La divertente chiacchierata tra Nadal e Federer

La divertente chiacchierata tra Nadal e Federer

Rafa e Roger chiacchierano e scherzano in un’imperdibile intervista, nel quale Nadal ha confessato un desiderio che ha ormai dal 2006, ovvero giocare un doppio in compagnia dello svizzero.

di Marco Bevilacqua

La Laver Cup potrebbe essere la scusa per la quale Roger Federer e Rafael Nadal uniscano le loro forze per competere insieme sotto gli stessi colori. Tutti speriamo di vederli giocare assieme in doppio, qualcosa che non è si è mai visto nel circuito. In una chiacchierata che pare sia durata a lungo, lo svizzero e lo spagnolo hanno parlato con il New York Times e hanno commentato tra le risate questa possibile coppia che andranno a formare questo fine settimana a Praga. Nadal racconta che ha già cercato di convincere Roger a giocare il doppio insieme a lui, 11 anni fa. “L’ho fatto aspettare”, risponde sorridente Federer. “Quando fai aspettare qualcuno, poi apprezzeranno di più, ecco perché ora lui è così emozionato”, continua. “Le cose buone si fanno attendere”, prosegue Nadal, continuando a scherzare. “Però non so se quest’attesa sarà positiva o negativa”, aggiunge. Federer e Nadal difenderanno per una volta gli stessi colori, giocheranno per la squadra europea nella Laver Cup. “Magari potessimo vincere. Spero solo che non abbiamo aspettato troppo per giocare insieme perché siamo già molto vecchi ora”, riconosce Roger, di 36 anni, cinque più di Rafa. I due hanno già giocato qualche volta in doppio ma solo per eventi benefici e per pochi punti, non competendo per un trofeo e un match come questo. “Siamo stati rivali per una vita e ora essere uniti sarà qualcosa di speciale. Sarà una grande sensazione”, dice Nadal. Sia l’elvetico che lo spagnolo sanno cosa vuol dire vincere grandi cose nella specialità del doppio.

1723490-36468165-2560-1440

Rafa ha giocato in diverse occasioni in questa disciplina e insieme a Marc Lopez ha vinto diversi tornei, anche se l’oro olimpico a Rio de Janeiro si piazza al primo posto tra i premi conquistati in doppio. Stesso titolo che ha ottenuto Roger in compagnia di Wawrinka ai Giochi di Londra del 2008. “Dove giochi tu di solito?”, chiede Nadal a Federer, cercando di scoprire che lato del campo preferisce lo svizzero. Di solito gioco nel lato del servizio però vorrei che fossi tu a decidere il lato del campo che preferisci”, risponde il campione di Wimbledon 2017. Il 2017 ha visto una nuova rinnovazione da parte dei due tennisti uomini con più titoli nella storia e abbiamo potuto assistere alla ripartizione, da parte dei due, dei quattro Slam dell’anno. Il giornalista chiede loro se credono che avrebbero vinto più titoli se non fosse stato per l’altro. “Da un lato si, ma dall’altro no”, dice Roger. “Per colpa di Rafa ho vinto meno titoli, però allo stesso tempo sento che lui mi ha reso un giocatore migliore”, continua lo svizzero. “Io ho le mie motivazioni personali però avere qualcuno alle spalle ti aiuta a vedere più facilmente le cose che devi migliorare”, assicura Rafa. “Se sei il migliore e non vedi le cose che altra gente sta facendo meglio di te, è difficile scendere in campo e sapere esattamente quello che ti serve per essere migliore”, ha riferito Federer. “Avere uno come Federer davanti per tanti anni mi ha aiutato ad entrare in campo e avere una prospettiva diversa di quello che dovevo fare”, ha risposto Nadal. “Sto immaginando come sarà incoraggiare Rafa per la prima volta e poter dargli consigli e che lui me li dia a me. Questo sarà incredibile”, riconosce lo svizzero prima di concludere l’intervista. Sarà senza dubbi un fine di settimana storico.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Erna Greminger - 2 anni fa

    due fenomeni da ammirare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Diana Bianchin - 2 anni fa

    Due grandi del tennis…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Davide Censuales - 2 anni fa

    Che duo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gabriella Moscatelli - 2 anni fa

    Magari!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy