ITF Beinasco: si ferma in finale il sogno di Jessica Pieri

ITF Beinasco: si ferma in finale il sogno di Jessica Pieri

Nel torneo ITF di Beinasco la giovane azzurra Jessica Pieri si ferma solo in finale al cospetto della bulgara Shinikova. Ottimo risultato comunque per la 18enne azzurra che si avvicina alla posizione numero 400 in classifica.

Da Il Tennis di Omar: www.iltennisdiomar.altervista.org/itf-beinasco-si-ferma-in-finale-il-sogno-di-jessica-pieri

La meravigliosa settimana, vissuta a seguire le gesta della nostra Grande Gampioncina lucchese, è giunta al termine…

C’è delusione nei cuori delle centinaia di spettatori, accorsi in questo sabato piovoso, per seguireJessica Pieri, in quello che è l’ultimo atto di questo bellissimo torneo, giocato sui campi in terra battuta indoor, del USD Beinasco.

Ed è normale che sia così, perchè in fondo ci abbiamo creduto tutti sostenendola fino alla fine da bordo campo…

Ma l’ultimo game è di quelli in cui smetti ormai di credere, quando Jessy si ritrova immediatamente ad affrontare tre match point… il primo se lo mangia la sua avversaria…Isabella Shinikova, 25enne bulgara, che dalla pos. 303 fra 10 giorni, scalerà fortemente la classifica… palla a rete in risposta! Poi Il secondo lo salva l’azzurra, grazie ad una sapiente smorzata, inarrivabile… Ma il terzo non lo manca la bulgara, che guadagna metri e piazza a metà campo l’ultimo vincente!jessic pi

La partita si era messa benissimo, dopo un primo game ceduto a 30 al servizio da parte di Jessica. Ma come nel match contro la Rus, per l’avversaria di turno sembrava solo un’illusione, quella di poter vincere facile… e infatti la Pieri sale in cattedra, prendendo da subito padronanza negli scambi. Isabella che si è presentata in campo con una vistosa fasciatura sulla coscia sinistra, in questa prima parte del match, resta arretrata nel tentativo vano di arginare l’offensiva della Pieri che, riesce benissimo a fare il suo gioco offensivo, avanzando metri durante gli scambi e piazzando buoni vincenti al momento opportuno. Non a caso il primo set è suo, rapido e meritato, dopo meno di mezz’ora!

Ma la seconda frazione, propone un’avversaria trasformata. Si capisce subito che Jessica è entrata in difficoltà e non riesce piu’ a contenere l’esuberanza di quei colpi avversari che sembrano vere fucilate! Anche in questo caso, la partita scorre rapida, ma in perfetta partità nel computo del punteggio fin qui, nonostante un game in piu’ ottenuto dalla bulgara.

Il peggio però deve arrivare: Jessica parte malissimo nella terza frazione, mentre l’avversaria continua a incitarsi a ogni game e nonostante i primi due giochi in apparenza equilibrati, in cui l’azzurra ha avuto le possibilità di portarsi avanti, seguono altri due in cui ci si ritrova velocemente sotto 0-4! In questo frangente penso che Jessica non stia giocando come potrebbe fare. E’ evidente che a livello fisico non ne ha piu’. Ma grazie a un temporaneo scatto di orgogio, recupera due games e si procura importanti palle break, che se trasformate la porterebbero a servire per il 4-4… Ci prova, ma le rasoiate della potente avversaria, hanno la meglio sulla sua stanchezza e così si arriva all’ultimo game, in cui Jessica provata dalla fatica, salverà solo due delle tre palle match in dotazione alla Shinikova!

jessica

Peccato perché la partita si sarebbe potuta ribaltare, se solo Jessica avesse avuto ancora la forza fisica per provarci. Ma era evidente negli ultimi scambi che, la sua palla non andava piu’…

In seguito ci sarà la premiazione e l’azzurra dal volto sereno e sorridente, dichiarerà saggiamente: “Sono contenta di essere arrivata in finale… per come si erano messe le cose prima di venire qui!”

Come non darle ragione… Con una condizione fisica ancora non ottimale, frutto dell’influenza debellata solo sette giorni prima, Jessica ha dato tutto quello che aveva e sono sicuro, che in circostanze diverse, questa finale l’avrebbe vinta, perchè oggi, soprattutto nel terzo set, è stato chiaro che quello visto non era il suo limite, come peraltro mi ha confermato dopo la premiazione Ivano Pieri. E questo è positivo, dal momento in cui quando perdi, se non hai raggiunto il tuo limite, questa partita un domani potrai vincerla!

Risultato finale in 1h 45m di gioco: 6-1 2-6 2-6

Così come per la Shinikova, che in una settimana grazie al titolo passa dalla 300 alla pos. 250 circa in classifica, anche Jessica in una sola settimana, passa dalla pos. 494, alla 400 circa!

Rivedremo Jessica adesso fra qualche giorno impegnata in Francia a Macon, torneo Itf da 10.000$, come lo stesso papà Ivano mi ha confermato poco prima di congedarmi!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy