Roland Garros Juniores: Aliassime per la storia, Blancaneaux per la patria.

Roland Garros Juniores: Aliassime per la storia, Blancaneaux per la patria.

Saranno il francese Geofrey Blancaneaux ed il canadese Felix-Auger Aliassime a giocarsi il titolo della 69esima edizione del slam juniores parigino. I due finalisti hanno battuto rispettivamente in semifinale lo spagnolo Nicola Kuhn 6-4,6-2 e il canadese Denis Shapovalov per 6-7(4),7-5,6-3. Il tennista 15enne cercherà di diventare il primo canadese a conquistare l’ambito trofeo mentre dall’altra parte della rete ci sarà il classe 98′ pronto a regalare l’ennesima gioia alla propria nazione.

Commenta per primo!

Mentre Djokovic e Murray si preparano in vista della loro finale di domani, oggi a livello juniores si sono decretati i due finalisti: Felix Auger Aliassime, canadese, classe 2000′ alla sua prima finale in uno slam giovanile ed il francese Geoffrey Blancaneaux, classe 98′, anche lui alla prima apparizione nell’atto finale di un major a livello juniores. Il canadese andrà alla ricerca del titolo anche per scrivere la storia del suo paese:diventare il primo canadese ad imporsi al Roland Garros , però dovrà fare prima i conti con il francese, e con tutto il pubblico parigino pronto a sostenere il suo beniamino.

Felix Auger-Aliassime – 16 anni da compiere ad Agosto, il canadese ha raggiunto la sua prima finale in un major juniores e ci auguriamo che non sia l’ultima. Semifinale lampo quella vinta dal giovane nordamericano, impostosi con il punteggio di 6-4,6-2 contro il coetaneo spagnolo Nicola Kuhn. Entrambi hanno mantenuto una percentuale di prime in campo molto alta, ma la differenza l’ha fatta la realizzazione di punti con il proprio servizio. Solo 3 punti persi dal canadese quando ha messo la prima in campo, ben 4 aces realizzati e 0 palle break concesse. Invece l’avversario ottiene una mediocre percentuale di punti con la prima in campo ed il 50% con la seconda. Lo spagnolo non è riuscito ad imporsi sul fenomenale Aliassime, futura stella del tennis mondiale. In finale dopo aver perso soltanto un set, al secondo turno contro il brasiliano Orlando Luz, dopo essersi posto agevolmente nei restanti set. Un massacro quello compiuto dal nordamericano, ben 3 sono i ‘6-1’ inflitti agli avversari. Il tennista 15enne si è fatto notare dal grande pubblico l’anno scorso, quando al Challenger di Gnabry arrivò sino ai quarti di finale, partendo dalle qualificazioni e strappando un set al giapponese Yoshito Nishioka.

Feb23-GFelix Auger-Aliassime

Geoffrey Blancaneaux – Classe 98′, secondo Roland Garros nel giro di due settimane per lui, dopo aver centrato il secondo turno di qualificazioni del major professionistico, il francese ci ha riprovato, riuscendo a centrare la sua prima finale in uno slam a livello juniores. In una vera e propria maratona è riuscito a sconfiggere il canadese, testa di serie numero 5, Denis Shapovalov, dopo aver perso il primo set nettamente al tie break con il punteggio di 7-6(4), il tennista transalpino grazie alla spinta del pubblico è riuscito a risalire in cattedra ed a fare suo il match in 3 set. Un primo set molto falloso per Blancaneaux che commette ben 3 doppi falli, 6 in tutta la partita, e Shapovalov sfrutta le occasioni offerte dal suo avversario e fa suo il primo parziale. Nel secondo qualcosa cambia, il tennista classe 98′ vuole raggiungere a tutti costi quell’ambita finale e con un moto d’orgoglio conquista il set per 7-5 e si impone per 6-3 nel finale. Al contrario del suo avversario della finale, ben 3 sono i set persi dal giovane francese, ma 2 sono stati lasciati per strada quando egli era già in vantaggio di un break. A differenza di Auger-Aliassime forse non tutti conosceranno il parigino, poichè a livello Pro ha giocato un paio di qualificazioni a livello challenger ed appunto le quali al Roland Garros di quest’anno. I risultati più importante a livello ITF sono stati sicuramente la semifinale raggiunta in Olanda, l’Agosto scorso, persa poi contro Gianluigi Quinzi e quella giocata verso fine Dicembre in Turchia, uscito sconfitto da Cristopher Heyman, futuro vincitore del torneo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy