Atp Finals: Zverev sconfigge Roger Federer ed infrange i sogni di gloria dello svizzero

Atp Finals: Zverev sconfigge Roger Federer ed infrange i sogni di gloria dello svizzero

Sconfitta amara per Roger Federer, che saluta le Atp Finals per mano di Sascha Zverev, il quale si impone in due set. Per l’elvetico sfuma la finale-rivincita con Djokovic ed anche l’appuntamento con il 100º titolo in carriera, rimandato dunque alla prossima stagione.

di Antonio Sepe

[3] A. Zverev b. [2] R. Federer 7-5 7-6 (5): Si chiude dopo 58 match (48-10) la stagione di Roger Federer ed a mettervi la parola fine è Alexander Zverev, che diventa il primo tennista tedesco a raggiungere l’ultimo atto delle Atp Finals dai tempi di Boris Becker. Momenti indimenticabili per il tennista di Amburgo, che ha pienamente meritato la vittoria ed al termine della partita, nell’intervista, si è dichiarato “incredibilmente orgoglioso per quanto fatto, dopo tutti i sacrifici ed il duro lavoro”; buona parte dei pensieri vanno però a Federer, che ha disputato la sua ultima partita della stagione e, ogni anno che passa c’è sempre una sorta di incertezza su quello che sarà il suo futuro, con ovviamente la speranza di rivederlo il prima possibile e il più a lungo possibile sui campi da tennis. federersad

Saluta questo 2018 con l’amaro in bocca Roger, che quest’oggi ha giocato una discreta partita, ma ne è uscito sconfitto a causa di qualche errore di troppo e poca lucidità nei momenti cruciali. In particolare, destano scalpore il passaggio a vuoto avuto a cavallo tra la fine del primo set e l’inizio del secondo, dove lo svizzero ha perso ben nove punti consecutivi, cedendo tra l’altro il primo parziale, ed una clamorosa volée sbagliata sul 4-5 del tie-break. Inoltre, sempre nel tie-break della seconda frazione di gioco, c’è stato un momento di tensione in cui Zverev ha letteralmente fermato il gioco perché un raccattapalle si era lasciato scappare una pallina; dopo un po’ di brusio da parte della folla, che comprensibilmente non era sicura dei fatti non potendo rivedere i replay, ed il chiarimento tra Federer e l’arbitro, che hanno chiesto conferma al raccattapalle stesso dato che entrambi non si erano accorti di nulla, si è ripreso il gioco. Zverev comunque aveva pienamente ragione e ci ha tenuto a precisarlo nell’intervista post match, scusandosi più volte con il pubblico.

Sfuma dunque la finale tanto attesa tra Federer e Djokovic, che sarebbe stata un remake dell’epico incontro di Parigi Bercy, ma allo stesso tempo Roger deve dire addio al sogno 100º titolo in carriera, o meglio dovrà aspettare la prossima stagione per poter tagliare questo traguardo. Prima finale per Zverev alle Atp Finals e probabile scontro con Djokovic, che negli ultimi due precedenti gli ha lasciato un totale di appena otto games.

LA CRONACA: Match fin da subito bloccato, con i servizi che hanno fatto da padroni nel primo set tanto che non c’è stata neppure l’ombra di palle break ma, a dir la verità neppure di games terminati ai vantaggi. Entrambi i tennisti hanno giocato in maniera discreta, ma tutti e due hanno dimostrato di avere qualche punto debole: Federer, come d’altronde nel resto del torneo, ha avuto una percentuale di prime in campo piuttosto bassa e se l’è dunque dovuta cavare con la seconda in più occasioni; Zverev, invece, ha commesso qualche errore gratuito di troppo e non è riuscito a trovare la giusta continuità per mettere a segno l’allungo decisivo. Il primo set, nel complesso, non è stato pieno di colpi di scena ed in generale lo spettacolo non è stato dei migliori perciò il tie-break sembrava ormai annunciato, e probabilmente sarebbe stato l’epilogo più giusto. A sorpresa, però, proprio nel momento di servire per guadagnarsi il tie-break, Federer ha avuto un clamoroso passaggio a vuoto, caratterizzato da almeno un paio di errori evitabili che hanno fatto sì che cedesse a zero la battuta. Ciononostante, il merito va anche a Zverev, che è stato capace di mettere a segno punti del genere in un tale momento del match ed ha conquistato il primo parziale per 7 giochi a 5.

Costretto alla rimonta, Federer è partito forte nel secondo parziale e, fin da subito ha espresso un tennis volto all’attacco e alla ricerca di ciò che gli avrebbe consentito di allungare nel punteggio. Dopo aver posto fine al suo momento no, tenendo a zero il servizio, l’elvetico ha breakkato il suo avversario e per la prima volta nell’incontro si è portato avanti in un set. Neppure il tempo di festeggiare per l’ex numero uno al mondo che Zverev ha già ottenuto l’immediato controbreak che riporta in parità la situazione. Da questo momento la situazione si stabilizza e, con Zverev che tiene il servizio agevolmente dominando con la prima palla, e Federer che fa un po’ più fatica, in particolare a causa di qualche non forzato evitabile, ma riesce ugualmente a portare a termine il compito, si giunge al tie-break. alexander-zverev-roger-federer-has-always-supported-me-

Anche qui l’equilibrio regna incontrastato e nessuno dei due giocatori riesce ad impensierire l’altro in risposta. Quello che ci è andato più vicino è stato lo svizzero, che però è stato fermato in una situazione di vantaggio – vale a dire all’interno di un punto dove l’inerzia era dalla sua – a causa di un raccattapalle, al quale è sfortunatamente scivolata una pallina dalle mani proprio durante l’esecuzione del punto. Nè l’arbitro nè Federer se ne accorgono, mentre Zverev lo nota e ferma immediatamenteblo lo scambio. Dopo aver chiesto conferma al raccattapalle, che effettivamente ammette l’accaduto, si riprende il gioco con il pubblico piuttosto amareggiato da questo episodio, gestito comunque in maniera ineccepibile. Tempo un paio di punti ed arriva un’altra batosta per Federer, questa volta “un’auto batosta”, dato che sul 5-4 Zverev lo svizzero sbaglia una facile volée a campo aperto, affossandola in rete e consegnando al suo avversario il primo mini-break del tie-break. Nonostante la situazione e le circostanze, il nativo di Amburgo non trema e vola in finale, per il momento la più importante della sua carriera.

50 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Velia Fede - 4 settimane fa

    È stato solo un caso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Buccafusca - 4 settimane fa

      Velia Fede Come con Nishikori o con Goffin l’anno scorso….sempre un caso ahahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Silvia Capello - 4 settimane fa

    Scusate ma non mi sembra corretto scrivere che per Roger sfuma la finale con il serbo .. Djokovic favorito ma in finale ancora non c’è

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michel Stojkovic - 4 settimane fa

      Silvia Capello ora puoi tornare in cucina visto che di tennis ne capisci poco tesoro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Davide Lupi - 4 settimane fa

      Michel Stojkovic commento maschilista e misogino senza alcun senso… Una volta i tifosi di tennis erano “signori”.. ora il tifo becero calcistico è arrivato anche al tennis.. peccato..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Silvia Capello - 4 settimane fa

      Michel Stojkovic io torno in cucina … e tu torna a scuola per imparare a leggere e comprendere il senso del mio messaggio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Silvia Capello - 4 settimane fa

      Davide Lupi grazie per le tue parole ..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cristiano Zatini - 4 settimane fa

    Chi vince festeggia chi perde spiega…. a 100 non ci arriva magari se fa qualche 250,non essendo mai stato un killer nelle partite che contano sempre una sofferenza con l ‘ età poi tutti lo conoscono e i piani B sembrano non funzionare, fino alle Olimpiadi del 2020 giocherà poi bei ricordi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone Buccafusca - 4 settimane fa

    Contro Nole ha vinto 5 games il tedesco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Viviana Colnaghi - 4 settimane fa

      C’è sempre una prima volta Simone

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone Buccafusca - 4 settimane fa

      Credi a Babbo Natale allora…..vuol dire che di tennis capisci ben poco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Michel Stojkovic - 4 settimane fa

      Simone Buccafusca domani 3

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Angelo Coghe - 4 settimane fa

    La cura Lendl inizia a fare i suoi effetti questo è il punto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Sandra Cedrati - 4 settimane fa

    Mi dispiace…io tifo FEDERER

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Branka Gencic - 4 settimane fa

      Certo cara,hai il dititto cosa vuoi,anch’io per Novak,qundo era N° 23! 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Giovanni Picciuti - 4 settimane fa

    Forza Nole!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Branka Gencic - 4 settimane fa

    Grande vergogna per una parte del pubblico … ma c’è ancora chi riconoscono il momento, in cui qualcuno è migliore!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Luca Carboni - 4 settimane fa

    Partita incolore. Circa il GOAT, meglio non parlarne più.
    Senza scomodare IceBorg, questo Federer faceva pochi games con Lendl, in tribuna come Wilander.
    Fortunato Federer a non incontrare Djokovic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Caprifogli - 4 settimane fa

      Luca Carboni non mi piace

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luca Carboni - 4 settimane fa

      Marco Caprifogli oggettivamente, si è visto ben di meglio sul campo da tennis e ai Masters.
      Meno male che tiravano piano…….e Poi, Samantha Lendl è molto più carina di Mirka !!!!
      https://youtu.be/P3q9Y5fAdMo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Luca Carboni - 4 settimane fa

      Marco Caprifogli contro IceBorg, Federer avrebbe fatto la stessa fine del malcapitato Lendl !!!!
      https://youtu.be/yyuiEzBb7hk

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Luca Carboni - 4 settimane fa

      Marco Caprifogli idem dicasi contro McJesus al Master 1984
      https://youtu.be/Ku6uCvX0yB8

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Luca Carboni - 4 settimane fa

      Marco Caprifogli stesso sorta con Sampras.
      Almeno 3 campioni del passato meglio di Federer in their prime.
      Certo, Bjorn Borg era un dio sceso in terra
      https://youtu.be/OPsu-zL2Ah0

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Vojin Avlijas - 4 settimane fa

    Ma quelli che lo hanno fischiato alla fine esattamente che problemi hanno ?? Bisogna fare autocritica sempre e oggi Federer ha strameritato la sconfitta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Ferrara - 4 settimane fa

      quelli sono gli sportivissimi tifosi di federer niente di strano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vojin Avlijas - 4 settimane fa

      mamma mia che boiata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Curzio Tamagni - 4 settimane fa

      Marco Ferrara : il tedesco ha meritato e RF è’ pur sempre arrivato in semifinale. In fondo RF ha vinto tantissimo e gioca ancora a 37 anni ad un eccellente livello !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Branka Gencic - 4 settimane fa

      Basta più parlare di anni di Federer … diventa noioso già! ps / per me,non so come per altri!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Vojin Avlijas - 4 settimane fa

      nessuno dice il contrario Curzio …ma quando si perde bisogna far merito agli avversari…è un fan onesto di Federer oggi non avrebbe fischiato Zverev

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Silvio Mia - 4 settimane fa

    Vittoria meritata di Zverev, che mi è parso sempre un passo avanti. Federer non mi ha mai dato l’impressione di poter vincere, anche se il punteggio è stato in equilibrio e quell’errore sotto rete sul 5 pari nel tiè break di Roger è stato determinante. Comunque il vecchietto ha giocato un’ottima partita, contro il futuro numero 1,che a questo punto spero vivamente che domani possa giocare ancora su questi livelli e vincere le finals

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giovanni Picciuti - 4 settimane fa

      C’è Nole però!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Silvio Mia - 4 settimane fa

      Giovanni Picciuti infatti Djokovic è il grande favorito, però se Zverev riuscirà a servire e giocare come oggi, potrà avere delle possibilità di vincere e noi di vedere una bella partita

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Stefano Tomasella - 4 settimane fa

    Per quanto la penso io federer è ai titoli di coda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mirko Cappilati - 4 settimane fa

      Stefano Tomasella il solito anti sportivo .come puoi dire di titolo di coda se è ancora l’uomo da battere e ancora vince a 37 anni.poi dire chece ai titoli di coda il numero 3 del mondo vuol dire che sei proprio un antisportivo.VERGOGNATI.allora per te i numeri 9 in poi sono tutti da ritiro.guarda che il tuo idolo e giunto al numero 1 perché non aveva nesdun punto da difendere .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco Caprifogli - 4 settimane fa

      Stefano Tomasella non mi piace

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Maria Pia Scarpellino - 4 settimane fa

    Complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Pasquale De Toro - 4 settimane fa

    Zverev 2-0 è finita, sarà una bella finale contro Nole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Branka Gencic - 4 settimane fa

      Sarebbe bello,speriamo che sarà così!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Enzo Chiarolanza - 4 settimane fa

    Porca puttana eva

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Daniela Bertuola - 4 settimane fa

    La partita non la vinta zevert ma lha persa Roger con la percentuale di prime bassissima !!w si sa se non servi mai la prima la partita è già persa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ida Pellegrino - 4 settimane fa

      Daniela Bertuola Considerazioni ridicole. Una volta tanto siate realistici, tenendo presente che il gioco dell’uno condiziona il gioco dell’altro. Accettare la sconfitta per voi federiani é sempre difficile! Ogni volta avete una scusa per non riconoscere che “l’altro”é stato più bravo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco Ferrara - 4 settimane fa

      Daniela Bertuola ogni volta che perde federer non si da mai il merito all’avversario.. tutto regolare secondo la Bibbia dei federasti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Mark Falzon - 4 settimane fa

      Piangi meno!!! Aspetta basel 2019 per le 100

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Daniela Bertuola - 4 settimane fa

      Marco Ferrara ma no l’altro ha servito benissimo e giocato bene !io volevo dire che se Roger serviva meglio poteva giocarsela meglio !non si può servire con il trenta per cento di prime !!anche Volandri ha detto che la differenza è stata la prima di servizio perché zevert ha servito tra il 70 e 80 di prime !!dunque la differenza è stata con il servizio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Viviana Colnaghi - 4 settimane fa

      Non è detto non tutti i giocatori hanno un servizio forte eppure vincono….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Marco Ferrara - 4 settimane fa

    Oggi nettamente superiore il tedesco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Susanna Mondin - 4 settimane fa

    Bravo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Silvia Motroni - 4 settimane fa

    Sacha assolutamente on fire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Antonietta Fratangelo - 4 settimane fa

    Già

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Mark Falzon - 4 settimane fa

    Sconfita meritata

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy