Fed Cup, Roberta Vinci: “Amiamo la maglia azzurra, faremo di tutto per vincere”

Fed Cup, Roberta Vinci: “Amiamo la maglia azzurra, faremo di tutto per vincere”

Mancano ormai pochi giorni alla sfida di playoff tra Spagna ed Italia, entrambe le nazioni daranno il meglio: l’Italia cercherà di non retrocedere nel World Group II e la Spagna vorrà risalire nel World Group. Ecco le impressioni delle azzurre e del capitano Corrado Barazzutti.

1 Commento

La numero 1 d’Italia Roberta Vinci torna in Fed Cup dopo il disastroso weekend di Genova e la clamorosa sconfitta contro la Francia a Marsiglia. Per la tarantina si tratta dell’ennesima sfida per dimostrare quanto di buono stia facendo nel corso di quest’anno e per caricarsi l’Italia sulle spalle e condurla alla vittoria.

La numero 8 del mondo ha di seguito rilasciato queste dichiarazioni: ‘Ora sono concentrata solo sulla Fed Cup, è uno scontro per restare nel gruppo mondiale ed è giusto mettere l’Italia al primo posto. Sappiamo che le spagnole sono molto forti, ma io e le altre ragazze saremo pronte per sabato e domenica. Amiamo la maglia azzurra, faremo di tutto per vincere. La settimana scorsa mi sono allenata a Palermo sulla terra rossa e sto bene.’

Anche Sara Errani, la quale settimana scorsa ha iniziato la sua stagione sulla terra verde di Charleston issandosi sino alla semifinale, sconfitta poi dalla russa Elena Vesnina in 3 set, è pronta alla sfida e nelle sue dichiarazioni c’è chiara voglia di rifarsi dopo la brutta sconfitta di Marsiglia a Marzo. ‘Abbiamo tanta voglia di rifarci dopo la sconfitta del febbraio scorso a Marsiglia contro la Francia. La scorsa settimana a Charleston ho avuto buone sensazioni e ho anche superato qualche piccolo fastidio fisico. Sono pronta cosi come le mie compagne di squadra.’

Ritorna in gruppo anche Karin Knapp dopo l’infortunio al ginocchio sul finire della stagione scorsa la quale ha tanta voglia di fare bene e ricorda con tanta gioia i successi con la nazionale. ‘Ora il ginocchio va bene, anche se devo fare sempre attenzione perché ho subito tre operazioni. Tornare in Fed Cup è bellissimo, posso allenarmi ed in qualsiasi caso mi farò trovare pronta. In nazionale ho vissuto emozioni bellissime, come la vittoria a Cagliari ne 2013 e il successo del 2014 a Cleveland contro gli Stati Uniti.’

8ba9b1d4fa22767d46963ea2745fd2f9

In una sfida cosí importante non poteva mancare la leonessa Francesca Schiavone che a 35 anni è molto motivata e speranzosa per questa difficile sfida. ‘Siamo un bel gruppo, siamo tutte molto motivate e la cosa più importante sarà esprimere il nostro miglior tennis.Le nostro avversarie sono un osso duro e giocano in casa, ma per me ce la giochiamo al cinquanta per cento. Di certo non partiamo battute.’

Suona la carica il capitano Barazzutti e chissà forse per intimorire le avversarie ricorda i quattro successi in Fed Cup negli ultimi dieci anni. ‘In effetti è un incontro insolito a questo livello tra due delle squadre femminili più forti del mondo. Sia da una parte che dall’altra ci saranno diverse top ten. La Spagna è una squadra competitiva, molto forte. Ma lo siamo anche noi e daremo il meglio come sempre. D’altronde questa squadra è stata in grado di vincere quattro Fed Cup negli ultimi dieci anni.’

La numero 1 di Spagna, Garbine Muguruza, sembra molto motivata e carica in vista di questa sfida davanti al proprio pubblico. ‘Ho sensazioni positive, penso che sia una buona eliminatoria da giocare, sarà dura perché ci sarà il miglior team italiano. Quindi se noi vinciamo, sarà incredibile battere l’Italia qui in casa, speriamo di fare bene.’

Fonte:Livetennis.it

Articolo a cura di Lino di Bonito

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. NdA 1964 - 1 anno fa

    Credo che difficilmente porteremo a casa la pelle, a Miami la Mouguruza è stata l’unica a creare qualche difficoltà a Vicka Azarenka, giocando il primo set alla pari e rischiando di vincerlo, anche se giocassero al meglio non mi sembra sia alla portata ne di Sara che di Roberta. Discorso diverso per la Suarez Navarro che però sulla terra vale molte posizioni in più, poi le due spagnole in doppio sono molto forti ed anche se ci fosse il miracolo del ritorno in campo delle Cichies, non giocano insieme da più di un anno con tutta l’acqua che nel frattempo è passata sotto i ponti, comunque queste ragazze ci hanno stupito tante volte che non possiamo certo smettere di sognare…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy