Pennetta: “La settimana dello Us Open avrebbe potuto essere la peggiore della mia vita”

Pennetta: “La settimana dello Us Open avrebbe potuto essere la peggiore della mia vita”

Flavia Pennetta ha rilasciato un’intervista a Sky Sport, nella quale racconta la sua vittoria a Flushing Meadows, spaziando tra le emozioni, le paure ed inevitabilmente il suo ritiro dal tennis giocato.

Un mese fa, Flavia Pennetta ha giocato la sua ultima partita da giocatrice di tennis professionista. Intervistata da Sky Sport, la tennista italiana ha parlato della sua grande vittoria allo US Open e di quello che è successo prima e dopo il torneo, le sensazioni, ma, soprattutto, le paure.

“A New Haven (ultimo torneo prima dello Us Open, ndr) ho giocato veramente una partita molto brutta, avevo già deciso di ritirarmi ed accettarlo non è stato per niente facile. Sei spaventata, hai molti pensieri nella tua testa ed è un grande cambiamento nella tua vita. Sono arrivata a New York e non ho fatto niente per tre giorni. La mia squadra già sapeva che avrei smesso di giocare a tennis. Ho fatto qualcosa che ho sempre sognato di fare, mi ricordo sempre Sampras correre intorno al campo con il figlio dicendo: ”E’ il momento di dire addio”. Ho avuto la stessa possibilità e non me la sono lasciata scappare”

Dopo la vittoria di Roberta Vinci su Serena Williams “ho cominciato a sentire la pressione, perché ero obbligata a vincere. Avrebbe potuto essere la migliore settimana della mia vita, ma anche la peggiore”.

vinci

Nella giornata conclusiva la mattina si è svegliata e non ha ricevuto alcun messaggio dal suo fidanzato Fabio Fognini. “L’ho insultato un po’, l’ho chiamato, ma il telefono era spento. Quando l’ho visto ero veramente felice”.

Poche ore dopo la finale alle 23:00 (05:00 in Spagna), Nadal l’ha chiamata, per congratularsi personalmente con lei dopo il grande successo, esprimendo la propria felicità per la vittoria di Flavia: “Te lo meriti” ha anche aggiunto il numero uno spagnolo.

Questo mostra il tipo di persona e amico che è. Siamo cresciuti insieme nel corso degli anni“, ha detto Pennetta. Dopo la vittoria, molti giocatori “mi hanno mandato messaggi e tweet. Ciò dimostra che mi sono comportata bene con loro. Il mio ex allenatore, Gabriel Urpi, disse una volta che ” le persone che si incontrano nei momenti felici  sono le stesse che si incontrano in quelli difficili”“.

pennetta

Il ritiro dal tennis giocato non significa che non resterà in contatto con lo sport: “Il tennis è sempre stato il mio primo amore. Non ho giocato per i soldi, ma per passione. Mi piace giocare, ma di recente non avevo più quella fiamma, non volevo più combattere come sempre. Ora farò altre cose, ma non resterò senza tennis per molto tempo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy