Volandri a TC: “Voglio riavvicinarmi ai top 100. Mi piace Torino, qui ho battuto Nalbandian”

Volandri a TC: “Voglio riavvicinarmi ai top 100. Mi piace Torino, qui ho battuto Nalbandian”

Challenger Torino – interessante intervista al tennista livornese, pochi minuti dopoaver battuto Coppejans, qui finalista dello scorso anno. “Sono sereno, sto giocando con calma e cerco sempre di essere aggressivo”. Dal nostro inviato, Andrea Fucile

Commenta per primo!

Subito dopo la bella vittoria in 3 set contro il belga Kimmer Coppejeans e la conquista della semifinale (che gioca oggi contro lo spagnolo Enrique Lopez-Perez), il sempreverde Filippo Volandri ha concesso un’intervista a Tennis Circus, spaziando dalle sensazioni che prova ancora in campo alla voglia che ha di mettersi in gioco e parlando anche dei progetti futuri.

volandri_18febbraio2012_47011

Con le palle nuove ho cominciato a picchiare più forte e prendere l’iniziativa. Potevo andare sopra di 2 break, ho avuto 2 palle per il 4-0, lui però correva tantissimo, arrivava su tutte le palle e mi ha complicato la vita.

Io son venuto qui direttamente da Montecarlo, non sono arrivato benissimo però sto trovando continuità, sono molto sereno e se faccio una cosa voglio farla bene“, chiosa il livornese.

Ho bei ricordi qui a Torino perché negli Under 16 qui ho battuto David Nalbandian. Lo scorso anno mi sono ritirato dopo un set per problemi. Adesso però voglio fare le cose con calma, vorrei cercare di arrivare vicino ai 100 anche se giocando i challenger non è facile”, prosegue il semifinalista di Roma 2007.

volandri atp challenger quarti di finale

Rispondendo al suo futuro imminente, Volandri risponde così:

La prossima settimana avrei voluto fare le qualificazioni a Monaco, ma essendo arrivato in semifinale qui non posso, così mi allenerò una settimana e poi andrò a giocare un nuovo challenger a Roma”.

Nel corso del match i 2 giocatori hanno avuto da con l’arbitro sulle condizioni del campo:

“Il campo purtroppo aveva qualche crepa anche in virtù del periodo in cui viene giocato questo torneo, gli organizzatori hanno fatto il massimo per fare bene, già rispetto all’anno scorso è migliorato; poi vedere tanto pubblico incitarmi è sempre un piacere. In semifinale affronterò lo spagnolo Lopez che è in fiducia in questo momento, viene dalla semi di Barletta… Devo prendere io l’iniziativa, altrimenti mi farà correre tanto e non va bene”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy