Fed Cup, World Group II: Italia e Spagna chiudono la prima giornata in parità

Fed Cup, World Group II: Italia e Spagna chiudono la prima giornata in parità

A Chieti Italia e Spagna chiudono la prima giornata in parità: Carla Suarez Navarro firma il primo punto iberico, battendo in due set Jasmine Paolini. A siglare il pareggio azzurro Sara Errani, che ha travolto Lara Arruabarrena.

di Monica Tola

Il verdetto è rimandato a domani. Chi vince tra Italia e Spagna andrà a disputare i play off per rientrare nel World Group. Chi perde giocherà lo spareggio per evitare la retrocessione in Serie C. La giornata odierna si è chiusa in parità. Niente da fare per Jasmine Paolini. La tennista azzurra alla prima partita in singolare in Fed Cup, ha ceduto in due set a Carla Suarez Navarro. Generosa la prova dell’atleta italiana, che è comunque scesa in campo senza timori reverenziali contro una avversaria molto più forte ed esperta. Un’ottima Sara Errani liquida con un doppio 6-1 Lara Arruabarrena.

NIENTE DA FARE PER JASMINE PAOLINI – Scambiare a lungo con Carla Suarez Navarro non è una tattica consigliabile, specie sulla terra. Ne è stata ben consapevole Jasmine Paolini che, non appena l’iberica ha accorciato, ha tentato il vincente diretto. A perdere in incisività è stata però l’azzurra e Carlita ne ha approfittato: a suon di accelerazioni di dritto e rovescio, la spagnola in poco è passata avanti 4-1 con doppio break. Jasmine Paolini non si è tuttavia rassegnata e ha proseguito nel tentare di guadagnare campo e spingere. Sia per mettere pressione all’avversaria, che per evitare di farsi fatalmente schiacciare dietro la linea di fondo e subire. Dura un solo game: il sesto. Jasmine Paolini riesce difatti a recuperare uno dei break di svantaggio, ma nel settimo gioco torna sotto di due. Sul 5-2 Carla Suarez Navarro serve per il primo set e non fallisce. Parziale archiviato dalla spagnola in 29 minuti. Stesso copione nel secondo set. Jasmine Paolini ha però innalzato i ritmi e ha trovato maggiore profondità. Forzare è però una soluzione che espone al rischio di errori. E, purtroppo, sul 2-2 e servizio la Paolini di gratuiti ne ha commesso tre consecutivamente. Tre dritti sparacchiati via che consegnano altrettante palle break a Carla Suarez Navarro. La tennista italiana ne cancella due, ma nulla può sulla terza. La spagnola che già è in vantaggio di un set, ha così messo una seria ipoteca sulla partita. 3-2 e servizio, che in un lampo diventa 4-2 per Carlita. Le trame di gioco dell’iberica imbrigliano Jasmine Paolini. Carla Suarez Navarro costruisce i punti lavorando ai fianchi la tennista azzurra. La spagnola si apre progressivamente il campo per poi chiudere. Nonostante una coraggiosa e generosa Paolini che combatte su ogni punto, si difende e attacca appena può, arriva il doppio break che manda la numero 29 del mondo 5-2 e in battuta per il match. La spagnola disputa un game horror, ma rimedia subito dopo, quando è Jasmine Paolini a servire per rimanere nell’incontro. Dopo un’ora e 13 minuti di gioco la Spagna agguanta il primo punto.

DOMINIO ERRANI – Chi immaginava un set fiume, con scambi lunghissimi, è stato decisamente smentito. Sara Errani ha liquidato con un perentorio 6-1 in meno di mezz’ora Lara Arruabarrena. Da una parte la tennista azzurra: ordinata, solida, aggressiva. Sara Errani ha dominato tenendo costantemente il controllo del gioco, tenendo i colpi angolati e profondi per approfittare del limite cronico della spagnola negli spostamenti laterali. Dall’altra parte del campo, l’iberica che ha disputato un parziale disastroso: oltre a non aver tenuto alcun turno di servizio, ha commesso un gratuito via l’altro. Altro pasticcio tattico di Lara Arruabarrena è stato quello di intestardirsi nel cercare di colpire quasi esclusivamente con il dritto. Le conseguenze sono state due. La prima negli scambi, durante i quali ha lasciato autostrade di campo scoperte. La seconda in risposta: la spagnola era ancora intenta a spostarsi sul dritto mentre la palla le arrivava veloce e con altrettanta celerità le scappava via. Nel secondo set è andato in scena il proseguo del primo. Dominio Errani che ha comandato a proprio piacimento le operazioni. Ottima in risposta e nei fraseggi prolungati, nei quali ha fatto percorrere chilometri alla spagnola. Dal canto suo Lara Arruabarrena ha proseguito nel dispensare gratuiti e a non gestire i propri turni di servizio: i break targati Italia, nel secondo, quarto e sesto gioco. Identico anche lo score: 6-1.

Risultati:

C. Suarez Navarro [ESP] b J. Paolini [ITA] 6-2 6-3

S. Errani [ITA] b L. Arruabarrena [ESP] 6-1 6-1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy