Serena Williams: “Contenta di giocare la finale contro Madison. Ho avuto un tabellone perfetto”

Serena Williams: “Contenta di giocare la finale contro Madison. Ho avuto un tabellone perfetto”

Serena Williams dopo la semifinale vinta contro Irina Camelia Begu in conferenza stampa si è detta soddisfatta del suo gioco e del tabellone che ha avuto nel Premier 5 di Roma. In finale troverà la connazionale Keys: “Non capita molto spesso che due americane si contendano un titolo sulla terra”.

Semifinale complicata solo nel primo set per Serena Williams. L’americana grazie al successo su Irina Camelia Begu centra la quarta finale in carriera a Roma, torneo in cui non ha mai perso una volta arrivata in fondo.

“Sono molto contenta di essere in finale”, ha esordito in conferenza stampa la n.1 del mondo. “Penso che sia stato molto buono ed interessante affrontare in questo torneo giocatrici molto diverse che giocano bene sulla terra e dal gioco molto consistente. Un tabellone perfetto, anche domani saró chiamata ad una sfida diversa”.

Irina Camelia Begu ha giocato per tutta la settimana romana un ottimo tennis, a confermarlo è la stessa Serena: “Penso che lei abbia giocato molto bene. Anticipa molto e ci ho messo un po’ per adattarmi al suo gioco. L’avevo vista giocare ma non sapevo esattamente cosa aspettarmi. Ora posso capire perchè negli ultimi 2 anni ha ottenuto importanti risultati”.

Una finale tutta americana al Foro Italico dopo 46 anni. “Non capita molto spesso che due americane si contendano un titolo sulla terra. É fantastico perchè come ho detto altre volte penso che Madison sia una delle tenniste dal potenziale più alto e ora lo sta mostrando anche su questa superficie”. 

“La terra è da sempre una delle mie superfici preferite. Mi piace piú dell’erba ma ho vinto sei Wimbledon e tre French Open. Il terreno di gioco che mi stanca di piú? Forse proprio la terra ma mi ci trovo bene perché ti dà il tempo di preparare i colpi. Poi sapete cosa penso? Se non ci sentiamo pronti non dovremmo giocare. Tutti devono essere pronti per resistere anche alla distanza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy