Circus Preview: Nadal chiamato a disinnescare la mina Verdasco. Fognini atteso dall’esame Muller

La cosa più bella della seconda giornata dell’Austalian Open è che, ancora sostenuti dall’illusoria amalgama tra adrenalina e mitomania, ci sentiamo attrezzati ad affrontare altre 10-11 nottate di insonnia tennistica. Il match che alimenta il maggior numero di aspettative è quello tra Rafa Nadal e Nando Verdasco. Fognini è atteso dall’ennesimo esame di maturità, stavolta rappresentato dal probante test contro il virtuoso Gilles Muller. Tra le donne esordiscono Halep, Azarenka e Muguruza.

La cosa più bella della seconda giornata dell’Austalian Open è che, ancora sostenuti dall’illusoria amalgama tra adrenalina e mitomania, ci sentiamo attrezzati ad affrontare altre 10-11 nottate di insonnia tennistica. Un recente studio dell’università di Portland, però, smonta ogni nostra più ardita illusione, illustrando impietosamente le cinque fasi del degrado dell’australopitecus nottambulus: tra la seconda e la terza giornata di veglia subentra la catalessi, tra il terzo e il quarto la catatonia, tra il quarto e il quinto la paralisi facciale ed infine il colpo di grazia, provocato dalla 118esima disamina tecnica di quel cassamortaro di Wilander.

Prima di divorziare dalle nostre facoltà mentali, dunque, profittiamo delle ultime ore di lucidità concesseci, per pregustarci ciò che lo Slam oceanico sta per offrirci.

Spain's Nadal embraces compatriot Verdasco after Nadal won their men's singles semi-final match at the Australian Open

Il match che alimenta il maggior numero di aspettative è quello tra Rafa Nadal e Nando Verdasco. L’unico precedente disputatosi in terra australe risale all’edizione 2009, quando i due iberici diedero vita ad una delle più memorabili sfide dell’ultima decade. Nell’occasione fu il maiorchino ad aggiudicarsi la sfida, al termine di cinque set gravidi di patos e primizie balistiche. Verdasco è il classico giocatore che un top 10 non si augura di affrontare nei primi turni di uno Slam. Il vitellone madrileno, infatti, centellina accuratamente il proprio talento, dispensandolo principalmente quando può contare su un palcoscenico di prestigio planetario. In virtù di questo Nadal potrebbe concedere un set al suo attuale compagno di doppio. Le decrescenti potenzialità atletiche di Verdasco, miste alla progressiva fiducia acquisita da Rafa, non paiono però lasciar alcun dubbio sull’esito finale della sfida.

GETTY_2016_2626111a

Nella nottata esordisce anche Andy Murray, opposto al promettente virgulto teutonico Zverev. Un principio di 2016, quello dello scozzese, caratterizzato da un corposo numero di incognite. Il recente trionfatore della Coppa Davis viaggia su due binari paralleli: uno rappresentato dall’esaltante inerzia a seguito della conquista dell’agognata insalatiera, l’altro gremito di “distrazioni”. extratennistiche. Il campione olimpico in carica, infatti, è in attesa di notizie dalla madre patria, ove la consorte è in procinto di scodellare il suo primogenito. Un pensiero costante che potrebbe condizionare la tenuta mentale di Andy, suo atavico tallone d’achille.

Ferrer abu dhabi

Impegno non banale per David Ferrer, atteso dall’indolente talento di Peter Gojowczyk. Il valenciano ha inaugurato la stagione con due allarmanti sconfitte, subite rispettivamente dall’ucraino Marchenko a Doha bissata, a pochi giorni di distanza, da quella ottenuta contro Sock ad Auckland. Lo spagnolo sembra frenato dalle difficoltà di adattamento alla nuova racchetta,  cambiamento spesso foriero di nuove insicurezze, specie se effettuato in tarda età agonistica. L’impronunciabile tedesco, almeno in teoria, dispone dell’esplosività e dell’estro necessari per procurare ulteriori grattacapi a Ferrer. Fosse un match al meglio dei tre set azzarderemmo un finale thrilling. Al meglio dei cinque, però, il paffuto teutonico non sembra avere vie di scampo.

Le altre due teste di serie più altolocate della parte bassa, Stan Wawrinka e Milos Raonic, possono agevolarsi di un avvio piuttosto dolce. Lo svizzero affronterà il lungodegente Tursunov, assente dalle scene da più di un anno, mentre il canadese se la dovrà vedere con il francese Pouille, regolato perentoriamente non più di due settimane fa a Brisbane.

tumblr_nu6vsnTJby1uso5gio1_1280

Passando a Fabio Fognini, l’italiano è atteso dall’ennesimo esame di maturità, stavolta rappresentato dal probante test contro il virtuoso Gilles Muller. Il lussembrurghese difende gli ottavi conquistati nella scorsa edizione, quando solo Djokovic fu in grado di arrestarne la corsa. Fognini per aggiudicarsi l’incontro dovrà essere in grado di disinnescare l’arma principale del lussemburghese, il servizio, cercando di giocare d’anticipo in risposta, al fine di evitare le sistematiche finalizzazioni a rete dell’avversario.

mugu

In campo femminile, dopo la tradizionale moria di teste di serie da prima giornata Slam, si profila un martedì meno irto di difficoltà per le più altolocate partecipanti. Simona Halep potrà acclimatarsi con agio al primo Major stagionale, attesa dalla resistibile cinese Zhang. Impegno ancor meno problematico per Vika Azarenka, al cui cospetto si presenterà la belga Van Uytvanck. La bielorussa, reduce dalla dominazione del torneo di Brisbane, pare aver riacquisito la vigoria dei tempi migliori, guadagnandosi prepotentemente il ruolo di favorita della parte bassa del tabellone, nonostante la 16esima, lascito di un 2015 a dir poco incolore. Chiude il cerchio delle principali indiziate per un posto in finale Garbine Muguruza, attesa dall’estone Kontaveit. La spagnola dovrà dimostrare di aver superato il dolore al piede, fastidio che ne ha condizionato la preparazione all’Australian Open. Nonna Venus invece, nonostante il recente rientro tra le top 10. ha ricevuto in sorte una delle peggiori non teste di serie presenti nel tabellone. A contenderle il passaggio al secondo turno sarà Johanna Konta, promettente prospetto dell’asfittico vivaio britannico. Per i più permeabili alle fatiche tele-notturne, consigliamo un robusto ricostituente naturale, rappresentato dal derby della prosperità mammellare tra Sabine Lisicki e Petra Cetkovska.

Questo il programma completo della seconda giornata:

http://www.ausopen.com/en_AU/scores/schedule/index.html

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy