Felix Auger-Aliassime: “Sogno la Top Ten e di vincere uno Slam!”

Felix Auger-Aliassime: “Sogno la Top Ten e di vincere uno Slam!”

Felix Auger-Aliassime, quindicenne canadese, è il primo giocatore ATP nato negli anni 2000. Quindici anni ed la sensazione di un destino già scritto. Felix è il futuro del tennis; un genio precoce ma maturo quanto basta per volare alto, rimanendo coi piedi per terra.

Commenta per primo!

Solo poche settimane fa Felix sollevava il trofeo del doppio agli US Open, titolo conquistato insieme al suo compagno d’avventura Denis Shapovalov. Ora i due sono in Spagna, a Madrid , per partecipare da protagonisti alla fase finale della Junior Davis Cup.

Felix si presenta come un’adolescente qualsiasi, il suo volto da ragazzino su un fisico già pronto . Alto un metro e ottanta , Felix è la quintessenza della maturità in campo e fuori. Le sue dichiarazioni a Tennis Topic ne sono la più chiara testimonianza.
Pur essendo la grande attrazione del torneo , Auger-Aliassime ha a cuore innanzitutto il bene della sua squadra:
«Ogni incontro che disputeremo sarà difficile. Non conosco tutti i giocatori degli altri Paesi, ma so che ogni volta sarà una battaglia».

Cresciuto sui campi duri, Felix sa però come adattarsi alla terra rossa della Caja Magica e il suo segreto è il lavoro:
«Vero che la mia superficie preferita è il duro, ma ho raggiunto un buon livello anche sul rosso. Sono venuto qui presto per allenarmi e quindi spero di adattarmi bene».
Essere il primo nato negli anni 2000 ad avere una classifica ATP può essere fonte di grande pressione, ma Felix non ne risente. Il suo primo ed unico pensiero è fare bene per la squadra e , soprattutto, continuare a fare esperienze importanti.

Il 2015 è stato un anno davvero eccezionale per lui: i quarti di finale raggiunti nel challenger di Granby, il primo titolo in un Categoria I a College Park ed infine il doppio vinto a New York.
Felix sa che alla base dei suoi successi c’è il grande lavoro svolto, giorno dopo giorno: «Si, ho avuto una stagione eccezionale. Tutto il lavoro fatto con il mio team ha dato i suoi frutti; ora devo continuare così».

Ultimo talento del vivaio canadese, Felix guarda con entusiasmo alle vittorie di Milos Raonic, Genie Bouchard e Vasek Pospisil, vittorie che hanno certamente dato grande popolarità al tennis in Canada.
I riflessi positivi sono stati notevoli e Auger- Aliassime ne è la prova:

«In Canada c’è tutto ciò che serve, se si vuole diventare grandi giocatori di tennis. Le vittorie di Milos e degli altri ci aiutano. Ora gli altri Paesi ci guardano con un occhio diverso, rispetto a dieci o venti anni fa».

In molti ancora non conoscono il gioco di Felix. Che tipo di giocatore è Felix Auger-Aliassime?

«Sono un giocatore aggressivo. I miei colpi migliori sono il dritto e mi piace giocare il serve and volley. Mi ispiro a Jo Wilfried Tsonga e a Roger Federer , che sono i miei giocatori preferiti».

A Madrid, Felix vorrebbe alzare un’altro trofeo , per coronare un anno d’oro che lo vede prossimo alla Top 25 del ranking ITF Juniors. Ma la concorrenza è tanta e molto agguerita:

«Se dovessi scegliere una squadra favorita direi gli USA. Ma ci sono anche la Russia, la Germania e l’Australia.tra le favorite. Tutte le squadre hanno ottimi giocatori e , se giocano il loro miglior tennis, tutte hanno la chance di arrivare fino in fondo».

L’umiltà di Felix traspare cristallina quando parla dei suoi compagni Shapovalov e Sigouin . Sono loro, a suo dire, i più forti giocatori del torneo, accanto alla grande promessa americana Sam Riffice.
Forse è così, ma noi siamo certi che di Felix Auger- Aliassime sentiremo parlare ancora; presto e a lungo!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy