Sorteggi Fed Cup: pericolo Slovacchia, speranza Taiwan

Sorteggi Fed Cup: pericolo Slovacchia, speranza Taiwan

L’Italia femminile, che con la sonora sconfitta in Spagna di ieri pomeriggio è retrocessa nel World Group II, si trova a dover affrontare il primo turno sperando in un avversario abbordabile. Ma come sempre, anche qui, le compagini pericolose sono molte.

Il caso Giorgi, una nazionale tormentata dagli infortuni, un avversario in forma e nettamente più forte di noi: una serie di sfortunati eventi che ha permesso all’Italia di uscire, per la prima volta dopo 18 anni, dal World Group I.

Servirà ripartire dal World Group II, la serie cadetta del tennis mondiale, e il futuro non è così roseo. Flavia Pennetta ha appeso la racchetta al chiodo a settembre, Roberta Vinci comincia a sentire l’età e di conseguenza a volersi concentrare maggiormente sul percorso in WTA, Sara Errani tartassata da infortuni da inizio anno, Francesca Schiavone non è più in grado di imporsi a questi livelli e Camila Giorgi non ne vuole sapere di giocare in Fed Cup, dopo il caos degli ultimi mesi.

Le azzurre, in mancanza di alternative valide e di future star, affronteranno il primo turno del World Group II del febbraio 2017 con molte preoccupazioni, ma anche con la convinzione di una selezione che ha trionfato in questa competizione per ben quattro volte in dieci anni.

Che cosa rischia? Non moltissimo, se le nostre giocatrici si presenteranno in forma e ancora competitive sul circuito. La squadra da evitare è sicuramente la Slovacchia, che vanta giocatrici del calibro di Anna Karolina Schmiedlova e Dominika Cibulkova, entrambe nelle prime 40 del mondo.

Da non sottovalutare l’Ucraina, altra possibile alternativa nel sorteggio, con ottime giocatrici, specialmente sul veloce, come Lesia Tsurenko e Kateryna Bondarenko, senza contare la numero 17 del mondo Elina Svitolina, che però non sempre partecipa agli incontri di Fed Cup.

Tra le avversarie più abbordabili, invece, troviamo il Belgio di Kristen Flipkens e Yanina Wickmayer assieme alla stellina Alison Van Uytvanck, nata nel 1994 e la modesta compagine di Taiwan, autrice di un’autentica impresa: per la prima volta nella storia è riuscita ad entrare nel World Group II battendo la Polonia in uno scontro epico. Bisogna scendere fino alla posizione 186 del ranking WTA per conoscere la miglior giocatrice di Taiwan, Ya-Hsuan Lee.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy