Fashion Circus: tutte le oltraggiose mise che vedremo all’Australian Open

Fashion Circus: tutte le oltraggiose mise che vedremo all’Australian Open

A pochi giorni dall’inizio dell’Australian Open, tutti i più blasonati partecipanti allo Slam oceanico hanno reso pubbliche le mise che sfoggeranno sulla passerella di Melbourne. Andiamo a curiosare nei guardaroba dei nostri eroi, quindi, alla ricerca dei look più eleganti, stravaganti e alla cazzo di cane.

Ci secca doverlo ammettere, ma Tennis Circus oramai ha conquistato la leadership indiscussa nel panorama dell’informazione tennistica mondiale. La nostra schiacciante supremazia, però, non ci rende immuni da ammonimenti e strigliate da parte dei nostri lettori. La critica che più spesso ci sentiamo rivolgere è la seguente: “Va bene, siete i migliori di tutti, ma ogni tanto non potreste abbassarvi al livello degli altri siti di tennis, parlando di gossip, oroscopi, moda ed altre amenità alla Alfonso Signorini?.” Accogliamo con gioia questo costruttivo suggerimento, accantonando per qualche minuto la nostra sfavillante brillantezza giornalistica, al fine di offrirvi un corposo quantitativo di guano ove poter grufolare senza ritegno. A pochi giorni dall’inizio dell’Australian Open, infatti, tutti i più blasonati partecipanti allo Slam oceanico hanno reso pubbliche le mise che sfoggeranno sulla passerella di Melbourne. Andiamo a curiosare nei guardaroba dei nostri eroi, quindi, alla ricerca dei look più eleganti, stravaganti e alla cazzo di cane.

ROGER FEDERER

a.o outfit

Il baronetto elvetico, per celebrare la conquista del 18esimo Slam, ha deciso di osare l’inosabile, optando per una t-shirt a maniche corte e dei pantaloncini da tennis, equipaggiati di ben due tasche laterali. Interessante la scelta cromatica, di esplicita matrice leghista. Non è un mistero che Federer, dopo la prematura estinzione dell’UDEUR di Clemente Mastella, abbia trasferito le proprie simpatie politiche verso il partito fondato da Umberto Bossi. Le strisce color verde padano certificano l’infatuazione di Roger nei confronti della Lega Nord, un innamoramento politico favorito dalla comune avversione per gli zingari, specie se di etnia serba.

RAFAEL NADAL

a.o outfit 7

Scelta all’insegna della nostalgia da parte del sentimentale maiorchino. Rafa esibirà un completo meno sgargiante rispetto a quelli delle precedenti edizioni, privilegiando un abbinamento cromatico essenziale, ma dal forte potere evocativo. La predominanza del colore giallo rappresenta un ideale ponte con il recente passato, segmento temporale nel corso del quale Rafa imperversò, anche grazie al supporto di un eccezionale compagno di viaggio. Quel giallo, infatti, simboleggia tutti i campioni di urina simpaticamente contraffatti in compagnia di quel monello del Dr.Fuentes, nel corso di memorabili scorribande notturne in tutti i centri antidoping del Regno di Spagna.

NOVAK DJOKOVIC

a.o outfit 9

Dopo il glutine, i raccattapalle e il Roland Garros, una nuova intolleranza pare aver colpito il pallosissimo serbo. Sembra infatti che Nole abbia maturato un’incurabile allergia per il  cotone, la lana, il pile e a qualsiasi altro tessuto esistente in natura. Per questo motivo il serbo sarà costretto ad indossare un completo in fibra di frumento, con polsini macrobiotici e calzini ricavati da gallette di riso iposodiche.

SERENA WILLIAMS

a.o outfit 10

Per il gran rientro nel circuito, Serena non ci ha voluto far mancare il suo proverbiale tocco di classe. Non priva di astuzia la scelta di indossare una t-shirt trafugata dal guardaroba di Rita Pavone. Meno avventata la selezione del gonnellone bifamiliare, ottenuto dalla certosina spremitura di tutti i parenti, amici e conoscenti di Robertina Vinci.

NICK KYRGIOS

a.o outfit11

Ne esiste anche una versione meno austera, disponibile in tutti i migliori centri di igiene mentale del territorio australe.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy