Del Potro: “Ora so che il tennis mi stava aspettando…”

Del Potro: “Ora so che il tennis mi stava aspettando…”

Dopo il grande torneo disputato a Rio, il gigante argentino sembra essersi definitivamente messo alle spalle i problemi al polso, e si gode la sua nuova vita da tennista.

1 Commento

È stato un ritorno in patria trionfale quello di Juan Martin del Potro, accolto come un eroe, e come era giusto che fosse, dopo un argento olimpico tanto prezioso quanto impronosticabile alla vigilia del torneo, soprattutto dopo il sorteggio (“Quando ho visto che al primo turno dovevo incontrare Djokovic, ho chiamato i miei amici e gli ho detto di organizzare una grigliata, visto che sarei stato eliminato subito”).

È visibilmente e comprensibilmente felice Juan Martin, che si racconta al quotidiano La Nacion, dalla sua Tandil, dove è rientrato per riposarsi dopo le fatiche olimpiche, e per prepararsi al meglio in vista del suo prossimo impegno, a quegli US Open che DelPo conquistò in un ormai lontano 2009, e che lo vedranno di nuovo ai nastri di partenza, grazie alla wild-card riservatagli dagli organizzatori.

juan-martin-del-potro-tennis-olympics-day-2q-uekuacbgl-bob-4846557010

“È difficile trovare le parole adatte per descrivere tutto quello che ho provato in questa settimana, è stata un’ emozione e una soddisfazione che probabilmente supera anche la vittoria di Flushing Meadows; le Olimpiadi sono un evento straordinario, seguito in tutto il mondo, e ci sono persone che seguono sport come il tennis, che probabilmente non hanno mai visto una racchetta. Per me è stata un’ esperienza unica e allo stesso tempo massacrante, sia a livello fisico che mentale: le vittorie contro Djokovic e Nadal, e le quattro ore del match perso contro Murray, mi hanno fatto riprovare emozioni che oramai avevo rimosso, e mi hanno fatto capire che il tennis mi stava aspettando”.

Memorabile anche il momento della consegna delle medaglie, con Murray che riceveva l’ oro, e il pubblico che inneggiava a Juan Martin, come se fosse lui il vero vincitore del torneo. Un Del Potro che ora guarda al futuro, e che cerca di porsi degli obiettivi: “Se sarà possibile e il fisico me lo permetterà, mi piacerebbe diventare un giocatore più completo di quello che ero prima dei problemi al polso, vorrei migliorare lo slice, e il gioco al volo in generale, per cercare di diventare ancora più completo e solido”.

 

 

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mariarita Antonini - 11 mesi fa

    ma anch’io ti stavo aspettando!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy