Intervista esclusiva a “Chiamarsi Fogna”!

Intervista esclusiva a “Chiamarsi Fogna”!

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con la pagina di tennis più cool della rete, Chiamarsi “Fogna” tra amici senza apparenti meriti tennistici!

1 Commento

Chiamarsi “Fogna” tra amici senza apparenti meriti tennistici è una delle pagine più in voga sui social network, e quest’oggi abbiamo incontrato i due fondatori e gestori, che ogni giorno ci strappano un sorriso con foto e video divertenti sul mondo del tennis raccolti nella rete.

Chi c’è dietro Chiamarsi Fogna? 
Siamo due ragazzi di 23 anni, studenti di Economia ed entrambi siamo già in qualche modo inseriti nel mondo del lavoro, ma niente a che vedere col tennis. Forse un giorno ci sveleremo completamente. Piuttosto ci piacerebbe conoscere i nostri fan, magari quest’anno agli Internazionali con un raduno!

La pagina è davvero molto frequentata. Quanti iscritti vanta al momento?
Su Facebook abbiamo superato i 27mila fan poche settimane fa, speriamo di crescere ancora ma, come sai, parliamo di uno sport di nicchia, e soprattutto in Italia regnano le pagine di calcio. Nel nostro piccolo cerchiamo di essere un punto di riferimento per la satira sul tennis e non solo.

Siete tennisti o solo appassionati? se si quale livello?
Io sono un tennista amatoriale, completamente autodidatta, rovescio a una mano… Basta, se no poi mi credo un tennista vero!

Siete appassionati di altri sport?
Seguiamo quasi tutti gli sport, dal calcio al basket, F1, MotoGP, ciclismo, rugby, sci, tiro con l’arco, snooker…

Come vi è venuta l’idea di aprire la pagina?
Avevamo appena finito di giocare una partita a tennis. Negli spogliatoi ci siamo detti: “Ma perché non creare una pagina tutta nostra di satira?” In fondo abbiamo sempre ironizzato sui tennisti… E’ nato tutto per gioco, ed è ancora così.

La scelta di Fognini era mirata, o per esclusione?
Diversamente da adesso, all’epoca c’era solo una pagina di satira, ma si focalizza(va) solo sulla top-10… Il nome era venuto naturale: e chi sennò? Fogna è sinonimo di ignoranza, quella buona, quella vera.

Abbiamo visto che Fabio svariate volte ha risposto a commenti della pagina, lo avete mai incontrato?
Su Twitter è sempre stato molto disponibile! Purtroppo non abbiamo mai avuto l’occasione, ma chissà che ai prossimi Internazionali…

Tra le varie “Fogninate” diteci le vostre preferite
1) Lo sfogo famosissimo a Wimbledon contro Pascal (non a caso la copertina della pagina)
2) Quando ha chiamato il supervisor ad Indian Wells contro Harrison (la nostra foto profilo sui social)
3) Ha avuto le palle di rispondere a Nadal e al suo clan durante un match ufficiale. Chapeau.

Secondo voi, qual è il suo pregio e il suo limite?
Il suo carattere è sia pregio che limite. Se non fosse un po’ folle, non avrebbe raggiunto gli stessi risultati.

Escluso Fognini chi è o quali sono i vostri preferiti?
Federer, Djokovic, Nadal e Raonic. Siamo abbastanza omogenei, e penso si veda sulla pagina. Con Milos anni fa parlavo spesso su Facebook, fino al 2011 circa. Vi svelo un segreto: finale Us Open 2009, ad inizio torneo io pronosticai Roger e lui Delpo. Sapete bene chi vinse la scommessa. Seguo molto anche il tennis femminile, ma a parte le italiane non siamo “tifosi”… Al massimo speriamo di gustarci più frequentemente match come Ivanovic-Sharapova, per intenderci 😉

Un famoso detto recita che tira più un pelo di f… che un carro di buoi. Sulla vostra pagina, direi che trova perfettamente riscontro, con i vostri frequentatori decisamente molto attivi. Possiamo dire che il “Figa Time” è uno dei principali motivi del vostro successo?
É vero ma non ridurrei il successo a questo. É facile condividere una foto presa da un profilo social ufficiale, il successo, se così si può chiamare, deriva anche dalle fonti esclusive che abbiamo e che ci permettono di postare contenuti che nessun altro può trovare facilmente. E direi che anche video e vignette sono tra i più richiesti dai fan, soprattutto perchè ci fanno interagire con tennisti e addetti ai lavori, così come gli hashtag che abbiamo creato lo scorso anno e martellato su Twitter. Alcuni sono finiti tra i trend e su tutti i siti e telegiornali sportivi, nonchè la Gazzetta e il Corriere!

Tra le donne quali sono le vostre preferite?
Come bellezza ce ne sono tante, troppe. Ivanovic è la più famosa, ma tra quelle “normali” preferisco Totka, Stamatova, Vangelova, Herdzelas, Drazic, Vdovenco e aggiungo la Pironkova..

Come vedete la situazione del tennis italiano?
Nel maschile si spera sempre che Fogna, Seppi e Bolelli possano fare l’exploit in un bel torneo, in Italia si è dato poco risalto al “Fogna Slam” di Fabio e Simone. Le donne ci hanno regalato immense soddisfazioni, tra lo Slam della Schiavone e della Pennetta in singolare, gli Slam in doppio di Errani-Vinci, la stessa Pennetta ex n.1… Il futuro è nero, mancano le strutture principalmente. Ci sono dei giovani interessanti, ma le altre nazioni partono avanti. E di molto.

Sulla vostra pagina si trovano spesso interviste a giovani promesse del tennis: come siete riusciti a contattarle?
Tramite social. Alcune sono molto attive e disponibili, altre meno. Il circuito ITF è un mondo da scoprire, con mille difficoltà che molti non conoscono, soprattutto economiche. Sono molte quelle che lasciano il tennis.

Avete mai pensato di preparare del merchandising della pagina?
Ci abbiamo pensato ma significherebbe affiliarsi a qualcuno che si occupi della produzione, ricevere l’autorizzazione del nostro vate e tante altre questioni. Chissà, se continueremo a crescere ci penseremo più seriamente.

Ultima domanda: progetti per il futuro? Avete in mente qualche bella idea da inserire nella pagina?
Come avrai visto, ogni mese nascono nuove iniziative, nuove rubriche. Le idee vengono sempre al momento, cerchiamo di essere sempre originali e di ascoltare le proposte dei fan. Anche questo ci differenzia molto dalle altre pagine. Per il futuro, speriamo di realizzare qualche bel progetto agli Internazionali, ma per adesso non sveliamo nulla per scaramanzia.

Grazie mille da parte della redazione di Tennis Circus, e nel perfetto stile Chiamarsi “Fogna”. Ci congediamo con #porcodiaz.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tennis Circus - 1 anno fa

    Chiamarsi “Fogna” tra amici senza apparenti meriti tennistici

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy