Nadal: “Superare Federer? Ora non è un obiettivo”

Nadal: “Superare Federer? Ora non è un obiettivo”

Rafa Nadal parla in una recente intervista della sfida di superare Federer, dell’importanza di Moyà e del fatto se si vede o meno allenatore in futuro.

di Marco Bevilacqua

UN ESALTANTE FINALE DI STAGIONE – Dopo la vittoria agli US Open e la successiva in Laver Cup, Rafa Nadal affronta con molta voglia l’ultima parte dell’anno, per difendere il primato nel ranking ATP e poter alzare la sua prima Coppa dei Maestri. Il maiorchino ripassa alcuni temi in una recente intervista per “El espanol” diversi temi riguardo alcuni tratti della sua personalità, il suo rendimento, l’importanza di Moyà e i suoi obiettivi a lungo o a breve termine.

L’UMILTA’ DI NADAL – Nadal non si vede come una figura importante nel mondo dello sport e neanche un modello per la gente, infatti dice: “Sono una persona normale, non un modello. Sono una persona che gioca bene a tennis. Le cose sono andate bene e io le ho affrontate con normalità. Commetto errori, come tutto il mondo. Non sono un figlio modello”.

SUL SUO COACH CARLOS MOYA’ – Per arrivare a giocare con questo animo e questa inerzia, è stato fondamentale Carlos Moyà, la grande novità nella stagione dello spagnolo. “Carlos è stato un grande appoggio. Abbiamo cambiato un po’ il tipo di allenamento e anche per Toni è stata una cosa positiva. Quando passiamo tanti anni nella stessa routine è difficile cambiare. Sono molto soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto”.

2004227-42080027-2560-1440

SU FEDERER E SUL FUTURO – In seguito l’intervistatore domanda a Nadal: “Tu e Federer siete molto vicini in quanto a numero di Slam. Hai in mente di superarlo?” e il numero 1 al mondo risponde così: “La verità è no. Superare Federer? In questo momento non è un mio obiettivo. Sono felice con quello che faccio, sono centrato nella mia carriera e non mi preoccupo molto degli altri”. Infine, Nadal non esclude la possibilità di diventare allenatore in futuro.

NADAL NEL TEMPO LIBERO – Attualmente Rafa ha un hobby preciso nel tempo libero, ovvero “Beethoven”, il suo fantastico yacht da 3 milioni di euro acquistato lo scorso anno a Montecarlo. Quando è fuori dalle competizioni, si concede spesso un giro in mare, in qualsiasi parte dell’anno, come rivelato in un’intervista per il giornale “Boat International”, dove lo spagnolo esprime così la sua passione per il mare: “Questo è il mio mondo. Ho sempre vissuto vicino alla costa tra Manacor e Porto Cristo. Mio padre, da sempre fin da quando ero bambino, aveva una piccola barca e io adoravo fare delle uscite e andare a pescare. Tutte le volte che ne ho la possibilità, torno a Maiorca e mi butto in acqua. Ho sempre amato il feeling con l’avventura che una barca ti può offrire. Ti senti libero. Sono capace di scordarmi di tutto e lasciarmi andare da tutto quello stress”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy