IBI 2016: parte da Torino il treno del tennis

IBI 2016: parte da Torino il treno del tennis

Grandi prospettive quest’anno per gli internazionali d’italia, il presidente FIT Angelo Binaghi, vuole rendere questo evento globale e sentito per tutto il paese italiano e non solo per la città di Roma. Per questo, grazie a un accordo con Frecciarossa, circa 1.500 persone potranno andare al Foro gratuitamente da tutta Italia.

2 commenti

Vogliamo che gli Internazionali BNL d’Italia 2016 diventino sempre più del Paese nella sua interezza e non solo di Roma”. Con queste parole il Presidente FIT Angelo Binaghi ha sintetizzato il concetto di un evento, perché tale deve definirsi per quanto concerne il nostro sport inteso nella sua globalità, sempre più radicato sull’intero territorio e diffuso tra gli appassionati: “Puntiamo altresì a superare il tetto dei 10.000 partecipanti agli Open di qualificazione alle pre-qualificazioni degli Internazionali e quello dei 200.000 paganti nel corso delle due settimane di torneo. In quanto a tetti nel 2015 abbiamo superato anche quello dei 300.000 tesserati alla Federazione che è prima in molti ambiti, vedi quello del bilancio, certificato, amministrativo e promozionale”.

Intanto per incentivare sempre più la partecipazione agli Open ecco sul piatto un investimento in montepremi di circa 500.000 euro, suddivisi nelle 25 tappe diffuse negli altrettanti circoli italiani: “Per ogni appuntamento regionale con uomini, donne e doppio, circa 25.000 euro – ha proseguito il Presidente FIT – a testimonianza di quanto la Federazione creda nel suo momento clou, appunto gli Internazionali BNL d’Italia e nelle sue tappe di avvicinamento. L’obiettivo, percorso anche attraverso queste conferenze di presentazione nelle varie regioni italiane, è far sì che gli Internazionali si vivano sempre, tutto l’anno e in particolare da febbraio e fino al mese di rappresentazione con i migliori giocatori e le migliori giocatrici del mondo”.

Parliamo delle novità 2016: “Spicca l’accordo con Trenitalia che ci consentirà di portare, con partenza proprio da Torino, grazie ai treni Frecciarossa, circa 1.500 persone gratuitamente agli Internazionali. Biglietto gratis, quattro ore di treno e poi navetta per l’impianto. Dobbiamo ancora individuare i giorni migliori, ma potrebbero essere il primo fine settimana del torneo, il lunedì sul martedì e il martedì sul mercoledì, quando scenderanno in campo tutti i big. La tratta sarà quella Torino-Milano-Bologna-Firenze. Stiamo parlando anche con Alitalia per allestire voli charter e il tutto per far sì che anche i non romani potranno sempre più far parte della grande kermesse. Tra le note anche il wi-fi gratuito nell’impianto di gara, iniziativa che riteniamo doverosa anche se costosa”.

Binaghi si è poi intrattenuto con la stampa nazionale e locale, presso il nuovo Palatennis del Monviso Sporting Club, inaugurato per l’occasione (con tanto di taglio del nastro iniziale in compagnia dell’AD del centro, Stefano Ponzano e del Presidente FIT Piemonte Pierangelo Frigerio) e gremito dai partecipanti al corso di 2° grado per Dirigenti Sportivi: “Così – ha concluso il Presidente FIT – i torinesi che sono soliti andare al torneo di Montecarlo quest’anno potranno avvicinarsi ancora di più a Roma”.

Della giornata speciale anche Nicola Pietrangeli, che ha ricordato come proprio a Torino, nel 1961, colse una delle sue vittorie più belle agli Internazionali d’Italia, contro un certo Rod Laver: “Ormai gli Internazionali sono diventati un “must” e non esserci, anche per i non addetti ai lavori, rappresenta un “minus”. L’atmosfera che si respira al Foro e in particolare nel campo a me dedicato è veramente particolare. Tutti i giocatori italiani, poi, amano esibirsi sul Pietrangeli perché sentono il caldo e vicino incitamento della folla”.

Proprio sui campi del Monviso Sporting Club scatterà invece la prossima settimana (20 febbraio) il torneo Open maschile che si chiuderà il 20 marzo con le finali. Si parte dagli NC e 4.a categoria per arrivare ai big di 2.a, doppisti al maschile compresi per un montepremi complessivo di 13.000 euro. Che la grande festa abbia inizio.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Raffaela Torello - 1 anno fa

    Ne parliamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jlenia Fassio - 1 anno fa

    Ci stiamo pensando

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy