Us Open, Fabio Fognini: “Mi sentivo molto stanco, ma ho avuto le mie chance”

Us Open, Fabio Fognini: “Mi sentivo molto stanco, ma ho avuto le mie chance”

Fabio Fognini parla in conferenza stampa della sconfitta al quarto turno contro lo spagnolo Feliciano Lopez. Nonostante la dura sconfitta, Fabio si dichiara “felice” del suo risultato e del suo gioco nella partita, dove ha comunque avuto “diverse chance”.

Fabio Fognini parla in conferenza stampa della sconfitta al quarto turno contro il 33enne spagnolo Feliciano Lopez, con il netto risultato di 6-3 7-6(5) 6-1. Il ligure, che nel match precedente aveva sconfitto Rafael Nadal (per la terza volta in carriera e nel 2015), ha raggiunto i primi ottavi di finale in carriera agli Us Open. 

Nonostante la dura sconfitta, Fabio si dichiara “felice” del suo risultato e del suo gioco nella partita, dove ha comunque avuto “diverse chance”:

“É stato un match duro, certo. Anche se ho perso in tre set, nei primi due penso di avere avuto le mie occasioni, specialmente all’inizio della partita, sul 15-40 [Fabio non ha sfruttato tre palle break nel primo game del match]. Poi mi ha strappato la battuta, ma sono stato io a perderla in modo davvero stupido, sbagliando due dritti”.

“Devo essere onesto, con questo tipo di giocatori bisogna essere molto solido, oggi il mio dritto – che è stato un punto di forza per vincere le scorse partite – non ha funzionato bene. É stato un match diverso da quelli precedenti. Feliciano gioca in un modo unico, diverso dagli altri. Non sentivo la palla così male, ma dopo aver perso i primi due parziali e aver subito un break nel terzo, e dopo aver perso malamente due punti a rete, mi resi conto che andava tutto male. Lui è uno dei migliori servitori nel circuito, è stato solido e concentrato, soprattutto quando era in vantaggio. Devo accettare la sconfitta. In fondo sono felice. Chiaro, non sono felice perché ho perso, ma per come ho giocato”.

D: Pensi che la sconfitta sia dovuta anche a un crollo dopo le emozioni provate durante il match contro Nadal?

“Sì, certamente. Insomma, devo dirti la verità, oggi ero molto più stanco di ieri. Ieri stavo bene, ero positivo, mi dicevo: “Ok, proviamoci”. Stamattina però mi sono svegliato male, avevo una brutta sensazioni. Sentivo la stanchezza nelle spalle, nel gionocchio, un po’ dappertutto. Ma penso che ciò sia normale, sono contento di aver giocato gli ottavi di finale. Ho vinto tre ottimi match e spero di ripetere in futuro questo risultato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy