Mats Wilander: “Roger Federer non vincerà il Roland Garros”

Mats Wilander: “Roger Federer non vincerà il Roland Garros”

La leggenda svedese non crede che lo svizzero sia fra i favoriti al prossimo French Open, secondo Slam stagionale, che giocherà dopo un’assenza di quattro anni.

di Michele Alinovi, @MicheleAlinovi1

Per Mats Wilander Roger Federer non è tra i favoriti alla vittoria del Roland Garros, il secondo Slam stagionale in programma a Parigi dal 26 maggio al 9 giugno. Lo svizzero tornerà sui campi francesi per la prima volta dal 2015 (dove perse nei quarti di finale contro Stan Wawrinka): negli ultimi quattro anni Federer ha infatti sempre disertato il French Open preferendo giocarsela negli altri tre Slam, dove è stato sempre più competitivo. Non a caso sulla terra rossa parigina ha vinto solo una volta, nel 2009 (quando sconfisse in finale lo svedese Söderling), a fronte dei suoi 20 Slam complessivi.

Roger Federer alza la coppa del suo finora unico titolo al Roland Garros, nel 2009.
Roger Federer alza la coppa del suo finora unico titolo al Roland Garros, nel 2009.

“Roger ha sempre chance di vincere negli altri Major, ma non al Roland Garros”, ha dichiarato Wilander, trionfatore sullo Chatrier per tre volte (1982, 1985 e 1988), in un’intervista alla testata Express. “Certo, potrà fare bene se avrà un tabellone fortunato e ci saranno buone condizioni”.

Nell’intervista Wilander ha criticato le scelte degli organizzatori dei tornei di cambiare spesso la velocità della superficie: “Ogni torneo modifica ogni anno le caratteristiche della superficie di gioco. Agli Australian Open di quest’anno non era così veloce e le palle erano cambiate: così la palla viaggiava più lenta rispetto allo scorso anno e ciò sicuramente fa una grande differenza. La sera in cui Federer è stato sconfitto [contro il greco Stefanos Tsitsipas] c’era abbastanza freddo, e così la palla era ancora più lenta, perché le temperature più rigide rallentano le palle nell’aria”.

Wilander crede che la scelta di Roger di giocare sulla terra sia per lo svizzero più una sorta di allenamento in vista della stagione su erba, suo vero obiettivo: “Può darsi che voglia fare bene a Parigi per essere in forma a Wimbledon. L’anno scorso dopo Indian Wells e Miami poi non aveva fatto benissimo a Londra e nei tornei estivi. In ogni caso, sono felicissimo che continui a giocare e che finalmente sia a Parigi dopo tanto tempo. Quando non c’è manca, un po’ come manca Nadal quando non compete a Wimbledon”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy