Roma Story: Volandri fa sognare l’Italia nel 2007

Roma Story: Volandri fa sognare l’Italia nel 2007

Ripercorriamo la storia del più prestigioso torneo italiano attraverso una delle partite che ha scritto la storia del tennis italiano.

Roma è da sempre un torneo che incorpora grandi sorprese. Se poi si è italiani, le sorprese diventano imprese. Ed è quello che è successo a Filippo Volandri nel 2007.

Quel 2007 sarà magico per il giocatore azzurro: arriva la semifinale a Roma, battendo uno dopo l’altro Gasquet, Federer (allora numero 1 del mondo) e Berdych, per poi cedere a Fernando Gonzalez; arrivano i primi (ed unici) ottavi al Roland Garros; arriva il best ranking di numero 25 al mondo. Ma quello che tutti gli italiani patiti di tennis ricordano, sono quei magici ottavi di finale.

Volandri scende, ovviamente, in campo da sfavorito. Insomma, c’è pur sempre Roger Federer dall’altra parte della rete, mica uno caso. Ma siamo a casa nostra. Siamo dove tutto è possibile, e il livornese lo sa. La partita è sorprendente: 6-2 6-4 senza alcun patema. Il livornese s’impone come se i ruoli fossero invertiti, e quello in cima alla classifica fosse lui.

Volandri è stato un giocatore impressionante, che è riuscito a far sognare una nazione intera in quel magico 2007, a portare un italiano in semifinale a Roma quasi 30 anni dopo Panatta. Ora è costretto a bazzicare per i Challenger, ma nessuno potrà mai scordarsi di cosa è stato capace di portare a casa nonostante un fisico non straordinario.

Chissà se avremo un altro tennista italiano che riuscirà a farci sognare. Sarà Fognini, finalmente conscio delle sue abilità? Saranno Seppi e Lorenzi, la vecchia guardia che non accenna a fermarsi? Sarà la novità Cecchinato, capace di spingersi ai quarti del recente torneo di Bucarest? O sarà la “NextGen” italiana, ossia Donati, Quinzi & co? Questo non lo possiamo sapere, ma aspettiamo e speriamo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy