Quarti di nobiltà al Foro Italico

Quarti di nobiltà al Foro Italico

Oggi si giocano i quarti di finale in cui spiccano Nadal-Thiem, Djokovic-Del Potro e Venus Williams-Muguruza.

Commenta per primo!

L’edizione 2017 degli Internazionali BNL d’Italia entra nel vivo oggi con la disputa dei quarti di finale. Sono quarti di nobiltà tennistica, soprattutto nel singolare maschile, che consentiranno agli organizzatori di allestire un programma complessivamente davvero molto interessante. Si giocherà sul Centrale e sulla NextGen Arena mentre il Pietrangeli e il Campo 1 ospiteranno gli incontri di doppio.

Il programma del centrale si aprirà con la sfida del singolare femminile tra Simona Halep e la sorprendente qualificata Annet Kontaveit. La rumena cercherà di diventare la terza giocatrice nella storia a mettere a segno la doppietta Madrid-Roma (Safina nel 2009 e Serena Williams nel 2013 le altre) ma per farlo dovrà imporsi alla volitiva estone che, dopo aver battuto la n°1 del mondo Kerber, ha superato la prova del nove infliggendo un doppio eloquente 6-1 a Mirjana Lucic-Baroni. Simona ha vinto l’unico precedente, disputato proprio quest’anno a Miami.

Sascha Zverev
Sascha Zverev

A seguire, Alexander Zverev e Milos Raonic si affronteranno per la prima volta in carriera. Il canadese cercherà di cogliere la seconda semifinale al Foro Italico dopo quella ottenuta nel 2014, quando perse da Djokovic per 6-3 al terzo. Se Milos è alla ricerca di buone sensazioni dopo un inizio di stagione non straordinario, il suo avversario Zverev sta vivendo il miglior momento della carriera e proprio questo lunedì ha raggiunto il suo best-ranking. Sasha ha vinto dieci degli ultimi undici incontri disputati e non sembra risentire dello sforzo prolungato ma Raonic, dopo aver perso prematuramente a Madrid, sembra più centrato rispetto alla scorsa settimana. Sarà una sfida aperta e molto interessante.

Di seguito, non prima delle 16, Rafael Nadal e Dominic Thiem si ritroveranno di fronte a cinque giorni dalla finale del Mutua Madrid Open. Rispetto alla netta sconfitta di Barcellona, l’austriaco in Spagna ha lottato praticamente alla pari con l’imbattibile (quest’anno sul rosso) Rafa uscendo sconfitto al termine di due set molto combattuti. E sempre come in Spagna, Dominic ha annullato match-point (ieri sera contro Querrey) e quindi mostra di essere molto maturo nonostante la giovane età: 4-1 Nadal i precedenti.

Eccellente il programma serale che si aprirà con il quarto più affascinante del singolare femminile e si chiuderà con quello più accattivante del maschile. Venus Williams e Garbine Muguruza sono due serie pretendenti ad alzare il trofeo e si sfideranno per la quarta volta in carriera, con l’iberica che non è mai riuscita a battere la statunitense. Dopo due eliminazioni precoci nei primi appuntamenti sulla terra (Kontaveit a Stoccarda, Bacsinszky a Madrid), la campionessa del Roland Garros 2016 ha finalmente vinto due incontri consecutivi e partirà favorita contro una Venus che invece è al debutto stagionale sul rosso e ieri ha sconfitto in tre set la britannica d’Australia Johanna Konta.

Novak Djokovic
Novak Djokovic

Infine, piatto forte che chiuderà la giornata, il confronto tra Novak Djokovic e Juan Martin Del Potro. Siamo al 18° capitolo del match tra il serbo e l’argentino e Nole è uscito vincitore in 13 occasioni, ma “Delpo” gli ha inflitto una delusione estremamente cocente battendolo al primo turno del torneo olimpico di Rio 2016. Curiosamente, i due non si affrontano sulla terra rossa dal 2011 e i due precedenti sulla superficie in questione hanno visto vittorioso Djokovic. Nole è parso in ripresa contro un tipo ostico qual è Bautista Agut ma Del Potro ha battuto Dimitrov e Nishikori e stasera potrebbe piazzare il colpaccio.

Di livello inferiore, ma tutt’altro che trascurabile, il programma della NextGen Arena che aprirà le danze alle 12 con il match tra i bombardieri Isner e Cilic. Sia l’americano che il croato hanno destato ottima impressione, il primo eliminando Stan Wawrinka e il secondo imponendosi al belga Open 2011 – 9-7 al quinto – e a Wimbledon 2015 – 12-10 sempre al quinto) ma si è imposto nell’ultima, la semifinale di Bercy 2016. Tutto sommato, Cilic dovrebbe riuscire a spuntarla.

Di seguito, il singolare femminile proporrà il match tra l’olandese Kiki Bertens e la qualificata australiana (nata però a Mosca) Daria Gavrilova. Va detto che, caso piuttosto singolare, quest’ultima è stata costretta a partire dalle retrovie in quanto si era dimenticata di iscriversi al torneo. L’australiana naturalizzata è in grande fiducia e ha risolto a suo favore tre incontri al terzo set contro Keys, Garcia e Kuznetsova mentre la Bertens, giunta nei quarti anche a Madrid (dove perse con la Sevastova), ha perso il primo set del torneo con la Niculescu per poi infilarne sei consecutivi (Bellis e Makarova le altre sue vittime). I precedenti (1-1) sono poco significativi in quanto disputati entrambi sul duro. Secondo noi Gavrilova leggermente favorita ma è un match da tripla.

Infine, l’ultimo match femminile metterà di fronte Elina Svitolina e Karolina Pliskova. La ceca è diventata la grande favorita del torneo (Halep permettendo) ma ci ha abituati a sbalzi di rendimento improvvisi e oggi, pur affrontando un’avversaria che ha battuto in carriera 4 volte su 4 (più una a livello ITF), dovrà guardarsi bene dalla condizione della Svitolina, che ieri sera ha inflitto un doppio 6-0 alla tedesca Barthel dopo aver ceduto il primo parziale per 6-3. Elina, quasi infallibile nei tornei di minore importanza (quest’anno già tre titoli: Taipei, Dubai e Istanbul e ingresso tra le prime 10 del mondo), spesso stecca in quelli di rilievo e questa potrebbe essere una buona occasione per smentirsi. Ma sarà molto difficile.

Karolina Pliskova
Karolina Pliskova
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy