Fed Cup: troppo forti Kvitova e Pliskova. Repubblica Ceca/Germania 2-0

Fed Cup: troppo forti Kvitova e Pliskova. Repubblica Ceca/Germania 2-0

Al via le semifinali di Fed Cup. A Stoccarda, sulla terra indoor, la Germania ospita la nazionale ceca di Petr Pala. Non delude le aspettative Petra Kvitova che prevale nettamente su Julia Goerges in un match pressoché perfetto. E’ battaglia invece, nel primo set, tra le ex numero uno Kerber-Pliskova, ma alla fine la ceca si rivela superiore e chiude anche lei in due set.

di Giuliana Cau

E’ partita a mezzogiorno la prima semifinale di Fed Cup, sulla terra indoor della Porche Arena di Stoccarda. Julia Goerges e Petra Kvitova hanno dato vita al match di apertura che ha visto prevalere la ceca, in maniera netta, sulla tedesca in un’ora di gioco. Poco dopo Angelique Kerber e Karolina Pliskova si sono date battaglia nel primo set, ma la ceca di Louny è stata più incisiva al servizio, riuscendo a stroncare la difesa della tedesca tramite dei vincenti di dritto a dir poco devastanti. La situazione, dopo la prima giornata, è dunque di 2-0 in favore della Repubblica Ceca.

GLI INCONTRI:

1) Petra Kvitova batte Julia Goerges 63 62

A parte il break iniziale a favore della tedesca, la partita si può considerare un assolo di Kvitova.

I SET: parte bene la Goerges, solida al servizio e molto concreta sui fondamentali. La campionessa di Wimbledon, come spesso accade, inizia a rilento, sbaglia in risposta e perde la misura dei fondamentali. La teutonica ne approfitta, breakka l’avversaria sul 2-1 e al successivo servizio va avanti di un 15. Ma ecco che la Petra che tutti conosciamo salta fuori. Inizia a rispondere bene, mette pressione alla tedesca che, innervosita, perde a sua volta la battuta e il match gira sul 3 pari. Kvitova, ora più sciolta, piazza il turbo, serve bene, comincia a martellare l’avversaria col dritto mancino in lungo-linea e conquista i tre giochi successivi, aiutata anche dai doppi falli di Julia. Bellissimo, appunto, il dritto in lungo-linea all’incrocio delle righe di fondo, che apporta alla ceca un set point, concretizzato alla prima occasione grazie ad una risposta fuori misura della padrona di casa, che lo perde dopo aver subito ben 5 giochi di fila.

II SET: sembra iniziare meglio la tedesca, che mantiene il servizio in apertura di set senza troppi problemi, ma il trend dura pochissimo. Infatti la ceca realizza il break sul 2-1 e mette pressione alla Goerges che in risposta sbaglia, imprime poca potenza ai colpi e col servizio commette doppi falli a ripetizione (6). Kvitova prende quindi fiducia e continua ad insistere sulla diagonale del dritto, galvanizzata anche dalla riuscita di un buon servizio angolato, che le fa guadagnare punti facili e risparmiare energie. La tedesca, dopo il doppio break, riesce a mantenere la battuta e a portarsi sul 2-5, ma al momento di chiudere la boema è solida e concreta. Primo punto Repubblica Ceca.

Kvitova

2) Karolina Pliskova batte Angelique Kerber 75 63

Ben diverso è il successivo match tra le due ex numero 1 del mondo che si danno battaglia per tutto il primo parziale.

I SET: entrambe le giocatrici entrano in campo molto determinate. La terra battuta senz’altro non è la superficie nella quale si esprimono meglio, ma ambedue riescono a mantenere le loro prerogative di gioco. Kerber solida da fondo, Pliskova aggressiva e a suo agio nei pressi del net. Il primo set non regala break fino al 6-5 raggiunto sul servizio di Pliskova, con la ceca che raggiunge percentuali altissime con la prima di servizio, ma sbaglia diversi dritti alla ricerca del vincente. Kerber, chiamata a salvare palle break, lo fa con la ben nota solidità in ribattuta. Sul 6-5, chiamata ad allungare al tie-break, la tedesca di Brema sente la pressione e serve male. Concede una palla break sul 30-40 che Karolina non realizza, per via di un bellissimo dritto incrociato in contropiede, ma fuori di un nulla. Ancora niente prima per Angie e di nuovo una palla break che stavolta si tramuta nella vittoria del set per la ceca, grazie ad un unforced di rovescio della padrona di casa.

II SET: a servire per prima è di nuovo la Pliskova che, ormai solidissima, mette a segno prime vincenti unite ad autentiche sassate di dritto. Angelique  reagisce e mantiene il suo di servizio, sebbene con qualche patema in più. Nel terzo game Karolina tiene la battuta a zero e si procura una palla break in quello successivo, ma Kerber non demorde e mantiene sul 2 pari. Al successivo servizio della tedesca, però, Pliskova sforna dritti devastanti dalla parte destra del campo, con chiusure a rete da vera esperta e Angie non può fare a meno di cedere il servizio. Sul 4-2 per Karolina, la teutonica cerca il riscatto e si procura 3 palle break, ma la ceca non sbaglia e le annulla tutte, demolendo l’avversaria sempre sul lato destro del campo e servendo prime palle pesantissime. Chiamata nuovamente a servire per salvare il set e stavolta la partita, la Kerber resiste. Al momento di chiudere, Pliskova gioca leggermente più conservativa, ma l’uso del back di rovescio si rivela efficace, perché destabilizza i recuperi dell’avversaria. La ceca si procura quindi tre match-point: sbaglia il primo con un rovescio in rete, commette un doppio fallo sul secondo, ma al terzo, grazie ad un ottima prima e l’ennesimo dritto in lungo-linea da copertina, chiude la questione, regalando alla sua nazione il secondo punto della giornata.

Karolina P

La Repubblica Ceca ha così la possibilità, già dal primo incontro di domani, di aggiudicarsi la sesta finale, un risultato a dir poco straordinario, in aggiunta al record del 100% di vittorie ottenute all’atto finale della Federation Cup, che ragazze di Petr Pala possono vantare con orgoglio. Una statistica dunque impressionante che le rende, al momento, la nazionale con la compagine più solida, concreta e temibile del circuito femminile. 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roberto - 6 mesi fa

    Ciao Giuly,complimenti ;).
    Una Karolina deluxe,come non si vedeva da tempo;con un servizio devastante,ben 15 aces.Il cambio del preparatore atletico,le ha sicuramente giovato e siamo appena agli inizi della collaborazione.
    La Kvitova,si conferma giocatrice di classe e temperamento,confermandosi implacabile nelle sfide di Fed Cup,sopratutto nei match di esordio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy