Marat Safin: “Ho perso interesse per il tennis”

Marat Safin: “Ho perso interesse per il tennis”

L’ex mondo n. 1 parla della sua vita di politico in Russia e riflette su cosa significhi per lui oggi il tennis.

di Redazione Tennis Circus

Nato a Mosca il 27/01/1980, è da sempre un personaggio speciale, uno di quei giocatori in grado di riempire lo stadio e suscitare ammirazione e avversione nello stesso tempo. Una vita di eccessi, genio e sregolatezza. Marat Safin è uno dei cattivi più preziosi della storia del tennis; in pochi hanno potuto resistere nell’ammirare il suo enorme talento, talento oscurato talvolta dalle sue follie sul campo da tennis: chi lo ha osservato ha potuto tracciare un profilo enigmatico, comprendendo che era un uomo unico.

PARENTESI POLITICA – Ha confermato questo suo carattere particolare con il ritiro dal tennis professionistico a soli 29 anni, dirigendo i suoi passi verso la politica. Ora, però, afferma di voler concentrare la sua vita su posizioni più edonistiche. “Ho imparato molto nei sei anni che sono stato nella Duma (parlamento russo, ndr), ma farò una pausa. Non ho avuto tempo negli ultimi anni per godere della vita ed ho deciso di lasciare le posizioni politiche”, afferma un Safin  che è entrato nella International Tennis Hall of Fame. Con il buon lavoro svolto si è guadagnato un posto di prestigio nelle più alte sfere della politica sovietica e ha ricevuto tante offerte per proseguire, ma la sua decisione è presa. “Sto cercando di avere una vita rilassata e godere dei miei hobby.” Il russo non ha mai avuto un rapporto idilliaco con la stampa e la sua comunicazione non è mai apparsa fluente, in un’intervista a Tennismash è sembrato sincero, ma non ha perso l’occasione per criticare le false accuse ​​che gli sono state mosse.

NIENTE PIU’ TENNIS – “Hanno anche detto che aspiravo ad essere il Presidente della Russia ma non ho mai avuto quest’ambizione. In realtà, quello che si legge su internet sul mio conto, il 90% sono falsità, miti e distorsioni della realtà”, assicura un uomo d’affari di 37 anni, abbastanza ricco da poter permettersi di vivere senza stress. Tanto che Marat nega la possibilità che la sua uscita dalla politica potrebbe avere a che fare con un ritorno al mondo del tennis. “Non voglio fare l’ allenatore, o fare il commentatore in tv. In realtà, io non voglio più dedicarmi a quello che ha a che fare con il mondo del tennis. Mi piace ancora giocare ed allenarmi, di tanto in tanto per tenermi in forma, ma non mi interessa il circuito, non lo guarda nemmeno in televisione “, dice un Safin molto critico sul tennis attuale.

B_09_safin_08_epa_h_philpott

NADAL, FEDERER E IL PASSATO – “Ognuno pratica lo stesso stile di gioco, la verità è che ho perso interesse in questo sport, nulla di più”. Solo due nomi vengono salvati dalla globalizzazione del gioco moderno. “Non ci sono altre personalità o talenti come Roger Federer o Rafael Nadal “. Safin si dimostra essere un uomo che vive quotidianamente e che non rimpiange il passato. Ecco come risponde quando gli viene chiesto delle sue gesta sul campo, come la vittoria dello US Open 2000 contro Sampras, dell’ Australian Open 2005 contro Federer riuscendo a diventare il numero 1 del mondo: “Sì, è un grande orgoglio, cosa altro dopo questo? Assolutamente niente, il passato non esiste, viviamo il presente e ci preoccupiamo del futuro” .

VITA PRIVATA – Dichiara Marat che non ha paura di parlare della sua vita privata. “Ho avuto le mie possibilità di avere una moglie e una famiglia. Per sei anni ho avuto una relazione seria ma nulla di più. Tutta la mia vita l’ho vissuta per qualcun altro e ora quello che voglio è divertirmi, godermela”, dice uno dei giocatori più carismatici che la storia del tennis ha conosciuto e che non ha alcun problema nello spiegare perché non rilascia mai interviste. “A chi dovrei concedere un’intervista? a un idiota? Non abbiamo giornalisti seri in Russia, vogliono solo sensazionalismo”. Il risentimento, il disinteresse e la mancanza di amor proprio è ciò che emerge dalle parole di Marat Safin. Il russo sembra un po’ perduto dopo aver chiuso una parte molto importante della sua vita, sia professionale che personale, ma non ha intenzione di cercare rifugio nel tennis. Stravagante sia dentro che fuori dal campo, Safin è una cometa lucente del mondo delle racchette, una dolce memoria che diventa amara nel vedere che non è stato in grado di amare lo sport che tanto gli ha dato.

Di Franco Campagna

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lorenzo Tarpani - 10 mesi fa

    #solofiga ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Diego Zinzula - 10 mesi fa

    Secondo me non ne ha mai avuto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Checco Terzo - 10 mesi fa

    Chissà se ha perso anche l’interesse per la figa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cristina Pozzoli - 10 mesi fa

      Hahahaha

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Michele Monfasani - 10 mesi fa

    Seguivo il tennis per lui, poi Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. I che strunz

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Alberto Larghi - 10 mesi fa

    è stato uno delle tante meteore. Non è un personaggio interessante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Franco Campagna - 10 mesi fa

      2 slam cmq…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alberto Larghi - 10 mesi fa

      wawrinka lo supererà. Comunque é uno sbruffone, quando dice che ci sono solo federer e nadal, dimostra di non capire gran che. Ci sono altro che hanno vinto molto più di lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Paolo Cerbai - 10 mesi fa

      Wawrinka già lo ha superato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Damiano ROlland - 10 mesi fa

      Lui era davvero forte, al di là di un carattere difficile ed una professionalità pari a 0.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Gabriele della Vecchia - 10 mesi fa

      Giocatore che avrebbe potuto vincere molto ma molto di più..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Michele Monfasani - 10 mesi fa

      Se guardate il palmares non capite la grandezza di quest’uomo. Talento infinito

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy