Wta Roma: addio tra gli applausi per Roberta Vinci, k.o. pure Camilla Rosatello

Wta Roma: addio tra gli applausi per Roberta Vinci, k.o. pure Camilla Rosatello

Finisce tra gli applausi e la commozione l’ultimo match in carriera di Roberta Vinci. La tarantina perde in tre set contro Aleksandra Krunic. Nulla da fare anche per Camilla Rosatello, sconfitta in due parziali da Kaia Kanepi.

di Antonio Pagliuso, @AntoPagliu
Roberta Vinci Internazionali d'Italia Roma

Termina così una straordinaria carriera. Roberta Vinci si è dovuta arrendere alla maggior freschezza di Aleksandra Krunic, lucky loser sì, ma bestia nera della tarantina che si presentava al match con uno score di tre sconfitte in altrettanti faccia a faccia (tutti nel 2015, l’anno della finale degli US Open).

L’ULTIMO MATCH DI ROBERTA VINCI – Tante le persone assiepate sulle tribune del Pietrangeli con la speranza di non assistere all’ultimo match della Vinci, ma con la consapevolezza di poter presenziare a un momento importante per il tennis italiano. L’ingresso in campo di Roberta è accolto da cori e applausi con la trentacinquenne pugliese che mostra un ampio sorriso a celare una sicura emozione.
È Roberta a portar per prima la testa avanti nella sfida: il break strappato al quarto gioco del primo set porta la tarantina sul 3-1, ma il controbreak della Krunic è immediato. Qui esce fuori la grinta di Roby che doma l’estro della più giovane avversaria e infila una serie di tre giochi consecutivi che chiudono il set d’apertura sul 6-2.

La serba, ripescata nel tabellone principale dopo aver perso nell’ultimo turno delle qualificazioni contro Polona Hercog, rientra in campo con piglio migliore (a differenza della Vinci) e con uno gioco più accurato archivia il secondo parziale sul 6-0.
Il crollo fisico della finalista degli US Open 2015 sembra trovare rimedio nel set decisivo. La Krunic va avanti di un break che pare mettere la parola fine all’incontro, ma Roberta, seppur prosciugata dalle forze, si affida alla tecnica e all’esperienza, mostra uno scatto di orgoglio interrompendo la sfilza di otto game consecutivi incamerati dalla sfidante. Qui pare cominciare un nuovo match. Il controbreak giunge al sesto game, ma il confronto atletico tra le due tenniste è di gran lunga favorevole ad Aleksandra Krunic che si porta 5-3 40-0. La Vinci riesce a cancellare le prime due chance di matchpoint, ma alla terza un colpo fuori dal campo condanna alla sconfitta la ex numero 7 del mondo.

La vittoria va alla serba, numero 45 del mondo, che nel settembre scorso aveva chiuso la carriera anche alla longeva Kimiko Date Krumm. Il forte abbraccio della Krunic a fine match è nulla rapportato a quello del pubblico. Finisce così la carriera di Roberta Vinci che da domani penserà alla sua nuova vita.

 

Addio Roberta Vinci

FUORI LA ROSATELLO – Niente da fare anche per Camilla Rosatello contro Kaia Kanepi. La ventitreenne di Saluzzo, che ha conquistato la wildcard messa in palio dal torneo di pre-qualificazioni, ha ceduto in due set conquistando appena tre giochi totali. Trentatré minuti bastano alla Kanepi per imporre il 6-1 con cui chiude una frazione durante la quale la Rosatello ha avuto un eccesso di doppi falli – ben sei in quattro turni di battuta.
Nel set seguente la tennista azzurra parte bene strappando il primo servizio alla sfidante e salendo sul 2-0. Ma la giocatrice estone prende di nuovo il sopravvento e per la giovane tennista piemontese c’è poco da fare. Kaia Kanepi archivia la sfida sul 6-1 6-2.

Nel pomeriggio Francesca Schiavone proverà a superare l’ostacolo Dominika Cibulkova per far sì che, come per la Vinci, questa di oggi non sia l’ultima partita al Foro Italico.

GLI ALTRI MATCH DEL MATTINO – Ad aprire la giornata del Pietrangeli era stata Johanna Konta che ha battuto Magdalena Rybarikova. Un primo set in cui la Rybarikova ha tenuto duro prima di cedere 4-6 è stato seguito dal blackout della Konta nel secondo parziale che ha permesso all’avversaria di portarsi avanti per 3-2. Ma l’annebbiamento decisivo tange proprio la tennista slovacca che da quel momento viene ripresa da Johanna Konta: la britannica di origini australiane vince il combattuto settimo game dopo aver cancellato tre breakpoint e chiude la contesa con il punteggio di 6-4 6-3 alla seconda palla match disponibile. Pochi patemi per Petra Martic che liquida Lesia Tsurenko 6-1 6-2 e avanza al turno successivo.

 

Internazionali BNL d’Italia – Primo turno

[LL] A. Krunic b. [WC] R. Vinci 2-6 6-0 6-3

[Q] K. Kanepi b. [WC] C. Rosatello 6-1 6-2

J. Konta b. [17] M. Rybarikova 6-4 6-3

P. Martic b. L. Tsurenko 6-1 6-2

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alessandra Cimò - 2 mesi fa

    Carlotta

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy