Richard Gasquet: “Tomic ha tutto per essere più forte”

Richard Gasquet: “Tomic ha tutto per essere più forte”

Richard Gasquet è stato autore di una bella rimonta nel match contro Robin Haase e ora nel prossimo turno se la dovrà vedere con l’australiano Bernard Tomic, che dichiara di conoscere più che bene.

Richard Gasquet è stato autore di una bella rimonta nel match contro Robin Haase e ora nel prossimo turno se la dovrà vedere con l’australiano Bernard Tomic, che dichiara di conoscere più che bene.

In questa intervista di Tennis Actu il francese ci descrive l’australiano, aspettandosi di dover affrontare un match molto difficile.

Richard, quale sarà la chiave del match contro Bernard Tomic?

“Lui sarà un po’ più rilassato, giocherà con i piedi dentro il campo. Ora che è il terzo turno, ho vinto due partite quindi penso che mi sentirò meglio in campo. Lo conosco da molto tempo. Ho perso contro di lui a Wimbledon due anni fa, ma dopo l’ho battuto più volte e so che è un giocatore solido, contro cui è difficile giocare. Io so cosa fare per batterlo. Dopo si vedrà in campo quel che sarà.”

Può essere difficile rispondere a colpi d’anticipo.

“Sì si, fa un sacco di chip&charge, serve molto bene soprattutto. E’ ancora giovane, è da tanto che è a questi livelli. Si tratta di un giocatore molto buono, penso che diventerà uno dei più forti, anche se è un po’ lento. In ogni caso è ancora un grande giocatore per cui dovrò fare una grande partita per batterlo e giocare meglio di oggi.”

2013 China Open - Day Six : Foto di attualità

E’ un bel personaggio, con un carattere particolare.

“E’ vero che si tratta di un personaggio. E’ famoso in Australia e anche molto simpatico. Io vado molto d’accordo con lui. E’ davvero un bravo ragazzo e questo è la cosa più importante, ma è vero che ha fatto parlare molto di sé, (ndr: arresti per disturbo della quiete pubblica a Miami, notti brave, etc…), questo è chiaro.”

Pensi che sia ancora molto influenzato da suo padre, che è anch’esso un personaggio?

“Non lo so, non lo posso dire. Io non ne so abbastanza, io non sono australiano o che cosa. Ad ogni modo, credo che ha tutto per essere più forte della sua attuale classifica (24°). Ha tutto per essere tra i primi dieci. Dovrà dimostrarlo negli anni a venire.

Di Simone Marasi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy