Fed Cup, Muguruza travolge Roberta Vinci: Italia fuori dal World Group I

Fed Cup, Muguruza travolge Roberta Vinci: Italia fuori dal World Group I

Il miracolo non si avvera: l’Italia va sotto 3 a 0 contro la Spagna e esce dalla “Serie A” della Fed Cup dopo 18 anni. Roberta Vinci: “Non ero al top, i miei primi match su terra sono sempre difficili”. Barazzutti: “Peccato, ora siamo in ‘Serie B’, ma non ci arrendiamo”. Muguruza: “Adesso si festeggia!”

1 Commento

L’Italia perde l’incontro di play off contro la Spagna ed è ufficialmente fuori dal World Group I dopo ben 18 anni e quattro titoli conquistati. Garbine Muguruza, n. 4 del mondo, oggi è stata troppo forte e ha letteralmente travolto la prima azzurra Roberta Vinci, battendola con un doppio 6-2 in un’ora di gioco, regalando al proprio team il rientro nella “Serie A” di Fed Cup dopo due anni.

La 22enne nata a Caracas, a suo agio sulla terra rossa, ha giocato in spinta per tutto il match. Roberta ha servito male, molte seconde, nelle quali l’avversaria ha quasi sempre approfittato per tirare risposte vincenti. Impeccabile al servizio, non ha concesso alcuna palla break alla tennista tarantina, chiudendo l’ultimo game a 0 alla battuta, ultimo sigillo di una partita senza storia.

L’Italia oggi era chiamata a una missione quasi impossibile al Club de Tenis di Lleida, Spagna: ribaltare un pesante svantaggio di 2 a 0 maturato ieri (con le sconfitte di Vinci e Schiavone contro Suarez Navarro e Muguruza). Ha senza dubbio pesato l’assenza di Sara Errani, la nostra tennista più in fiducia sulla terra rossa, a causa di un problema alla gamba destra. Roberta, fresca di top-ten e n. 1 azzurra, è ben lontana dalla sua forma migliore: in primis per il problema al tendine, contratto qualche settimana fa, dal quale non si è completamente ristabilita. Inoltre, la terra battuta non è certo la superficie preferita di Roby, che di solito ha bisogno di lungo tempo per adattarsi a questa superficie in vista dei tornei importanti. Francesca Schiavone, sebbene eroica e sempre agguerrita, con i suoi 36 anni non aveva le armi per battere una tennista in fiducia come Muguruza.

“Lei ha giocato bene, è una giocatrice che spinge molto, ha servito molto bene – ha commentato Roberta dopo il match -, il servizio è stato uno dei colpi che ha fatto la differenza. Peccato, ci ho provato, lei ha sbagliato poco e ha aggredito sulla mia seconda, è andata male, anche se oggi avevo sensazioni migliori rispetto a ieri. Oggi non ero al 100% ho recuperato dal problema al piede ma non ho avuto tanto tempo per allenarmi. Poi i miei primi match sulla terra rossa sono sempre negativi, e ciò ha influito di certo sulla mia condizione, però ci sta…“, ha concluso l’italiana.

Non nasconde la sua delusione Corrado Barazzutti. “Rimontare sotto 2 a 0 ieri era dura, ma abbiamo perso con una squadra fortissima, due giocatrici fortissime sulla terra rossa. Sono ovviamente dispiaciuto, l’Italia va in “Serie B”, ma abbiamo perso contro la Francia e Spagna,tra le squadre più forti del mondo. Succede, si può perdere. Ora però non ci fermiamo, pensiamo al futuro. Queste ragazze hanno vinto tantissimo, hanno scritto la storia del nostro tennis e dello sport mondiale… Ci sono giocatrici giovani, emergenti, che crescono, ma queste ragazze sono e saranno delle atlete eccezionali, qualcosa di cui il nostro sport avrà sempre bisogno”.

Felicissima, ovviamente, Garbine Muguruza, che ha regalato il punto decisivo alla Spagna, vincendo il suo sesto match su sei partecipazioni in Fed Cup. “Roberta Vinci è una avversaria incredibile, ma sono stata brava. Sono stata concentrata, ho servito bene. Ora festeggeremo e ci divertiremo!”. Sorridente anche la capitana del team spagnolo di Fed Cup, Conchita Martinez: “É stata una giornata molto positiva contro una squadra forte come l’Italia. Credo che presto avremo possibilità di aspirare al titolo mondiale. Carla e Garbine sono due grandissime tenniste”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luigi Nunzi - 9 mesi fa

    Siamo messi male ma dalla cacca nascono i fiori……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy