata l’estrema serietà con cui vengono vissute le vicende sportive dagli aussies, la loro esclusione pare più che logica, quasi scontata.

BERNARD TOMIC

Giovani, ricchi, famosi ma privi del senso di servizio e di rispetto per lo sport , i due devono cedere il passo a chi non ha avuto le loro stesse fortune ma incarna il Top dello sportivo: Dylan Alcott, venticinquenne da Melbourne.
Così , mentre Groth, Sam Stosur, Thanasi Kokkinakis , John Peers e Casey Dellacqua si dicono “onorati ed entusiasti” della nomination, Dylan è incredulo e felice :
“E’ incredibile, credo di essere il primo atleta disabile ad essere stato nominato per questo riconoscimento. Essere riconosciuto come atleta d’ elite assieme a tutti loro è straordinario, non ci posso credere”.
Comunque vada, chiunque porti a casa questo importante riconoscimento, Sabato 23 Novembre a vincere sarà lo sport , nella sua vera essenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy